GuideTutorial

Perché WordPress è lento: cause e soluzioni

Nonostante sia considerato il miglior software in circolazione per creare siti web, anche WordPress può subire un depotenziamento e offrire performance non soddisfacenti. Occhio però a farsi prendere dalla negatività e rinnegare il CMS. Se WordPress è lento, significa che ci sono alcune cose che non vanno, delle cause ben precise che giustificano le scarse prestazioni. In questo articolo cercheremo quindi di scoprire perché WordPress è lento e, allo stesso tempo, cosa fare per risolvere la situazione.

WordPress lento, un bel problema

Non vi sono dubbi sul fatto che WordPress sia il CMS preferito dagli utenti. Sono i numeri a parlare chiaro: come confermato da W3Techs, infatti, WordPress domina incontrastato rispetto ai vari software simili.

Trend della percentuale di siti che usano WordPress.

Bisogna anche considerare che quest’egemonia non riguarda solo il settore Blogging (prima opzione che viene in mente pensando a WordPress) ma anche il commercio elettronico visto che, grazie al famoso plugin WooCommerce, è possibile fare e-commerce con WordPress.

Tutto bello, ok, ma difficile da far credere a chi ha investito tempo e denaro in WordPress e poi si è ritrovato con un sito lento senza apparenti motivi.

Le possibili cause

Attenzione, sarebbe fin troppo facile prendersela con WordPress. Se il CMS è lento significa che c’è qualcosa che gli impedisce di rendere al meglio e, con ogni probabilità, è proprio colpa di chi lo gestisce.

Analizziamo quelle che sono le cause che rendono WordPress lento.

#Plugin

Uno dei motivi che potrebbero averti spinto a usare WordPress è la consapevolezza della disponibilità di tanti plugin con il quale poter aumentare le funzionalità del CMS. Il problema però sta nel farsi prendere la mano e scaricare tantissimi plugin, anche inutili per quella che è la tua attività. La lentezza di WordPress potrebbe dunque essere causata da alcuni plugin installati (e magari inutilizzati) sul sito.

#Widget

Attraverso i widget è possibile inserire sul proprio sito una serie di elementi che, il più delle volte, servono a “indirizzare” il comportamento dei visitatori. Pensiamo per esempio ai pulsanti o ai banner, quest’ultimi molto utilizzati in ambito business. Così come per i plugin, anche “l’abuso” di widget sulle pagine del sito rischiano di provocare un enorme rallentamento dello stesso. Consigliamo quindi un uso moderato dei widget, inserendoli con parsimonia solo in alcune pagine specifiche.

#Immagini

Così come tutti gli elementi presenti su un sito, anche le immagini hanno la loro rilevanza. Se non vengono compresse, le immagini possono avere un peso notevole (pensiamo per esempio alle foto ad alta risoluzione). Se poi sei uno che inzeppa il sito di immagini e foto, allora ecco spiegato il rallentamento del sito. Rinunciare dunque ai contenuti visivi? Non è questa la strada giusta. Quello che c’è da fare è ottimizzare le immagini, facendo in modo che esse pesino meno senza perdere in qualità. Esistono diversi programmi online che permettono di fare questo, come Icecream Image Resizer, Caesium e TinyPNG.

#Template

La scelta del tema è una delle componenti che più può incidere sulle prestazioni di un sito WordPress. A volte, magari per poter risparmiare qualcosa, si decide di puntare su qualche template gratuito scaricato da internet. Senza le dovute ottimizzazioni, si potrà però incappare in qualche problema. Un template non ottimizzato o comunque troppo carico di elementi può dare una pesante mazzata alle performance di WordPress. Per questo motivo, è sempre importante scegliere un tema professionale.

Permettici di consigliarti i migliori temi WordPress professionali.

#Aggiornamenti

Molto spesso, capita che venga usato WordPress ma che ci si dimentichi di aggiornarlo, lasciandolo così a una versione ormai sorpassata. Sembra una cosa di poco conto ma, in realtà, aggiornare il CMS è indispensabile per permettere al software di funzionare al meglio. Non aggiornare WordPress ne provoca rallentamenti e anche altre problematiche, come nel caso della sicurezza. Senza considerare il fatto che, senza fare gli aggiornamenti, non sarà possibile usufruire delle nuove funzioni aggiunte da WordPress a ogni restyling.

#Hosting

Capita che a volte si cerchino soluzioni rapide, perdendo però di vista ciò che a primo impatto sembra evidente. Il più delle volte, il motivo che spiega perché il sito WordPress va così lento riguarda il piano hosting acquistato. Con ogni probabilità, il servizio web che hai scelto per far ospitare il tuo sito non è in grado di fornirti il livello di prestazioni che cerchi, magari per componenti hardware di basso livello e/o per la scarsità delle risorse a disposizione. La scelta di un servizio hosting WordPress di qualità è dunque fondamentale per le sorti (e la velocità) di un sito.

Come velocizzare il tuo sito

In ognuna delle cause elencate è già presente, in maniera implicita, quella che può essere la soluzione al problema. Abbiamo però l’intenzione di andare ancora più a fondo dandoti qualche dritta più specifica per evitare che un sito WordPress lento ti impedisca di raggiungere i tuoi obiettivi.

Ci sono diverse cose che puoi fare per aumentare la velocità di un sito e renderlo più sicuro: ecco i nostri consigli su come velocizzare WordPress.

Nei prossimi paragrafi, due elementi essenziali per fare il salto di qualità online con un sito WordPress.

Scelta del piano hosting

Abbiamo chiuso l’elenco delle cause del rallentamento con gli hosting, la cui scelta errata comporta l’inevitabile calo di prestazioni del CMS. Se il servizio che hai acquistato non è all’altezza delle tue aspettative, significa che è arrivato il momento di cambiare.

Keliweb può fornirti una soluzione ottimizzata per WordPress che non teme confronti. Le risorse incluse nel piano garantiscono l’abbattimento dei tempi di caricamento delle pagine del sito, con performance elevatissime e tanti benefici per il tuo business online.

Elenco delle principali risorse incluse nel nostro piano hosting WordPress:

  • Dominio
  • 10 GB SSD spazio web
  • Certificato SSL e HTTP/2
  • Database MySQL illimitati
  • Traffico illimitato
  • Caselle e-mail illimitate
  • Backup automatico 24h
  • Google PageSpeed
  • Caching avanzato
  • Gestione .htaccess
  • Supporto Node.js
  • Ideale per WooCommerce
  • Assistenza h24

Opzione CDN

Il servizio che può dare al tuo sito “un’accelerata clamorosa” è senza dubbio la CDN. Grazie alla rete di server, i contenuti statici del sito saranno replicati dal nodo fisicamente più vicino all’utente che vuole navigare sul sito, in qualunque zona del mondo esso si trovi. In questo modo, le prestazioni del sito resteranno elevatissime in ogni luogo del pianeta.

Quale miglior soluzione ci può essere per un sito internet che ha una clientela internazionale? Con la CDN puoi raggiungere tutti gli utenti in ogni dove, senza perdere un minimo della tua efficacia.

Vuoi toccare con mano il miglioramento di prestazioni del tuo sito? Testa subito la nostra CDN, i primi 10 GB sono gratis!

Per concludere

Pensiamo di essere riusciti a evidenziare quelli che sono i motivi principali che spiegano come mai WordPress sia così lento. Se ti trovi dunque in questa scomoda situazione e vuoi uscirne, segui i nostri consigli per ridare forza e vigore (in una parola, velocità) al tuo sito web.

hosting per wordpress
Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button