Domini

Dominio .WTF, perfetto per siti che lasciano a bocca aperta

Come farsi notare in mezzo a una miriade di siti internet, spesso similissimi tra loro? Un punto su cui milioni di utenti sbattono la testa giorno per giorno, alla ricerca di quell’idea geniale che permetta al loro progetto web di distaccarsi dalla massa e raggiungere il successo. Un ottimo elemento per differenziarsi è rappresentato dall’estensione del dominio, per intenderci la parte più a destra di un dominio (come possono essere il .IT e il .COM, che sono estensioni classiche). Oltre a queste definite “classiche”, che sono disponibili da tantissimi anni e che siamo abituati ad associare ai siti internet, ce ne sono però molte altre che stanno conquistando sempre più spazio. Parlo delle nuove estensioni gTLD, con cui è possibile personalizzare un sito web nella direzione che meglio si desidera. In questo articolo ti parlo di una di queste nuove estensioni, rilasciate da poco e che tanto successo sta riscuotendo (soprattutto tra i giovani): l’estensione di dominio .WTF.

Registra un dominio .WTF

Una di quelle espressioni anglofone, traslate direttamente dal mondo anglosassone e dal “nuovo mondo” e che ormai fanno parte anche del nostro linguaggio quotidiano. Chi non ha mai sentito negli ultimi anni l’espressione “What a F*ck?” che potremmo tradurre alla buona come un “ma che cavolo”, “e che diamine” o per intenderci con un sonoro “ma che c*zzo”. Un’espressione che viene utilizzata quando c’è un qualcosa che ci sorprende, che ci lascia a bocca aperta, che rompe gli schemi e si impone per la sua originalità.

I siti internet che vogliono puntare su questi fattori di “sorpresa”, hanno ora con Keliweb l’opportunità di avere un nome di dominio con il suffisso .WTF (chiaro acronimo dell’espressione di cui sopra) al prezzo scontato di 25,90 € l’anno.

registra dominio

Perché scegliere questa nuova estensione gTLD

Ma perché guardare alle nuove estensioni di dominio, quando ci sono quelle come il .IT che non solo più conosciute ma forse sono anche recepiti come “maggiormente affidabili” da un pubblico abituato a sentirlo? Il motivo è presto detto, e si lega in maniera indissolubile al concetto espresso proprio dal what a f*ck. Perché un nome di dominio nuovo, originale, diverso e fuori dagli schemi, può attirare una mole di utenti difficilmente quantificabile.

Certo, non dico che un’estensione di dominio come questa sia adatta a tutte le attività online. Un sito e-commerce che vende scarpe online non parrebbe essere adatto, tranne se non cerchi di sottolineare come le proprie scarpe siano diverse rispetto a quelle di tutti gli altri store online. Per questo tipo di realtà, consiglierei di puntare su un’estensione di dominio come il .SHOES (ideato proprio per i negozi online di calzature).

Prendere la decisione di registrare un dominio .WTF è un atto di rottura rispetto a uno status quo, una sorta di “ribellione digitale”, una soluzione che potrei azzardare a definire punk. Vuoi essere uno dei fautori di questa rivoluzione culturale/digitale che si sta imponendo sul web?

A chi è utile un dominio .WTF

E veniamo dunque al punto cruciale: a chi serve un’estensione di dominio come il .WTF, che di certo si fa notare per la sua unicità? In un certo senso ho già risposto a questa domanda, ma cercherò di andare maggiormente nello specifico della questione.

Con l’evoluzione del web, il “linguaggio digitale” ha fatto dei passi in avanti considerevoli. Una vera e propria rivoluzione in stile sessantottino, che ha portato allo sdoganamento di espressioni che fino a poco tempo fa non avremmo mai immaginato di poter utilizzare in ambito professionale. Con questa nuova libertà dialettica conquistata, si sono aperti scenari davvero incredibili. Ed ecco che finalmente si sono aperte fantastiche opportunità per tutti coloro che sentono dentro di sé una spinta creativa inarrestabile.

Lettura consigliata: in merito al linguaggio in quanto tale, ti consiglio la lettura del nostro articolo incentrato su Jakobson e le funzioni del linguaggio.

Coloro che scelgono il dominio .WTF sono appunto gli utenti che decidono di rompere con la tradizione, e che vogliono dare al proprio progetto web un aspetto innovativo, per non dire dissacrante. Pensiamo per esempio ai blog dedicati alla satira, o anche ai negozi virtuali che vendono prodotti tramite una comunicazione caratterizzati da una grande ironia. Le possibilità sono davvero tante, tutte da tenere in grande considerazione per costruire un qualcosa che possa fare breccia nella mente delle persone.

Centinaia di nuove estensioni tra cui scegliere

Ma il .WTF non è di certo l’unica opportunità a disposizione. Dal momento in cui sono state rilasciate, le nuove estensioni dominio sono cresciute numericamente in maniera continua. Allo stato attuale, ci sono centinaia di estensioni originali e adatte per diverse tipologie di attività. Ogni settore risulta ben coperto, da quello commerciale a quello industriale, da quello finanziario a quello della ristorazione ecc.

Opportunità eccezionali, soprattutto per coloro che sono su internet per vendere online. Inutile nascondercelo, il commercio online ha avuto una spinta fortissima dalla pandemia di Covid-19, che ha costretto milioni di persone in casa per diversi mesi. Come continuare a comprare prodotti e servizi? Tutto sul web, ovviamente. In tale contesto, i nuovi gTLD cadono proprio a fagiolo (come si suol dire). Un sito di e-commerce con un nome originale e in linea con il settore di riferimento, avrà di certo maggiori opportunità di farsi notare e fare breccia nella mente delle persone.

Lettura consigliata: scopri quali sono le migliori estensioni dominio per e-commerce.

Per concludere

Giunto alla conclusione di questo articolo, non posso far altro che darti un consiglio: prendi in considerazione le nuove estensioni di dominio, perché queste possono essere davvero il tassello chiave su cui costruire il tuo successo online. Il dominio .WTF può essere quello che fa per te, a patto che il tuo obiettivo sia quello di sorprendere gli utenti e di farti notare in mezzo a una concorrenza che il più delle volte ha una presenza online priva di un qualche elemento di spicco.

Lascia un commento

Back to top button