Tutorial

Come creare una sitemap su un sito fatto con WordPress

Quando creiamo un nostro sito web dobbiamo essere ben consapevoli che bisogna mettere in atto alcune accortezze per far si che il nostro lavoro venga “riconosciuto” dal motore di ricerca, per non rendere completamente inutili i nostri contenuti. Ciò che scriviamo sul nostro sito deve essere realizzato in modo tale da essere presente sulle SERP di Google, altrimenti il nostro lavoro risulterà nullo. sarà come se non esistessimo proprio sul web.

Perciò, a parte lo scrivere i contenuti in maniera adeguata dobbiamo segnalare la nostra presenza al motore di ricerca. Per poter far questo, una buona soluzione può essere rappresentata dalla creazione di una sitemap.

Una sitemap è un file in formato xml che elenca tutte le pagine di un sito web con le relative date di modifica. Essa rappresenta uno strumento estremamente utile per quanto riguarda la scansione del crawler del motore di ricerca. In pratica, con la sitemap noi informiamo lo spider di Google che nel nostro sito sono presenti degli articoli, di cui forniremo gli indirizzi. In tal modo, lo spider avrà vita facile nel trovare i nostri articoli per poterli indicizzare.

Vediamo dunque come creare una sitemap su un sito fatto con WordPress, il CMS più utilizzato del web.

Diciamo subito che, per generare una sitemap, non c’è bisogno di essere esperti di linguaggio xml. Quello che dobbiamo fare è installare un plugin.

Prendiamo dunque come esempio per la nostra guida uno dei plugin più famosi, chiamato Google XML Sitemaps.

Per iniziare dobbiamo effettuare l’installazione del plugin in questione: per far questo, entriamo nel pannello di controllo di WordPress e andiamo a cliccare a sinistra nella sezione “plugin”. Selezioniamo poi su “aggiungi nuovo”, in modo tale da poter effettuare la ricerca di Google XML Sitemaps. Trovato il plugin che ci serve, procediamo con la semplice installazione.

SCREEN 1

Una volta completata l’installazione del plugin lo attiviamo andando nella sezione “plugin installati”, troviamo il nostro nuovo plugin e clicchiamo su “attiva”. Fatto questo, vedremo comparire Google XML Sitemaps nel menu a sinistra.

A questo punto creiamo due documenti “sitemap.xml” e “sitemap.xml.gz”, e li carichiamo tramite client FTP dentro la root principale in cui è installato WordPress.

Dalle opzioni possiamo scegliere di rigenerare il contenuto del blog ogni qual volta andiamo ad apportare delle modifiche, in tal modo ogni volta che andremo a modificare qualcosa sul nostro sito la nostra sitemap si rigenererà automaticamente andando così a segnalare a Google i relativi cambiamenti apportati. Per poter far questo, quello che dobbiamo fare è settare tutte le impostazioni per poi andare a selezionare “rigenerare la sitemap”.

SCREEN 2

Per poter tenere sotto controllo tutti i dati e le statistiche della nostra mappa appena creata, sarà necessario aggiungere la sitemap allo strumento Google Webmaster Tools. Per far questo dobbiamo recarci nella pagina dedicata allo strumento per webmaster e cliccare “Aggiungi/Testa sitemap”, dopodiché inseriamo il nome della sitemap e clicchiamo su Invia sitemap”.

Bisogna comunque aggiungere che Google XML Sitemaps non è l’unico plugin disponibile per la creazione di una sitemap su WordPress. Esistono altre soluzioni altrettanto vantaggiose e performanti per quello che sono i nostri scopi, ovvero ottimizzare l’indicizzazione dei nostri contenuti.

Tra gli altri plugin disponibili in Rete, alcuni veramente interessanti sono:

  • Google News Sitemaps Generator: si tratta di un plugin che genera in maniera automatica una sitemap compatibile con il servizio Google News. In tal modo, otterremo una indicizzazione ottimale nell’aggregatore di news di Google stesso.
  • Google (XML) Sitemaps Generator: plugin che ci permette di generare in maniera automatica la sitemap. Esso supporta diverse opzioni e si integra con altri plugin di WordPress.
  • Better WordPress Google XML Sitemaps: soluzione ideale per i siti molto grandi, questo plugin ci consente di creare una sitemap index in cui saranno racchiuse tutte le sitemap figlie. Perciò, con questo plugin non avremo un unico file sitemap, caratterizzandosi, come detto in precedenza, come soluzione ideale per i siti web e i blog di grandi dimensioni.
Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button