Tutorial

10 consigli per scrivere una Newsletter davvero incisiva

Spesso data come obsoleta, la Newsletter rappresenta in realtà ancora oggi un formidabile strumento di marketing. Anzi, mi spingo più in là con il concetto e rafforzo la cosa dicendo che la Newsletter è oggi ancora più importante, in particolar modo ora che le pagine social funzionano tramite algoritmi che premiano chi spende e penalizzano chi non lo fa. Ecco perché ho deciso di fornire alcuni consigli su come scrivere una Newsletter.

Perché usare la Newsletter

Come già accennato in apertura, l’uso della Newsletter è importante per dare maggiore sbocco alle comunicazioni con gli utenti. Passata la grande onda di “marketing di massa”, con le piattaforme social a monopolizzare l’attenzione con un enorme quantitativo di contenuti organici, siamo giunti a una fase in cui è la comunicazione one-to-one a farla da padrone.

Le aziende tendono a riferirsi direttamente alle singole persone, non più a una massa composta da un numero imprecisato di individui. Questa nuova tendenza è la causa principale del successo di applicazioni di messaggistica come Telegram e WhatsApp, diventate ora strumenti per il marketing digitale.

Iscriviti al nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su nuovi sconti e offerte Keliweb.

In tale contesto di rapporto diretto con l’utente, riacquista vigore e forza anche l’uso della Newsletter.

Come scrivere una Newsletter di successo in 10 step

Prima di poter pensare a come strutturare una strategia di E-Mail Marketing, è indispensabile partire da un punto base: scrivere una Newsletter ad alto potenziale. Cosa intendo con questo? Semplicemente che non basta inviare una Newsletter per ottenere risultati, nemmeno se il pubblico è profilato al massimo.

Di seguito, ti fornisco 10 suggerimenti per scrivere una Newsletter in grado di fare la differenza.

Consiglio 1 – INFO immediate

Il primo suggerimento che mi sento di darti per scrivere una Newsletter di qualità è… andare dritto al punto! Inizia subito il tuo contenuto dall’informazione principale, dai all’utente la possibilità di capire già dalle prime righe perché gli hai inviato un messaggio.

Consiglio 2 – Il dono della sintesi

Inviare un messaggio mail troppo lungo, con un contenuto pari quantitativamente all’articolo di un blog, non otterrai altro che la cestinazione immediata. Devi essere sintetico, veloce, andare dritto al sodo e non allungare troppo il brodo.

Consiglio 3 – Scrivi bene, ma…

Scrivere bene è la conditio sine qua non, il punto fermo da cui far partire ogni minima considerazione. Rileggi più volte per eliminare qualunque minimo refuso, puntando possibilmente su periodo brevi e diretti. Ti piace scrivere e magari scrivi anche bene, ma evita di farti prendere la mano e di proporre concetti troppo astrusi e complessi.

Consiglio 4 – Evita formule scontate

Sono quasi dieci anni che centinaia (migliaia) di marketer si azzannono per spartire lo stesso osso, optando per messaggi pubblicitari che tendono poi tutti ad assottigliarsi in una sorta di “dimensione di controllata stabilità”. Il mio consiglio è quello di uscire dagli schemi, evitando le formulette già usate da altri. Cerca un tuo stile e punta su di esso.

Consiglio 5 – Inserimento immagini

Inserire contenuti visivi all’interno della Newsletter ti garantisce un doppio vantaggio, ovvero avere elementi attrattivi in più e poi catalizzare l’attenzione del lettore su un punto ben preciso. Attraverso l’inserimento di immagini (con link commerciale inserito all’interno) veicoli l’azione dell’utente, portandolo direttamente dove vuoi che vada (per esempio, nella vetrina prodotti del tuo sito).

Consiglio 6 – Oggetto dell’e-mail

Uno degli elementi più importanti per una Newsletter è, senza ombra di dubbio, l’oggetto. Senza un oggetto scritto come si deve, è molto probabile che la comunicazione non venga nemmeno presa in considerazione, finendo cestinata o direttamente nello spam. Per evitare questo, dovrai concentrare la tua attenzione anche su questo elemento, evitando di commettere alcune ingenuità che ne azzerano il potenziale.

Per saperne di più, scopri come scrivere l’oggetto di una Newsletter.

Consiglio 7 – Aggiungi link

L’ho già accennato in un punto precedente (nel paragrafo dedicato alle immagini), ma lo ripeto ben volentieri: all’interno della Newsletter dovrai inserire dei link ben posizionati, ovvero inseriti all’interno di anchor text funzionali al discorso e all’obiettivo prefissato.

Una mail commerciale, per poter funzionare, deve apparire il meno commerciale possibile.

Consiglio 8 – Suddividi in brevi paragrafi

Così come accade per ogni di articolo di un blog, un contenuto testuale deve essere strutturato in un certo modo per aiutare la lettura dell’utente. Come? Semplicemente suddividendo il testo in paragrafi. Allo stesso modo, anche la Newsletter deve essere organizzata in brevi paragrafi, ognuno di essi esplicativo di un determinato aspetto del messaggio.

Consiglio 9 – Grassetto nei termini chiave

Il testo di una Newsletter non deve necessariamente rispettare le regole della SEO, ecco perché per un copywriter c’è maggiore libertà di movimento. Allo stesso tempo, però, vi sono alcune accortezze che consiglio di continuare a usare, a cominciare dall’uso del bold nei termini chiave del contenuto. Evidenziare le keywords, non per il motore di ricerca ma per fornire dei “punti chiave visivi” al lettore.

Consiglio 10 – Vai dritto al punto

Considera questo ultimo suggerimento come un sunto di quanto detto finora. Una Newsletter deve andare dritto al punto, esprimere con immediatezza quanto si vuole comunicare. Ricordati dunque che, quando ti viene detto di scrivere una Newsletter, il tuo obiettivo è quello di dare al lettore una comunicazione chiara, veloce e diretta. Per farlo hai poco spazio, sfruttalo al meglio.

I vantaggi di una comunicazione persuasiva e “diretta”

In una fase in cui tutti puntano su contenuti e tutorial d’ogni genere, il modo migliore per “restare in scia” è quello di proporre contenuti simili ma con un pizzico di originalità. Visto che ora ci troviamo in una fase leggermente diversa, in cui i dispositivi mobile e la connessione h24 danno forza alle comunicazioni personali, occorre lavorare su questi messaggi diretti.

È evidente che il punto base da cui partire per una strategia di marketing one-to-one è l’individuazione del target, con la profilazione di un numero di utenti perfettamente in linea con il pubblico ideale.

Trovare però il pubblico non basta, bisogna anche saperlo conquistare. Per raggiungere questo scopo, è essenziale lavorare su una comunicazione persuasiva, costante e che tenga conto delle differenze tra ogni persona. Così facendo, sarà possibile raggiungere l’obiettivo primario di ogni marketer: conquistare la fiducia e la stima degli utenti, facendo diventare il Brand un punto di riferimento all’interno della propria nicchia di mercato.

Per concludere

Tutti i suggerimenti elencati in questo articolo vogliono essere una base con il quale iniziare a scrivere una Newsletter di spessore, al fine di aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di business tramite la posta elettronica.

Per chiudere, ti consiglio di dare un’occhiata alle proposte commerciali di Keliweb con il quale poter lavorare con una casella di posta professionale.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento