Server e VPSVPS

Servizi in Cloud: scalabilità orizzontale e verticale, le differenze

Quando un progetto web cresce diventa necessario (specie in ottica aziendale) potenziare le risorse a disposizione, per avere tutto il necessario per sostenere il lavoro. A differenza delle soluzioni di hosting condiviso, i servizi in Cloud devono parte del loro successo alla scalabilità, un concetto che andiamo ad analizzare in dettaglio.

Servizi in Cloud, il futuro è ora

La parola Cloud rappresenta senza ombra di dubbio una delle più importanti all’interno del settore informatico del nuovo millennio. Con questa parola si possono rappresentare diverse realtà, come il nuovo tipo di tecnologia chiamato Cloud Computing, così come anche diverse “sottocategorie” su cui è possibile ragionare.

Non esiste un solo tipo di Cloud, ma ne esistono in un certo senso tre differenti versioni. Ti consigliamo di leggere il nostro articolo che tratta le differenze tra Cloud pubblico, privato e ibrido.

Le soluzioni Cloud, al di là delle differenze appena accennate, detengono tre caratteristiche peculiari: virtualizzazione, accessibilità e scalabilità. Ragioniamo su quest’ultima.

Le soluzioni Cloud di Keliweb dedicate al mondo delle imprese.

Il concetto di scalabilità

In merito ai servizi in Cloud, il concetto di scalabilità acquista un senso ben preciso. La possibilità di aumentare le risorse virtuali a disposizione in ogni momento, per poter gestire in maniera ottimale il flusso di traffico. Grazie alla scalabilità, un’azienda che acquista un servizio in Cloud può scalare le risorse a seconda delle proprie esigenze. Sia che si tratti di una crescita (upgrade) del carico di lavoro che di un calo (downgrade) con conseguente necessità di abbassare la soglia delle risorse.

Detto del concetto di scalabilità, bisogna ricordare che ne esistono due tipologie differenti:

  • Scalabilità orizzontale
  • Scalabilità verticale

Scalare in orizzontale, cosa significa

Quando si parla di scalabilità orizzontale (horizontal scaling) si vuole raffigurare la modifica della propria infrastruttura, con l’aggiunta di nuove macchine (o in questo caso di nuovi Cloud VPS). Questo permette di alleggerire i nodi esistenti, andando a distribuire il carico su un numero più alto di nodi.

L’aggiunta di macchine (fisiche o virtuali) che richiede delle competenze specifiche per la configurazione dei nuovi server che vanno aggiunti al piano iniziale. Su ognuna di queste macchine aggiunte, che vanno a completare l’infrastruttura a disposizione, è possibile poi effettuare lo scaling delle risorse.

Scalare in verticale, cosa significa

La scalabilità verticale (vertical scaling) si ha quando si vanno ad aggiungere, o a togliere, delle risorse hardware. Pensiamo per esempio alla CPU, la RAM, la Banda, lo Spazio disco ecc. La scalabilità verticale viene presa in considerazione dalle aziende (sia quelle grandi che le piccole e medie imprese) che necessitano, in alcuni periodi, di un maggiore (o minore) quantitativo di risorse a disposizione.

Possiamo dire che scalare in verticale è un processo molto più veloce rispetto all’opzione orizzontale che, come detto, richiede delle specifiche competenze. Scalando le risorse in verticale, invece, sarà più semplice usufruire del giusto quantitativo di risorse per gestire il traffico web in un determinato periodo.

Soluzioni di Load Balancing e Autoscaling

Da sempre vicina a questo tipo di tecnologia, Keliweb è la prima azienda ad aver inserito la tecnologia Cloud in ambito Datacenter). La nostra azienda ha sviluppato negli ultimi mesi delle soluzioni Cloud business.

Con questi servizi, Keliweb punta a fornire tutto l’occorrente a quei siti web e a quelle applicazioni che hanno bisogno di quantitativi differenti di risorse a seconda del periodo, pensiamo per esempio ai siti che hanno picchi di traffico nel corso di alcune stagioni e che quindi necessitano, in un particolare periodo, di usufruire di maggiore potenza e capacità.

In merito ai nuovi servizi dedicati al business, Keliweb fornisce soluzioni di Autoscaling e Load Balancing:

  • Autoscaling: possibilità di scalare le risorse sia in verticale che in orizzontale, così da poter avere di un certo quantitativo di risorse in alcuni periodi dell’anno (per fronteggiare eventuali picchi di traffico). In tal caso, il cliente paga solo le risorse effettivamente utilizzate.
  • Load Balancing: ottimizzare le risorse utilizzate, evitare il sovraccarico delle risorse e massimizzare la potenza di calcolo.

Keliweb e il Cloud

Quello con la tecnologia Cloud è un rapporto che ci lega ormai da quasi un decennio. Il nostro processo di crescita è appena giunto a un nuovo risultato, importantissimo per dimostrare con i fatti l’affidabilità del team e dei nostri servizi in Cloud.

Nuove conquiste nel campo delle certificazioni. La nostra azienda si è dotata delle migliori Certificazioni ISO, con un importante “ampiamento” delle ultime ore.

Keliweb ha appena ottenuto le seguenti nuove certificazioni:

  • Certificazione ISO/IEC 27001:2013
  • Certificazione ISO/IEC 27017:2015
  • Certificazione ISO/IEC 27018:2014

Per concludere

I servizi in Cloud sono sempre più diffusi nell’ambito aziendale italiano, come comprovato dai numeri che testimoniano da anni la crescita del mercato Cloud in Italia.

Abbiamo visto perché la scalabilità è una delle caratteristiche più interessanti delle soluzioni Cloud, un’opzione che permette di gestire il lavoro nel miglior modo possibile a seconda delle necessità e del periodo.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button

Hosting e Dominio incluso!
A partire da  €9.90/anno

Vai all'offerta