E-CommerceGuideTutorial

Come creare un logo per un negozio online da solo, senza essere un designer

Il logo è uno dei primi elementi che un visitatore di un negozio online vede. Esso influenza la percezione del sito e determina le prime impressioni. Il logo aiuta anche a distinguersi dalla concorrenza, a fidelizzare i clienti e ad aumentare il livello di riconoscimento del progetto. Per esempio, basta guardare la freccia arancione per riconoscere il marketplace su Amazon in una frazione di secondo. Ti aiuteremo a scegliere il tipo di logo giusto per il tuo negozio online e a crearlo da solo. Se stai pensando di creare il tuo negozio online e hai bisogno di un dominio o di un hosting, puoi usare i servizi forniti da Keliweb (che presente anche soluzioni di hosting e-commerce ottimizzate per il commercio elettronico).

Come dovrebbe essere il logo di un negozio online?

Questo argomento è molto esteso, ma ci limiteremo ad un elenco ristretto di regole chiave. Un logo moderno ed efficace ha:

1. Uno schema di colori ristretto composto da 1-3 colori di base. Per esempio, Cufy usa due colori e il logo è bellissimo.

2. Design semplice. Versatilità e memorabilità sono i principi fondamentali. Quindi, più semplice è il logo, più facile sarà ricordarlo.

3. Sfondo neutrale. Un logo trasparente può essere facilmente applicato su qualsiasi superficie senza perdere la sua dimensione visiva. Se vuoi cambiare il colore dell’intestazione del sito o mettere un simbolo sulla confezione di marca, non ci saranno problemi.

4. Versatilità. Questo requisito è, di fatto, la somma di tutti i fattori sopra citati. Un logo laconico con un semplice schema di colori e uno sfondo trasparente farà bella figura su un sito web, un biglietto da visita, un packaging e una pubblicità per strada.

5. Conformità dell’industria. Se possibile, il logo dovrebbe rispecchiare le attività dell’azienda. Non devi disegnare un sonaglio per un negozio di giocattoli. È sufficiente, per esempio, scegliere colori brillanti.

Esistono solo varianti informali della classificazione dei loghi. Quella più comune è quella suggerita da Hilda Morones, una giornalista americana. Lei ha individuato tre categorie di loghi.

 1. Loghi grafici

Questi comprendono:

Simboli grafici. Questi sono diversi pittogrammi che creano un’immagine visiva che dovrebbe essere associata all’azienda. Nike usa una soluzione simile:

Elementi estratti. Il loro compito non è quello di riflettere direttamente l’attività del marchio, ma di evocare determinate emozioni con l’aiuto di una speciale combinazione di dettagli e colori.

Personaggi (mascotte). Questo è il cosiddetto “volto del marchio”. Si ricorda facilmente, ed evoca forti associazioni con il negozio.

2. Loghi tipografici

Questi comprendono:

Contrazioni, abbreviazioni. Ovviamente, questa è un’ottima scelta per le aziende con nomi lunghi. Quando si lavora alla visualizzazione di un’abbreviazione, è fondamentale scegliere il carattere adeguato: leggibile e coerente con la filosofia dell’azienda.

• Il nome del marchio, senza simboli aggiuntivi. La tipografia di questi loghi è critica.

Combinazione di un font e di un simbolo grafico. È un logo versatile che ben si adatta a svariati negozi online.

3. Loghi combinati

Questi comprendono:

Testo e simboli grafici. Anche una combinazione di font e immagine è un opzione universale. L’elemento grafico enfatizza l’azione del testo.

Emblemi. È una disposizione di lettere all’interno di un simbolo o di un’icona, simile a una variante araldica. Questa opzione è raramente utilizzata dai negozi: è più indicata per varie organizzazioni o istituzioni educative.

Come creare un logo da solo

Design personalizzato di un logo? Perché no? Gli strumenti moderni ti permettono di farlo. Provali: potresti riuscire a creare un logo efficace senza ricorrere a un web designer. Ti spiegheremo le fasi della creazione di un’insegna aziendale.

Scelta del simbolo

Come abbiamo già scoperto, il logo dovrebbe rispecchiare le attività del negozio online. Può essere un simbolo neutro (per esempio, un carrello della spesa di un supermercato) o un’immagine che indica le specifiche dell’attività.

È importante scegliere un elemento unico. L’icona del carrello di cui sopra viene utilizzata da centinaia di negozi. Tuttavia, è importante che tu non diventi “uno dei tanti”, ma che promuova il tuo marchio originale.

Scelta del colore

Il compito di un colore è quello di trasmettere emozioni, creare associazioni, di attirare i clienti e mostrare la direzione dell’attività. Le tonalità scelte male possono anche spaventare i clienti. Cosa scegliere allora? I colori blu, rosso e verde sono i più usati per le vendite online.

