Domini

Domino di terzo livello, che cos’è

Perché un sottodominio può essere l'occasione giusta per la tua azienda

Con lo sviluppo degli strumenti e delle possibilità che il digitale sta fornendo (all’interno dello sviluppo dell’industria 4.0), le aziende sono in grado di ampliare i propri orizzonti. Chi dirige un’impresa sa (o dovrebbe sapere) che creare un sito web è il passo fondamentale per aumentare la visibilità del proprio lavoro. Nell’articolo di oggi analizziamo i motivi per cui un dominio di terzo livello rappresenta una grande occasione.

Dominio di terzo livello, che cos’è

Il dominio di terzo livello, chiamato anche sottodominio, è una sezione del tuo indirizzo internet. Vi sono diversi livelli di un dominio online seguono un ordine gerarchico che va da destra (dunque dall’estensione), la parte di sinistra (esempio di dominio di terzo livello: blog.keliweb.it) rappresenta il sottodominio.

Facciamo un esempio utilizzando una metafora. Fai conto di essere il proprietario di un intero edificio, tutto interamente dedicato alla tua azienda. In questo palazzo vi saranno diversi uffici, ognuno dedicato a una particolare attività all’interno dell’azienda. Ecco, i sottodomini non sono altro che questi uffici.

Uscendo dalla metafora, possiamo dunque dire che un dominio di terzo livello consente a un’impresa di diversificare le proprie attività, con la possibilità di creare diverse sezioni. In questo modo sarà possibile creare delle diverse specificità (ovvero le varie attività degli uffici detti in precedenza) così da ampliare il quadro d’insieme dell’azienda.

Dominio di primo, secondo e terzo livello: le differenze

Creare un sito web è un’operazione semplice da portare a termine e che deve avere le sue fondamenta ben solide. La base di un nuovo progetto digitale è il dominio internet, il nome attraverso il quale il tuo sito web sarà raggiungibile in rete. Registrare il dominio è quindi il primo passo da effettuare per lanciare una nuova attività online.

Un dominio web si differenzia, come accennato in precedenza, in diversi livelli che sono gerarchicamente indicati partendo da destra. Si parla infatti di dominio di primo, di secondo e di terzo livello. Vediamo nel dettaglio le differenze:

  • Dominio di primo livello: partendo da destra, il primo elemento di un dominio internet è l’estensione. Questo primo livello definisce, in un certo senso, l’identità stessa del dominio. Vi sono numerosissime possibilità, partendo dalle estensioni classiche (come il dominio .IT, il .COM o il .NET) fino ad arrivare ai nuovi gTLD che permettono un’ulteriore personalizzazione di un progetto.

Dai alla tua azienda un’identità precisa e originale, ecco perché scegliere le nuove estensioni dominio.

  • Dominio di secondo livello: quando si fa riferimento a questo secondo livello, non si fa altro che parlare del nome dominio, della sezione che compare subito dopo l’estensione. In ambito professionale, esso contiene il più delle volte il nome stesso dell’azienda (per esempio www.keliweb.it). A volte però si decide di utilizzare come dominio di secondo livello una (o più) parole chiave con la quale si vuol far indicizzare un determinato progetto. Il mio consiglio è quello di evitare una soluzione del genere, puntando invece a trasformare il nome del Brand in un punto di riferimento all’interno del settore.

Per approfondire questo punto, leggi l’articolo su Exact Match Domain.

  • Dominio di terzo livello: come analizzato in un paragrafo precedente, il sottodominio permette all’azienda di turno di creare delle diverse aree professionali. Si tratta di una soluzione che può essere utilizzata in diversi modi, come per la creazione di un blog (blog.keliweb.it), di un forum (forum.keliweb.it), dell’utilizzo della posta elettronica (webmail.keliweb.it). Un qualunque tipo di progetto che sia comunque legato al piano principale, nel caso del nostro esempio www.keliweb.it.

Quando usare un sottodominio

Un progetto inizia con l’acquisto del dominio, ma in seguito può essere ampliato puntando su domini di terzo livello che siano legati al dominio principale. Questa soluzione è particolarmente indicata per quelle aziende che necessitano di diversificare la propria attività, creando delle sottosezioni per determinare diversi ambiti.

Un dominio di terzo livello è l’opportunità adatta per creare un blog aziendale e legarlo al sito web principale, creando così una branca che comunque rientra sempre all’interno del progetto base.

Un’azienda che vuole ampliare il proprio bacino d’utenza potrebbe trovare molto conveniente diversificare il lavoro, sviluppando dei siti web per ogni diversa branca. Così facendo, gli utenti avranno a disposizione svariati spazi che faranno comunque sempre riferimento al progetto base.

Nuove opportunità per il tuo business

Sviluppare la propria presenza digitale utilizzando quindi diversi domini, con uno principale e una serie di sottocategorie a esso legate. Questa è l’opzione migliore per le grandi aziende (ma anche per chi è in fase di lancio dell’attività) per sviluppare l’identità del Brand in maniera varia, attraverso molti canali.

Se il sito rappresenta la vetrina principale del tuo business, il blog aziendale (creato con un piano hosting WordPress) può essere la scelta ideale per creare uno spazio in cui pubblicare articoli dedicati appositamente alle esigenze del target di riferimento.

Tali contenuti, scritti attraverso un sapiente utilizzo della parole chiave, ti garantirà l’arrivo di molto più traffico qualificato verso il Brand. Un maggior traffico di qualità comporta inevitabilmente una crescita dal punto di vista dei guadagni.

Leggi il nostro articolo con i migliori strumenti per scegliere le parole chiave.

Per concludere

Quanti sottodomini è possibile creare, legati al dominio principale? Keliweb non vuole fornire nessun limite ai tuoi orizzonti professionali, garantendoti la possibilità di creare sottodomini illimitati con un qualunque servizio di hosting in linea con la tipologia di sito internet che intendi sviluppare. Crea così la tua vetrina principale e abbina quanti più domini di terzo livello ti servono.

Verifica la disponibilità dominio e sviluppa il tuo progetto digitale, diversificando l’attività in varie sezioni. Un piano ad ampio respiro ti aiuterà ad attirare un numero sempre più alto di utenti. Un’occasione da non perdere.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Domini internet con gestione DNS inclusa

Registra ora