NewsWeb Marketing

Google targetizza alcune nuove query di spam

A quanto pare Matt Cutts ha puntato il dito chiaramente contro un piccolo insieme di query di ricerca particolarmente spammate, verso le quali saranno ufficialmente presi provvedimenti.

Matt-Cutts-Google-SEO-20130430Matt Cutts, ingegnere di Google addetto specificatamente alla lotta allo spam nei risultati di ricerca, ha annunciato attraverso il suo account Twitter di aver iniziato una nuova fase di check e rimozione dai risultati (SERP) per alcune query specifiche. Il riferimento sembra essere molto chiaro: ricerche per adulti, ma anche relative a micro-prestiti online (pay day loans, che non sono altro che forme di finanziamento ottenibili direttamente online a determinate condizioni). Nel momento in cui, infatti, le ricerche tendono per propria natura a contenere spam,  è probabile che Google nel prossimo futuro vi possa dedicare degli appositi update algoritmici. La sensazione, secondo alcuni, è che tali richieste provengano direttamente dai merchant di questo genere di servizi – adult e prestiti online – ma è anche plausibile che altri settori della long tail ne siano affetti prossimamente. Di fatto sarà interessante capire se questo genere di provvedimenti toccherà anche l’Italia, e c’è da scommettere che qualcosa, per quanto microscopica, avverrà anche da noi.

La notizia è stata riportata da WebmasterWorld (uno dei maggiori forum mondiali di argomento webmaster e SEO), e sembra destinata a suscitare le consuete polemiche per un settore, come quello SEO, decisamente difficile da affrontare ancora su svariati settori, che vivono un insostenibile “immobilismo” anche in presenza di spam vero e proprio all’interno dei risultati di ricerca.

Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button