Scelta del font

Dà la percezione del logo, e il riconoscimento dipende da questo. Il carattere perfetto per un logo è:

  • Leggibile; È leggibile e comprensibile in qualsiasi dimensione, da un testo su un biglietto da visita a una scritta su un cartello stradale;
  • Armonioso; Si abbina bene al simbolo del logo. Per esempio, se il logo è semplice e neutro, anche il carattere deve essere conciso;
  • Privo di dettagli minuscoli; È meglio lasciar perdere le stilizzazioni come i caratteri manoscritti, i serifici e i riccioli. Influiscono negativamente sulla leggibilità. I font con linee rette vanno bene: Souvenir, MagistralC, Micra. A proposito, puoi scaricare font completamente gratuiti e legali dal sito Google Fonts.

Hai tantissimo spazio di manovra per fare esperimenti. La diversa disposizione dell’immagine e delle scritte influisce direttamente sulla percezione complessiva del logo. Anche la distanza tra di loro può fare la differenza. Pertanto, è necessario elaborare diverse opzioni e scegliere quella di maggior successo (magari attraverso un test diretto con il pubblico).

Creare il logo di un negozio: modi e strumenti

Convenzionalmente, ci sono tre modi per sviluppare un logo per un mercato su Internet:

1. Rivolgiti a uno specialista. Puoi utilizzare i servizi di un designer freelance. Puoi trovarli su siti come Freelancehunt o contattare un’azienda specializzata. Se definisci il compito correttamente, il logo sarà bello ed efficace. Svantaggio: è costoso e non è conveniente quando si avvia un’attività.

2. Creare un logo con programmi specializzati: Adobe Photoshop o Adobe Illustrator. Il vantaggio è la qualità professionale delle immagini. Ma questo è possibile solo con un alto livello di competenza nel programma e la presenza di almeno un minimo di capacità di design.

3. Crea un logo da solo usando i generatori online. Questi sono servizi che generano loghi giusti per stile, colore e tema. Per esempio, il generatore di loghi Logaster offre decine di opzioni pertinenti in pochi secondi. Possono essere modificati a tua discrezione e scaricati in dimensioni pratiche.

Elenco per la creazione di un logo di alta qualità per un negozio online

Ecco una lista di cose da fare per creare un nuovo logo per un’attività commerciale su internet.

Step 1. Studia il mercato

Individua i tuoi principali concorrenti e analizza i loro loghi. Questo è necessario per non ripeterli e per non usare le stesse idee. Scegli colori, elementi e font diversi dai grandi negozi della tua nicchia.

Step 2. Penna, foglio, opzioni

Fai uno schizzo di idee su un quaderno. Nessuno pretende da te il talento di Raffaello: cerca di capire cosa vuoi vedere sul logo del tuo negozio. Crea altre opzioni. Non fermarti finché non ne trovi di interessanti.

Step 3. Trova qualcuno con cui parlare delle tue idee

Mostra le tue opzioni a diverse persone: familiari, colleghi e amici. Lascia che ognuno dica la sua opinione. Ascolta i loro commenti, fai attenzione a quelli più preziosi. Forse ispireranno nuove idee.

Crea una versione digitale del tuo logo da solo o utilizzando un generatore online. Idealmente, devi creare diverse opzioni per testarne e sceglierne una.

Ecco una piccola lista di criteri per valutare la qualità del simbolo creato:

  • è facile da descrivere in due o tre parole;
  • evoca giuste associazioni, ma non indica direttamente il campo di attività (ricordiamo l’esempio con il simbolo fin troppo sfruttato del carrello);
  • è chiaramente destinato al tuo pubblico;
  • nel logo sono utilizzati 1-3 colori;
  • il simbolo è facilmente scalabile senza perdere il riconoscimento;
  • non ha effetti visivi o il loro numero è minimo;
  • non ci sono elementi e modelli complessi;
  • gli elementi sono equidistanti tra loro;
  • l’uso di un solo carattere, senza sans e serifs.

Step 6. Test

Idealmente, questo dovrebbe essere realizzato all’interno di gruppi target, utilizzando strumenti di test A/B su Google Analytics o su un altro servizio. Comunque, puoi semplicemente condurre un sondaggio tra gli iscritti su un social network o sui clienti del sito. Scegliere un logo che susciti una risposta positiva da parte del pubblico.

Step 7. Segui le tendenze

Nessuno dice che ad ogni cambio di tendenza nel design del logo, il simbolo debba essere ridisegnato. Molto probabilmente, sarà necessario aggiornarlo e semplificarlo o cambiare lo schema dei colori. Segui l’evoluzione dei loghi di marchi famosi per capire che questo è un processo naturale:

Per concludere

Un logo è indispensabile per un negozio online. In un contesto di concorrenza sempre più agguerrita, il branding è praticamente l’unico modo per occupare la tua nicchia e costituire un target fedele. