Domini

Alcune precisazioni sulle nuove estensioni (TLD)

Con questo comunicato Keliweb intende fare chiarezza su un aspetto molto discusso negli ultimi giorni, che riguarda la registrazione domini con i nuovi TLD (o estensioni) da parte dei clienti mediante un meccanismo di presunta “prenotazione” (o pre-prenotazione).

Che cos’è la “prenotazione” di una nuova estensione?

Le nuove estensioni dei domini sono sulla bocca di tutti, come abbiamo avuto modo di discutere nei giorni scorsi: esse prevedono la possibilità di registrare, in futuro, non soltanto nomi di siti web come miosito.it e miosito.org, ma anche ulteriori estensioni che riguardino brand (miosito.apple, miosito.google), città di tutto il mondo (miosito.nyc) e così via. Nonostante queste innovazioni non siano attualmente applicabili, dato che si trovano ancora in fase di discussione, molti provider si stanno facendo pubblicità su questo assunto, reclamizzando con vari mezzi la possibilità – come vedremo soltanto presunta – diprenotare” un dominio con una nuova estensione (ad esempio .ADULT, .GOOGLE, .AGENCY, .DOWNLOAD, .NYC, .NEWS, .POKER, .SHOP, .FERRARI, .WEB e moltissime altre).

Ci sono parecchi provider di hosting che offrono la “prenotazione” (o pre-prenotazione) delle nuove estensioni a tutti i clienti: c’è da specificare che le nuove estensioni saranno disponibili solo prossimamente, e soprattutto non possono, in alcun modo, essere garantite dalla prenotazione stessa: tutto dipende da cosa deciderà di fare l’ICANN (l’organismo preposto alla validazione ufficiale della vendita), dato che vari parametri sono attualmente in fase di discussione. A parte questo, quando la nuova estensione sarà sul mercato conterà l’ordine di arrivo delle registrazioni effettive, che non hanno nulla a che vedere con la “prenotazione”. Attualmente non è possibile, quindi, nè prenotare nè registrare domini con le nuove estensioni.

Cosa si intende per “prenotazione”?

La presunta “prenotazione” di nuovi TLD non include alcun vincolo: si tratta quindi di una promessa ai clienti che i provider non sono, in alcun modo, in grado di mantenere, dato che le estensioni non sono ancora sul mercato e non è neanche detto che si possa registrare tutto indiscriminatamente. Peraltro l’attesa potrebbe includere fattori ulteriori, che invalideranno la promessa fatta, oppure banalmente qualcun altro potrà sempre – al momento opportuno – registrare il dominio al posto nostro precedendoci. Ricordiamo ancora che si tratterà di attendere molti mesi, se non anni, prima che le nuove accattivanti estensioni come .web e .blog siano davvero vendibili. Prenotando, di fatto, si otterrà solo il risultato di essere notificati per poter eventualmente proseguire con una futura registrazione. A quel punto tanto varrrebbe attendere l’uscita ufficiale, e registrare dagli appositi canali – al momento opportuno – quello che si desidera, come usualmente si fa con le estensioni già disponibili.

Le nuove estensioni offrono vantaggi SEO sul posizionamento?

Approfittiamo dell’occasione per un’ulteriore notifica: che le nuove estensioni offrano vantaggi SEO (migliori posizionamenti su Google o Bing) è un luogo comune, senza alcuna prova, piuttosto diffuso. Fermo restando che l’ICANN potrebbe impedire la registrazione a chicchessìa di estensioni di brand “protette” (come .apple, ad esempio), oppure aggiungere vincoli per evitare spam ed abusi di marchio, sussiste la convinzione che un dominio .web o .rome funzioni meglio in termini di posizionamento sui motori di ricerca rispetto ad un’estensione tradizionale. La cosa rimane confinata nell’ambito delle mere congetture (quindi è falsa, fino a prova contraria), senza contare che Google inserisce vari fattori nella valutazione di un dominio (l’età, i backlink, il livello di interlinking e, soprattutto, la qualità dei contenuti inseriti), per cui appare piuttosto improprio pensare che sia sufficente una cosa del genere. Rimane da chiedersi come si possa sostenere tutto questo, in effetti, senza che le estensioni in questione siano ancora registrabili sul mercato.

Come funziona in realtà la registrazione domini (anche nuovi TLD)?

I nomi a dominio non si possono quindi prenotare, in quanto la loro assegnazione avviene in base al principio della coda (chi prima arriva, meglio “alloggia”): ma questo non c’entra nulla con la “prenotazione”, che attualmente nessun provider di hosting può fare. Similmente alla coda al supermercato, in altri termini, chi prima arriva acquisterà il nome con l’estensione desiderata ed otterrà la gestione personale del nome stesso. Ma attualmente, è bene ribadire a chiare lettere, non esiste possibilità di effettuare questo genere di operazione nel concreto. Ad essere valido è soltanto il principio che si applica in base all’ordine cronologico delle richieste, che sarà sostanzialmente simile a quanto avviene per l’ordinaria registrazione dei domini con i classici TLD come .COM, .IT e così via. Le richieste saranno inviate al Registro da parte dei provider soltanto dopo l’avvenuto (futuro) pagamento, impossibile da effettuare al momento in cui scriviamo per le nuove estensioni.

Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button

Domini internet con gestione DNS inclusa

Registra ora

Hosting e Dominio incluso!
A partire da  €9.90/anno

Vai all'offerta