Tutorial

SEO Writing Assistant, lo strumento di SEMrush che ti aiuta a ottimizzare i contenuti

Pensare di poter lavorare al meglio in ambito web senza l’ausilio di strumenti professionali è un’utopia, o una falsa convinzione che può mettere in difficoltà chi non utilizzare “aiuti esterni”. Nel mondo di internet, che gira tutto intorno a bizzarri algoritmi, non può funzionare così. Ecco perché abbiamo deciso di parlare di SEO Writing Assistant.

Cos’è SEO Writing Assistant

Chi lavora quotidianamente creando contenuti editoriali sa perfettamente che, se non si seguono determinate “regole”, diventerà impresa ardua riuscire a conquistare spazio e rilevanza all’interno del motore di ricerca.

I copywriter utilizzano strumenti come Ubersuggest e Answer the public, utilissimi per trovare argomenti e parole chiave. Per non parlare poi di Google Trends, lo strumento che informa sulle tendenze del momento.

SEMrush è una delle migliori piattaforme per analizzare l’andamento di un sito web. Tanti strumenti disponibili per chi si occupa di Web Marketing (come Social Media Poster, per programmare i canali social network, o Brand Monitoring).

Ora la piattaforma ha lanciato il nuovo strumento SEO pensato per il Copywriting.

SEO Writing Assistant SEMrush è uno strumento che aiuta il copywriter a ottimizzare ogni singolo contenuto. Seguendo le indicazioni dello strumento, sarà molto più facile creare contenuti in grado di conquistare l’attenzione del pubblico e anche di scalare le SERP di Google.

Il contenuto è troppo lungo o eccessivamente breve? vi sono abbastanza parole chiave o ne mancano alcune con grosse volumi di traffico? Il pezzo in questione è scritto in maniera corretta dal punto di vista della SEO, o c’è tanto da migliorare?

Tutte informazioni che SEO Writing Assistant è in grado di fornirti per aiutarti a migliorare la produzione editoriale.

hosting wordpress
Lo spazio web adatto al lavoro dei copywriter. Sfrutta al meglio tutte le potenzialità di WordPress!

Come usare lo strumento di SEMrush

WordPress è il software più utilizzato da tutti coloro che devono lavorare online in ottica SEO.

Vuoi saperne di più? Ecco i 10 motivi per scegliere WordPress.

Chi usa WordPress per creare contenuti si serve spesso di
SEO by Yoast, considerato uno dei migliori plugin che però a volte fornisce indicazioni troppo vaghe.

Proprio per questo consigliamo di usare SEO Writing Assistant, per avere dei migliori consigli SEO per migliorare un articolo. Lo strumento ti aiuta a migliorare tutto il testo, dal titolo a ogni singola frase.

Scarica SEO Writing Assistant su WordPress

Facciamo una considerazione iniziale: SEMrush è una piattaforma che può fornire tante informazioni utili per l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Con le indicazioni dello strumento, infatti, sarà molto più semplice aumentare il traffico in entrata, ricevere backlink da fonti autorevoli, migliorare i link interni, dare un’occhiata a quello che fanno i competitor e altro ancora.

Il consiglio base, dunque, è quello di sottoscrivere l’abbonamento alla piattaforma, per poter godere di tutti i vantaggi di cui sopra. In caso non si voglia sottoscrivere nessun abbonamento ma avere una versione gratuita di SEO Writing Assistant, si può scaricare l’estensione SEO da Google.

Detto questo, vediamo come portare SEO Writing Assistant sul tu blog WordPress.

Non devi fare altro che entrare nella Dashboard di WordPress, cliccare su Plugin nella barra di sinistra e poi su Aggiungi nuovo.

A questo punto, scrivi il nome del plugin all’interno della barra per effettuare la ricerca (in alto a destra).

Una volta individuato il plugin, clicca su Installa ora per effettuare il download, dopodiché installa SEO Writing Assistant.

Appena installato e attivato il nuovo plugin WordPress, collegalo al tuo account SEMrush. Pochi semplici passaggi per avere a disposizione un nuovo strumento con la quale migliorare la qualità dei contenuti.

Come usare SEO Writing Assistant

Con l’aggiunta di questo piccolo software, troverai un’apposita sezione sotto l’editor di testo di WordPress. Perciò, una volta completata la stesura del nuovo articolo, scrolla la pagina e clicca sul pulsante blu Create new recommendations.

Fatto questo, il copywriter deve inserire (nell’apposito box) tutte le parole chiave su cui si vuole ricevere suggerimenti.

Consiglio: meglio inserire parole chiave a lunga coda invece di singole keywords secche.

Questo permetterà allo strumento di fornire indicazioni per ottimizzare al meglio l’articolo e attirare un traffico altamente qualificato, composto da utenti che stanno effettuando una specifica ricerca. Meno volume, maggiore qualità (in termini di azioni compiute poi sul blog/sito).

Ultimo step, specificare il tipo di pubblico a cui è rivolto l’articolo. Infine, clicca sul pulsante Get recommendations per avere i consigli SEMrush SEO.

Ottimizzazione SEO: le indicazioni fornite dallo strumento

Dopo aver inserito i termini di ricerca, lo strumento provvederà a fornire un’approfondita analisi del testo. Grazie alle indicazioni fornite sarà molto semplice migliorare il contenuto, sia per quel che riguarda l’utilizzo delle parole chiave che per quel che concerne la leggibilità del testo.

In dettaglio, SEO Writing Assistant fornisce delle precise indicazioni suddivise attraverso otto parametri distinti:

  1. Overall score: una sorta di voto al contenuto.
  2. Readability: il testo è facile da leggere?
  3. Words: il numero di parole utilizzate e il tempo di lettura del pezzo.
  4. Target keywords: un primo elenco di parole chiave da utilizzare.
  5. Recommended keywords: termini consigliati per arricchire il testo.
  6. Title: una valutazione del titolo H1 inserito.
  7. Linking: consigli su eventuali link da “migliorare”.
  8. Paragraph lenght: valutazione singoli paragrafi su lunghezza e leggibilità.

Per concludere

SEO Writing Assistant è perfetto per chi aspira a diventare copywriter professionista.

Con il nuovo strumento di SEMrush sarà molto semplice migliorare l’ottimizzazione SEO di un contenuto e il posizionamento di un sito. Una lunga serie di informazioni con cui scoprire quali termini di ricerca inserire e come strutturare il pezzo.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button