FAQ: Che cos’è un web-hosting? Guida base

Hosting (in inglese “ospitare”) fa riferimento ad un servizio offerto da alcune aziende ai propri clienti allo scopo di memorizzare ed esporre al pubblico i propri siti Web. Esse sono chiamate comunemente hosting provider – Keliweb è una di queste – o, per estensione, web hosting.

I provider mettono a disposizione alcuni server, ovvero macchine appositamente dedicati all’utilizzo in rete per portali e servizi online, per ospitare (o “hostare”) tutti i dati necessari ad un sito. Inoltre tali aziende garantiscono l’accesso al sito web da parte di tutto il mondo attraverso la rete internet, e tale indirizzo identifica esattamente il sito nella rete.
Indice contenuti

Il web hosting è in generale suddiviso in due macro-categorie: Managed e Unmanaged, e di seguito spiegheremo nel dettaglio la differenza tra esse.

Managed (torna all’inizio)

Grupppo Omini I piani hosting managed (dall’inglese gestiti dal provider) sono i più comuni, e permettono di avere una soluzione “chiavi in mano” e subito pronta all’uso, senza doversi preoccupare di configurare nulla. Ciò permette a chiunque di poter pubblicare il proprio sito, senza avere conoscenze sistemistiche che potrebbero portare a configurazioni errate e non performanti. Il 90% delle persone che scelgono questa soluzione lo fanno proprio per non doversi preoccupare di nient’altro, dato che le configurazioni vengono fatte da sistemisti esperti. Lo svantaggio è che i server essendo già configurati, non possono essere modificati, quindi alcune funzionalità sono parzialmente o completamente inaccessibili (come ad esempio l’impossibilità di modificare il file php.ini). Anche se comunque questo limite può essere aggirato usando gli htaccess. I piani hosting possono essere con spazio web  illimitato o limitato.

  • Illimitato: di solito questi pacchetti sono usati da utenti che non hanno grosse pretese perché il servizio spesso non ha richieste degne di nota. Dare spazio illimitato significare fare overselling (vendere quindi qualcosa che è impossibile garantire) proprio perché nulla è illimitato, proprio perché alla fine lo spazio web ha un limite. Tali aziende fanno riferimento al fatto che la maggior parte dei siti occupano poco più di 100 MB, e quindi possono offrire un servizio del genere. Ma se ad esempio già la metà dei clienti iniziano a caricare immagini di grosse dimensioni, il provider che offre tale servizio fallirebbe in breve tempo.
  • Limitato: le soluzioni professionali spesso hanno questo genere di servizio proprio perché garantiscono qualità e stabilità ai propri clienti. Lo spazio varia in base al piano hosting scelto, che spesso comprende anche varie funzionalità aggiuntive (antivirus, antispam, statistiche, ecc.).

Unmanaged (torna all’inizio)

I piani hosting umanaged permettono di avere completo accesso al proprio spazio web, con accesso  configurazioni non possibili sugli hosting managed normali (come ad esempio l’accesso al file php.ini, l’impostazione di cron-joboperazioni pianificate ndr., etc). Tali piani hosting spesso hanno un costo maggiore proprio perché spesso sono basati su macchine virtuali (dette VPS). Ulteriori vantaggi sono le limitazioni imposte sui piani hosting, dove qui, a parte lo spazio, sono inesistenti (ad esempio la possibilità di aumentare la grandezza dei file allegati delle mail).

Le suddette categorie si suddividono ulteriormente in base al sistema operativo del server sul quale vengono ospitati i siti, che può essere Linux o Windows, questo implica sostanziali differenze, spiegate di seguito.

Linux (torna all’inizio)

I piani hosting Linux sono i più comuni, perché sono quelli che supportano nativamente i linguaggi PHP e HTML, che sono i più usati per i siti web. Come database si usa spesso MySQL. Se il discorso ti interessa leggi, a riguardo, le principali differenze tra hosting Linux e Windows.

Windows (torna all’inizio)

I piani hosting Windows sono adatti a tutti quelli che usano come linguaggio di programmazione  ASP e ASP.NET per i siti web. Come database in questo caso invece si usa MS-SQL di Microsoft. Per saperne di più puoi leggere le principali differenze tra hosting Linux e Windows. Per maggiori informazioni vi suggeriamo la nostra pagina “Che cos’è un server di hosting“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button