Verifica GRATIS la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.

Come utilizzare strumenti per Webmaster

Per quanto riguarda la gestione di un sito web, soprattutto per quanto riguarda il posizionamento sul motore di ricerca, ogni webmaster può utilizzare una serie di strumenti che Google ci mette a disposizione. Utilizzando in maniera adeguata tali strumenti, avremo la possibilità di ottenere degli ottimi risultati per quanto concerne la nostra attività. Se l’obiettivo principale di ogni SEO specialist è quello di scalare le SERP di Google, ecco che questi strumenti diventano assolutamente necessari.

Per poter usufruire di questi tools, basta digitare nella barra di ricerca di Google “strumenti per webmaster di Google”, e potremo così entrare nella pagina principale del servizio dove effettueremo l’accesso con il nostro account Google. Se non abbiamo un account, basta registrarsi.

Una volta effettuato l’accesso, andremo a cliccare sul link del nostro sito che comparirà nella pagina, in modo tale da poter accedere agli strumenti. Bisogna  dire che rispetto anche a Google Analytics, gli strumenti di Google Webmaster Tools ci consentono di integrare dei dati ancora più precisi e dettagliati del traffico del nostro sito, in modo tale da avere le idee ancora più chiare e intervenire per eventuali problematiche. In ogni caso vanno usati entrambi e tenuti come riferimenti.

Gli strumenti per webmaster  ci consentono di guardare il nostro sito “attraverso gli occhi di Google”, e quindi notare come il motore di ricerca guarda il nostro sito.

Grazie a tali strumenti possiamo avere maggiori informazioni per quanto riguarda il traffico, le parole chiave, gestire le sitemap (leggi la nostra guida su come creare una sitemap su WordPress) ed altro ancora.

Facciamo alcuni esempi a riguardo per poter capire concretamente il grande contributo che tali strumenti possono fornisci per il nostro lavoro.

Google-Webmaster-Query

La sezione Query di ricerca ci consente di tenere sotto controllo la classifica delle parole chiave che riguardano il nostro sito. Attraverso l’analisi dei dati che ci vengono forniti, possiamo capire quali effetti abbiano avuto le keywords che abbiamo utilizzato per la nostra campagna SEO. Oltre a questo, possiamo cliccare su una delle keyword della lista che ci viene fornita per poter cosi avere dei dati specifici della query. Essi saranno utili per l’ottimizzazione delle parole chiave del nostro sito web, perchè ci permettono di capire quali pagine generano i migliori risultati, così potremo capire quali pagine possano essere il punto centrale della nostra strategia SEO.

Dalla sezione presa in esame avremo dunque tanti dati che risulteranno essere fondamentali per poter migliorare ed ottimizzare i nostri contenuti. Avere dati dettagliati per il flusso di traffico è molto importante per vedere quali pagine del nostro sito funzionano bene e quali contenuti invece non hanno grandi effetti, quali pagine ottengono maggiori click ed impressioni e quali no, in modo tale da poter migliorare tali contenuti stessi ed ottenere dei vantaggi.

Molto importante è l’opzione “con modifica” che troviamo nella sezione che stiamo prendendo in esame. Tale funzione ci permette di tenere sotto controllo i cambiamenti di prestazioni nel tempo. Così facendo, ogni qual volta andiamo a modificare qualche elemento all’interno del nostro sito, avremo la possibilità di valutare l’efficacia di tali modifiche. Si tratta di una funzione molto utile ed estremamente importante, visto che ci consente di ottenere dettagliate informazioni nel corso del tempo per poter migliorare la nostra strategia SEO.

Altro grande aiuto ci può arrivare dalla sezione “Link che rimandano al tuo sito”, che indica tutti i link verso il nostro sito incontrati da Googlebot durante la scansione.  Avremo cosi una lista dettagliata dei domini che hanno riportato dei link verso il nostro sito, e possiamo anche individuare gli anchor text che Google individua con maggiore frequenza.

Oltre a queste sezioni prese in esame, attraverso gli strumenti per webmaster possiamo monitorare il Page Speed (utile per non sprecare le risorse che gli spider allocano per ogni sito web) e il robots.txt.

Insomma, per poter ottimizzare al meglio il nostro sito e puntare cosi su una strategia SEO professionale è indispensabile conoscere gli strumenti per webmaster messi a disposizione da Google, che ci permettono di apportare le necessarie migliorie al nostro sito per ottenere risultati sempre più soddisfacenti.

Vota per primo questo articolo!
Votazione in corso...
Mi piace
Mi piace Love Ahah Wow! Triste Grr!!

Lascia un commento

scroll to top