Verifica la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.

Strumenti indispensabili per blogger – Seconda parte

Qualche giorno fa ti ho parlato di quelli che reputo essere strumenti indispensabili per un blogger. Nello specifico, ti ho citato il dizionario delle collocazioni e Photoshop, limitandomi a due aspetti del Blogging: la scrittura e la cura delle immagini.

Ancora una volta, ci tengo a ribadire che gestire un blog non è assolutamente semplice come può sembrare a un primo approccio. Miglioriamo nello stile di scrittura, ottimizziamo le immagini, ma da dove troviamo ispirazione? Come organizziamo il lavoro? Infine, in che modo riusciamo a fare rete con gli altri blogger?

hosting wordpress

Attingendo ancora una volta all’esperienza personale, provo a darti qualche suggerimento utile, così possiamo dare risposta agli interrogativi di poco fa.

Excel per il calendario editoriale

Un blogger non è un blogger se si scopre che è senza calendario editoriale. Il piano definisce le tematiche da sviluppare, il calendario stabilisce quando pubblicare i blog post. Bene, il calendario editoriale te lo fai da solo con Excel.

Ma come, esistono tanti modelli di calendario editoriale così carini, pucciosi, con fenicotteri che zampettano e unicorni che volano sull’arcobaleno – sai com’è, ora vanno di moda – e io propongo il banalissimo Excel? Ti rispondo con una delle frasi più celebri del cinema: “Francamente me ne infischio”. Lanciando virtualmente al vento i modelli sopracitati, posso assicurarti che Excel è il software adatto per organizzare il tuo calendario editoriale nel modo migliore e più personale possibile.

A noi writer serve allenare la memoria e non ci sarebbe niente di più funzionale che farlo scrivendo a penna. Lo so, non c’è tempo, però scommetto che il tempo di guardare il calendario solare sullo smartphone ce l’hai. Con quello alla mano, dopo aver aperto il nuovo file Excel, inizia a scrivere mese e giorni, poi i post da pubblicare.

Usa colori differenti per evidenziare articoli già scritti, da completare e da iniziare: all’apertura del file, in un colpo d’occhio avrai già un’idea del lavoro svolto e da svolgere.

In meno di 3 secondi ti renderai conto che dovrai sgobbare anche nel fine settimana! Ci impieghi giusto 10 minuti in più per creare il tuo calendario: compilandolo da cima a fondo, sarà più facile ricordare le cose da fare – ed ecco che si allena anche la memoria.

Fonti d’ispirazione e di interazione

Ho detto che il peggior incubo di un blogger è restare senza parole? È vero, ma è un incubo anche non sapere di cosa scrivere. A volte gli argomenti scarseggiano: può succedere a tutti e in qualsiasi ambito, per varie ragioni. È in ogni caso vietato copiare, ma non è proibito cercare nuove idee cercando in rete qualcosa di interessante da leggere.

Non posso non citare gli Alert e i Trends di Google, ma voglio parlarti di altri strumenti importanti per il blogger. Quando sei alla ricerca di tematiche da trattare, possono venire in tuo soccorso i social news magazine e l’app Tweetdeck.

I social news magazine che uso più di frequente sono Feedly e Flipboard. Essi ti permettono di visualizzare gli articoli pubblicati nel web relativi a specifici settori – turismo, cultura, tecnologia, ecc. Hai bisogno di conoscere e di farti conoscere, ma anche qui il fattore tempo è determinante: non puoi passare ore e ore a fare ricerche sui motori di ricerca o “sfogliare” le pagine di Facebook. Attraverso i magazine che ti ho citato, ti è più semplice seguire i blog e i siti che più ti interessano.

Prendi due piccioni con una fava: resti informato su news e tendenze del momento, selezioni velocemente (solo) gli articoli da leggere, interagisci con gli altri blogger, dando impulso alle relazioni virtuose in rete. La cura dei contatti partecipa alla crescita della tua notorietà: non puoi evitare di confrontarti con altri blogger ed è solo questo il senso del network.

In altre parole, la tua scrittura deve essere attraente per i lettori e per Google, ma non trascurare le relazioni: se vuoi essere letto, leggi!

Ad ogni modo, dato che ti ho parlato di selezione di blog post da leggere e di contatti con cui relazionarsi, non posso non nominare Tweetdeck. Si tratta della nota app di Twitter, con la quale è possibile programmare i post sulla piattaforma e tenere sott’occhio i feed delle tue liste.

Con Tweetdeck crei colonne apposite per ogni lista contatti che vuoi seguire con costanza, così non perderai nemmeno un tweet. Anche con questo tool, quindi, riesci contemporaneamente a interagire con chi vuoi e non ti perdi i contenuti che possono essere realmente interessanti per te.

Per concludere, non posso che suggerirti uno strumento semplicissimo eppure tanto utile per conservare gli articoli che hai trovato in rete: Pocket. Ad esempio, sei alla ricerca di post tutorial che ti spieghino come preparare le lasagne: su Google ne trovi di diversi che fanno al caso tuo.

Con Pocket salvi l’url della pagina, creando un elenco di risorse online da cui attingere ogni volta che vuoi. Per semplificare la ricerca, inserisci in ogni articolo etichette (tag) relative alla tematica trattata e trovi in un baleno tutto quello che ti serve, quando ne hai necessità.

Fare il blogger è proprio una passeggiata, vero? Non lo è! Il Blogging è un’attività trasversale, che richiede diverse conoscenze e competenze, le quali, prese nel loro insieme, fanno di te un blogger seguito e un professionista.

cloud

Con l’articolo di oggi ho voluto parlarti degli strumenti che uso ogni giorno mentre lavoro: spero che per te possano rivelarsi buoni suggerimenti.

Hai anche altro da consigliare? Scrivilo nei commenti!

Bruna Picchi

Voti: 5.0. Su 2 voti.
Votazione in corso...
Mi piace
Mi piace Love Ahah Wow! Triste Grr!!
1

Lascia un commento

scroll to top