E-Commerce

Tool per e-commerce: i migliori strumenti per un negozio online di successo

L’idea di aprire un e-commerce è senza dubbio una delle più redditizie che si possano avere in questo particolare momento storico (scopri di più sul recente boom del commercio elettronico). Creare un sito però non basta per avere successo, occorre infatti saper gestire i vari aspetti dell’attività e soprattutto poter monitorare in ogni momento ciò che accade sulla vetrina digitale, per poter intervenire con tempestività se c’è da sistemare qualche elemento che si dimostra “anello debole della catena”. Non solo, c’è poi da definire una strategia di comunicazione che possa ampliare l’audience del proprio negozio online. Per tutti questi motivi, pensare di poter gestire un e-commerce senza l’ausilio di strumenti esterni è un’idea controproducente. In questo articolo consigliamo alcuni tool per e-commerce con cui i commercianti digitali potranno tenere sotto controllo ogni aspetto della propria attività.

Perché usare alcuni tool

Poter fare un’accurata analisi SEO, vedere con i propri occhi come si comportano gli utenti quando sono nel sito, avere delle dritte per costruire una strategia di marketing ecc. Queste e molte altre operazioni possono essere ben calibrate con l’ausilio di strumenti digitali, alcune volte disponibili gratuitamente e altre volte a pagamento.

Cosa sono i tool? Si tratta sostanzialmente dei software che permettono di semplificare alcuni aspetti della gestione di un progetto web.

I migliori tool per e-commerce

Per quel che riguarda il commercio elettronico, ci sono tantissimi tool che si possono utilizzare. Ma per comodità e amore per la sintesi, abbiamo deciso di consigliarne solo alcuni, per lo meno quelli che riteniamo essenziali per poter gestire un e-commerce in maniera professionale. Continua con la lettura per scoprire quali sono (e come funzionano) gli strumenti e i tool per e-commerce che vogliamo consigliarti.

#Factfinder

Chi visita un sito e-commerce con lo scopo di valutare i prodotti presenti nella vetrina possono avere difficoltà nel trovare subito il prodotto desiderato, arrivando ad abbandonare il sito per non perdere tempo. Factfinder è lo strumento con cui è possibile migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

Factfinder è un tool con cui ottimizzare la ricerca interna all’interno del sito, così che il visitatore possa subito trovare il prodotto desiderato. Ma che succede quando l’utente commette degli errori di digitazione, che possono accadere quando si va di fretta? Grazie a questo tool, anche in caso di errori di digitazione l’utente troverà il prodotto che stava cercando.

#GoogleAnalytics

Che si tratti di un sito e-commerce o di qualunque altra tipologia di sito internet, non si può prescindere dall’utilizzo di Google Analytics. Si tratta di un servizio di web analytics messo a disposizione, in maniera del tutto gratuita, dal motore di ricerca.

Perché non si può rinunciare a questo tool? Per il semplice motivo che con esso è possibile monitore un sito web in ogni singolo aspetto, avendo ogni tipo di statistica e di dato su ciò che succede sul sito, sul comportamento dei visitatori, su quali pagine hanno visitato, quanto tempo sono rimasti, se hanno acquistato un prodotto, se hanno navigato da mobile o desktop ecc. Una piattaforma irrinunciabile per qualunque tipo di progetto web, ma che acquisisce ancora più importanza per il commercio online in cui attraverso l’analisi dei dati si può capire cosa funziona su quali sono i punti di forza di un e-commerce e quali invece i suoi punti deboli su cui lavorare.

#Bitly

Bitly (o Bit.ly che dir si voglia) è uno dei maggiori URL Shortener presenti sul web, grazie al quale si possono accorciare gli URL e poter così risparmiare spazio per aggiungere descrizioni al contenuto, molto importante per esempio su Twitter dove c’è un certo limite di caratteri a disposizione. Registrandosi al sito si possono inoltre avere tutte le statistiche del caso sul numero dei click ricevuto su ogni singolo url accorciato, per sapere così quali contenuti hanno “funzionato meglio” rispetto ad altri.

Uno degli aspetti più interessanti di Bitly, è il fatto di poter anche personalizzare gli short URL. Questa funzionalità può essere molto utile nei casi di campagne pubblicitarie sviluppate per sponsorizzare un’offerta commerciale. Invece di una serie di lettere messe a caso, come avviene nell’accorciamento automatico, con la personalizzazione dello short link puoi fornire un’indicazione specifica al pubblico e aumentare le possibilità di ottenere un maggior numero di click, visite e probabilmente conversioni.

#SEMrush

Posizionamento delle parole chiave, monitoraggio del traffico e dell’andamento, uno sguardo ai competitor, gestione dei canali social e uno sguardo a quello che fanno i concorrenti. Queste sono solo alcune delle cose che è possibile fare con SEMrush, una delle migliori Suite SEO del mondo.

