GuideTutorial

La PEC ha valore legale? Alcune precisazioni

Il servizio PEC ha sempre goduto di una certa importanza per aziende e professionisti, ancora di più con il recente Decreto Semplificazioni che l’ha resa obbligatoria per specifici soggetti. In merito alla PEC, uno dei tratti distintivi che viene sempre citato è che essa dona valore legale ai messaggi di posta elettronica. Ma cosa significa questo? È una condizione valida per ogni messaggio o ci sono delle eccezioni? E che dire degli allegati? Questo articolo vuole fornire una risposta a tutte le domande, soprattutto per stabilire una volta per tutte se la PEC ha valore legale e cosa questo significa nel concreto. Continua con la lettura.

Cos’è la PEC e come si fa?

La PEC (acronimo di Posta Elettronica Certificata) è un servizio di posta elettronica con cui è possibile verificare e certificare sia l’invio di un messaggio email che la ricezione da parte del destinatario. Si tratta di un servizio che risulta essere già obbligatorio per professionisti, aziende e pubblica amministrazione, ma che può essere utilissimo anche agli utenti privati.

Per quel che riguarda l’aspetto legale della PEC, per ora diciamo solo che essa rappresenta un’alternativa alla raccomanda con ricevuta di ritorno.

Scrivere e inviare un messaggio di Posta Elettronica Certificata è semplicissimo nella pratica. Sostanzialmente cambia ben poco rispetto alla creazione e all’invio di una mail “tradizionale”, anche se da essa si contraddistingue soprattutto per l’uso di un linguaggio formale e professionale.

Lettura consigliata: tutto quello che c’è da sapere su come inviare un messaggio PEC.

La PEC ha valore legale?

Dopo aver descritto cos’è la PEC e come inviare un messaggio di Posta Elettronica Certificata, arriviamo al punto centrale di questo articolo: la PEC ha un valore legale?

Un messaggio PEC, una volta inviato, arriverà al destinatario in modo del tutto “integro”, senza possibilità che esso sia intaccato in alcun modo. Con l’invio della mail PEC, il mittente riceve una conferma (o certificazione) dell’avvenuto invio del messaggio. A questa prima conferma ne seguirà poi una seconda, ovvero quella di ricezione del messaggio da parte del destinatario. Ed è proprio con questa seconda conferma che possiamo parlare di valore legale della PEC, perché si certifica che il destinatario ha ricevuto il messaggio ed è in condizione di consultarla.

Possiamo dunque dire che la PEC ha valore legale nel momento stesso in cui il mittente riceve la conferma di ricezione, e cioè che il messaggio è arrivato nella casella email del destinatario.

Valore legale degli allegati

E per gli allegati? Anch’essi hanno valore legale? La risposta è la seguente: per fare in modo che un allegato, presente in un messaggio PEC, abbia anch’esso valore legale è necessario che sia firmato tramite firma digitale.

Questo perché la PEC definisce l’invio e la ricezione del messaggio, ma per dare valore legale a un allegato (cioè a un documento informatico) è necessario apporre la firma digitale.

I vantaggi della PEC

Così come ogni altro servizio strutturato appositamente per i professionisti, avere una casella PEC comporta diversi vantaggi. Oltre al valore legale dei messaggi e degli allegati (come abbiamo descritto nel paragrafo precedente), con la PEC vi sono altri vantaggi che potremmo definire “operativi”. Eccone qualcuno:

  • Puoi inviare le tue “raccomandate” direttamente dal pc o dal tuo smartphone.
  • Le conferme di invio e ricezione del messaggio PEC valgono come prove legali.
  • Certezza della non modificabilità del messaggio durante la trasmissione.
  • Grazie ai filtri antispam di Keliweb, con la PEC non avrai più a che fare con lo spam.
  • Aspetto economico da tenere in grande considerazione, visto che inviare una PEC è molto meno costoso che spedire una raccomandata.

Le soluzioni Keliweb per la Posta Elettronica Certificata

Appare ora evidente che l’acquisto di un servizio PEC sia non solo consigliabile ma necessario, visto che per professionisti e aziende è obbligatorio avere la PEC come domicilio digitale. Ma anche per un utente privato la PEC può essere un ottimo investimento, per altro molto “leggero” come importo economico.

Keliweb propone tre diversi piani per la Posta Elettronica Certificata, suddivisi a seconda del quantitativo di risorse incluse e dalla possibilità di certificare un dominio di terzo livello o di certificare il dominio stesso con il nome dell’azienda, aspetto questo importante per un Brand che usa la posta elettronica per comunicare con clienti e fornitori. Un indirizzo di posta personalizzato aiuta senza dubbio ad avere un aspetto di maggior professionalità.

Tra le varie risorse incluse nei tre piani (Basic, Pro e Full) ci sono alcune caratteristiche comuni per tutti, tra cui:

  • Invii giornalieri illimitati
  • Massima compatibilità con i dispositivi mobile
  • Accesso via client POP 3 e IMAP
  • Ricevuta con valore legale
  • Spazio mailbox 1 GB
  • Invio allegati fino a 30 MB

Individua qual è il piano adatto per le tue esigenze e avvia la semplice procedura di acquisto, per avere così la tua casella di Posta Elettronica Certificata.

pec email

Per concludere

Arrivato a questo punto sai che la PEC ha valore legale, che cos’è la Posta Elettronica Certificata e come inviare un messaggio PEC.

Non ti resta altro da fare che valutare le soluzioni Keliweb per avere finalmente il tuo indirizzo PEC, sapere con certezza dell’invio e della consegna (con ricevuta di avvenuta consegna) del messaggio di Posta Elettronica Certificata PEC con valore giuridico.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button