Le dritte dal Datacenter

Come velocizzare il tuo blog WordPress (e renderlo più sicuro)

Creare un blog e lanciarlo online è un conto, renderlo capace di ottenere grandi risultati è un’altra storia. Oltre alla qualità dei contenuti (che devono essere ottimizzati in ottica SEO) bisogna anche lavorare sulle performance del software utilizzato per gestire un progetto web. Vediamo quindi come velocizzare il tuo blog WordPress.

WordPress, il software ideale per il tuo blog

Prima di entrare nel dettaglio, rispondiamo a una domanda di base: perché scegliere WordPress per gestire un blog? 

La scelta del CMS è uno degli aspetti più importanti (se non il più importante) da prendere in considerazione per lanciare un progetto web. WordPress si caratterizza come opzione numero 1 per diversi motivi, tra cui la semplicità di utilizzo (che lo rende adatto a tutti i tipi di utente), la flessibilità, la possibilità di personalizzazione, la vastità di temi disponibili ecc.

Per approfondire questo aspetto, leggi i 10 motivi per scegliere WordPress.

5 consigli per velocizzare WordPress

Puoi mettere su un diario online ben strutturato, ma se i tempi di caricamento delle pagine sono alti gli utenti non si prenderanno certo il disturbo di approfondire i tuoi contenuti. Per fare quindi in modo che il tuo lavoro non risulti inutile (per i motivi di cui sopra) devi aumentare la velocità del blog. Come fare? Ecco alcuni consigli.

#1 Via i plugin inutili

Una delle caratteristiche principali di WordPress (come accennato in precedenza) riguarda la grande disponibilità di plugin. Un vantaggio che comporta però dei rischi, tra cui quello di “farsi prendere la mano” e scaricare un numero spropositato di plugin. Inizia quindi a eliminare i plugin inutili per velocizzare il tuo blog WordPress. 

#2 Alleggerisci le immagini

Il peso dei contenuti inseriti sul blog può diventare una vera e propria palla al piede di cui devi liberarti al più presto. Come fare? Comincia ottimizzando ogni elemento che inserisci nei tuoi articoli e/o pagine, a partire dalle immagini che devono essere “alleggerite”. Sul web trovi strumenti adatti sia per comprimere e ottimizzare le immagini, come TinyPNG e Image Optimizer.  

#3 Butta fuori la spazzatura

Scrivere articoli interessanti spinge gli utenti a commentare, porre domande, esprimere dubbi e perplessità. Oltre a questi commenti, però, possono arrivare anche tanti commenti spam che sono inutili e, in particolar modo, appesantiscono il blog. Ecco perché è assolutamente necessario eliminare di volta in volta ogni commento spam. 

#4 Comunicazioni interrotte? Taglia

Un blog attivo da diverso tempo potrebbe avere in sé dei collegamenti esterni ormai non più reali. Per dirla in soldoni, alcuni link in uscita che hai inserito all’interno dei tuoi articoli potrebbero non essere più funzionanti, a causa della chiusura o della cancellazione del contenuto linkato. Controlla quindi in maniera costante tutti i link esterni e, se ti accorgi che qualcuno rinvia l’utente a una risorsa non più disponibile, elimina il link e sostituiscilo con un altro contenuto. 

#5 Dai una spintarella ai tuoi contenuti

Altro consiglio per velocizzare il blog WordPress è “dare una spintarella ai contenuti”, in particolar modo se il tuo target va ben oltre i confini nazionali. Come? Con la CDN, una rete di server che replica i contenuti statici del blog (immagini, video, CSS, JavaScript) con la stessa velocità in ogni zona del mondo. 

hosting ottimizzato wordpress

Velocità, e non solo: metti in sicurezza il tuo blog

Aumentare la velocità del blog WordPress è un primo (indispensabile) tassello da cui partire, per permettere così agli utenti di leggere i tuoi articoli senza perdere la pazienza a causa di tempistiche eccessive. 

Oltre alla velocità, però, bisogna lavorare anche sulla sicurezza del blog. WordPress è usato non solo per i blog, ma anche per siti web, forum, e-commerce. Tutte queste attività richiedono di evitare problemi di sicurezza, per non rendere inutile l’aumento di velocità. 

#1 Nome admin

Prima cosa da fare per migliorare il livello di sicurezza di WordPress è scegliere un nome admin (così come la password) lungo e complesso. Allontana quindi la tentazione di optare per soluzioni semplici perché “facili da ricordare”, sarebbe il miglior assist per i malintenzionati. 

#2 Aggiorna sempre WordPress

Chi gestisce un blog WordPress lo sa perfettamente: ogni giorno c’è un qualche aggiornamento da fare. Per quanto possano sembrare operazioni inutili, in realtà mantenere il blog sempre aggiornato è davvero importante. Ancora di più è aggiornare WordPress ogni qual volta viene rilasciata una nuova versione in cui, almeno in teoria, sono stati corretti diversi problemi.   

#3 L’importanza del backup

Un blog può diventare “terreno di caccia” per gli hacker che possono causare gravi danni. Ecco perché è importante effettuare spesso il backup dei dati, per mettere al sicuro tutto il tuo lavoro e averne sempre una copia aggiornata in caso di incursioni da parte dei cyber-criminali.

A tal proposito, occorre scegliere piani web hosting con backup automatico.

#4 Occhio al tema

Per non mettere a rischio la sicurezza del tuo blog WordPress devi evitare, nel modo più assoluto, di scaricare temi da fonti non sicure. È preferibile infatti spendere qualche soldino in più e acquistare un template “sicuro” che non optare per una soluzione low cost dalle mille incognite, che potrebbe essere un potenziale cavallo di Troia per software poco raccomandabili.  

#5 Protocollo HTTPS, tieni lontano i malintenzionati

La certificazione del dominio è un tassello necessario per la messa in sicurezza di un blog/sito WordPress. In particolar modo chi utilizza il CMS per il commercio elettronico deve poter assicurare la totale protezione dei dati dei clienti con il protocollo HTTPS, ovvero la crittografia dei dati fornita dal Certificato SSL.  

Per concludere

WordPress è un software stabile ma che, purtroppo, può essere soggetto a diverse problematiche. Mettere in atto tutte le attività volte ad aumentarne velocità e sicurezza diventa quindi fondamentale, un lavoro da cui non puoi esimerti.

Il miglior punto di partenza per non avere nessun grattacapo a riguardo è puntare su sservizi di Hosting WordPress che includa tutte quelle risorse che possono aiutarti a ottimizzare i diversi aspetti del tuo blog. 

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button