SEMrush mette a disposizione dei propri abbonati una serie di strumenti eccezionali con cui poter svolgere una miriade di operazioni, e avere così sotto controllo tutti gli aspetti di un sito. Informazioni sui backlink ricevuti (ecco come eliminare i backlink tossici), sui possibili errori presenti sul sito, consigli per la costruzione dei contenuti (leggi il nostro articolo su SEO Writing Assistant), tool per la gestione dei canali social (scopri lo strumento Social Media Poster) e molto altro ancora.

Vuoi saperne di più su SEMrush? Non perderti la nostra intervista a Valentina Pacitti, curatrice del prestigioso blog SEMrush Italia.

#Hotjar

Un altro strumento di analisi essenziale per i commercianti digitali. Se con Google Analytics è possibile conoscere la situazione del proprio sito in termini numerici, con Hotjar si può vedere con i propri occhi il comportamento dei visitatori che navigano all’interno del negozio online.

Ma a cosa può servire uno strumento come Hotjar, e perché è così importante? Grazie a questo tool, disponibile sia in versione gratuita (limitata) che a pagamento, si può osservare il comportamento di chi ha visitato il sito, vedere su quali elementi ha cliccato e su quali invece ha sorvolato, i movimenti fatti col mouse all’interno delle pagine e altri dati come tempo di permanenza sul sito, la durata della visita ecc. L’utilità di questo strumento va ricercata nel fatto che con esso è possibile scoprire quali sono gli elementi di un sito che “funzionano meglio”, per poter così intervenire e ottimizzare quegli elementi che sembrano passare inosservati.

#MeetEdgar

A differenza di tutti gli strumenti disponibili online per la gestione dei social, Meet Edgar può essere considerato un passo in avanti, sia per le funzionalità che per il fatto di lasciare maggiore libertà a chi deve gestire il proprio business. In pratica, MeetEdgar non permette solo di programmare dei contenuti ma fa in modo che tu non debba più preoccuparti di quest’attività, perché sarà il tool stesso a gestirla in completa autonomia. In che modo? Andando a scartabellare la tua libreria e proponendo sui canali social quei contenuti evergreen che possono ancora creare valore.

Sostanzialmente, grazie al tool i canali social di un e-commerce saranno sempre aggiornati con nuovi contenuto pubblicati a ciclo continuo. Un grande aiuto per mantenere attiva la fanbase senza che venga sottratto del tempo prezioso alla gestione del negozio virtuale.

Lettura di approfondimento: consigli per fare Social Media Marketing per e-commerce.

#MailChimp

Chi gestisce un e-commerce non può solo creare un negozio pieno di prodotti e fermarsi lì, ma deve anche promuovere i prodotti in rete per attirare potenziali clienti. Una delle branche del marketing digitale che può dare grandi risultati è senz’altro quello definito E-Mail Marketing, dove la posta elettronica gioca un ruolo di primo piano.

MailChimp è uno strumento che aiuta il commerciante, o chi deve per lui gestire la comunicazione online, a creare e gestire in maniera professionale le newsletter. Grazie a tutte le funzionalità messe a disposizione da MailChimp, sarà infatti molto più semplice creare newsletter efficaci, valutare i risultati ottenuti, gestire gli utenti, template e le singole campagne.

Keliweb e il commercio elettronico

Questi che abbiamo elencato sono alcuni tool che possono essere molto utili per chi deve gestire un e-commerce. Prima però di poter valutare l’utilizzo di questi strumenti, occorre assicurarsi che il proprio negozio online sia non solo ben strutturato dal punto di vista del Web Design e ottimizzato in ottica SEO, ma soprattutto veloce e sicuro.

Keliweb è l’azienda che fornisce soluzioni hosting web adatte a varie tipologie di progetti web. In merito al commercio elettronico, puoi valutare tutte le nostre soluzioni di hosting e-commerce che si vanno ad aggiungere ai piani ottimizzati per i CMS più usati dai professionisti:

  • WordPress (valuta il servizio hosting WordPress per gestire uno shop online con WooCommerce).
  • Magento (dai un’occhiata ai nostri pacchetti di hosting Magento, adatte a ospitare siti e-commerce di grandi dimensioni).
  • PrestaShop (con il servizio hosting PrestaShop puoi creare e gestire senza difficoltà un e-commerce)
  • Joomla (se vuoi fare commercio online con questo CMS, allora ti conviene valutare il nostro piano hosting Joomla).
  • OpenCart, Drupal e altri ancora (il KeliCMS può essere il servizio di hosting che stai cercando).

Per concludere

Ottimizzare ogni singolo aspetto per poter raggiungere gli obiettivi prefissati, un lavoro che ogni commerciante digitale dev’essere pronto a svolgere per aumentare le opportunità di vendere online.

Ci auguriamo che i tool per e-commerce consigliati in questo articolo possano esserti d’aiuto per portare al successo il negozio virtuale.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button