HostingServerTutorial

Come installare e configurare server Samba

Samba è una suite di strumenti che viene spesso utilizzata per condivisione tra reti miste Windows Linux. L’utilizzo del server in questione può risolvere una serie di problemi e ci consente di mettere in atto diverse cose, come ad esempio usare un controller Windows di domini per autenticare gli utenti di una macchina Linux, o ancora agire da controllore di domini in una rete Windows.

Per installare Samba dobbiamo, come prima cosa, assicurarci che i pacchetti necessari siano installati o installarli digitando il MCC (Mandrake Control Center), nel terminale, accedendo in quanto root (digitare “su” poi la password per l’utente root), andare nel software manager e poi in “Installa”, selezionare i seguenti pacchetti

samba-client-3.0.2a-3mdk
samba-common-3.0.2a-3mdk
samba-server-3.0.2a-3mdk

Dopodiché non dobbiamo far altro che andare a cliccare su “Installa”.

Una volta completata l’installazione, possiamo avviare il server Samba eseguendo questo comando:

/etc/rc.d/init.d/smb start
Starting SMB services: [OK] Starting NMB services: [OK]

La configurazione di Samba è effettuata attraverso un file di configurazione unico: smb.conf che troviamo nella cartella /etc/samba/

Questo file descrive le risorse che si desidera condividere, e le autorizzazioni/restrizioni ad essi associati.

Ogni volta che si apportano delle modifiche al file sopra citato è necessario riavviare il servizio di Samba, e per farlo dobbiamo digitare questo comando in una finestra di terminale:

sudo service smbd restart

La sezione [global] si trova sempre all’inizio della configurazione del file /etc/samba/smb.conf e racchiude i principali parametri del server.

[global] allow HOSTS = 192.168.1.0/24 # Range di IP che possono accedere al server
workgroup = WORKGROUP # Nome del gruppo di lavoro
netbios = SAMBA # Nome della macchina nel gruppo di lavoro
security = USER # Livello di sicurezza delle condivisioni
server string = FILE SERVER # Descrizione della macchina
create mask = 0755 # Permessi sulle cartelle

Vediamo ora la condivisione dei dispositivi con il server Samba. Per quanto riguarda una cartella, il modo di condividerla è aggiungere la cartella nel file di configurazione di Samba:

[SHARED] comment = Cartella condivisa # Commento sulla condivisione
path = /cartella/da/condividere # Percorso della condivisione
browseable = yes # Rende visibile la condivisione
public = yes # Rende la cartella accessibile
create mask = 0755 # Permessi dei file

Passiamo ora alla condivisione di una stampante tramite Samba, con un editor di testo modifichiamo il file /etc/samba/smb.conf ed andiamo ad aggiungere questi parametri nella sezione che abbiamo visto precedentemente, la sezione [Global]:

printing = cups # Server di sampa utilizzato
load printers = yes # Caricare le stampanti

Poi andiamo a creare la sezione [Printers]:

[printers] path = /var/spool/samba # Percorso dello spool di stampa
printable = yes # Stampante disponibile

Dopodiché creiamo la sezione per la specifica stampante:

[HP] comment = HP Printer # Commento sulla condivisione
path = /var/spool/samba # Percorso dello spool di stampa
browsable = yes # Permette la visualizzazione della lista delle risorse condivise

Per accedere ad una condivisione Samba, possiamo creare un utente Samba virtuale tramite il seguente comando:

sudo smbpasswd -a utente

Per quanto riguarda infine la gestione degli utenti Samba, essa viene effettuata tramite il comando smbpasswd, da dove è possibile creare oppure eliminare utenti.

Vincenzo Abate

 

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button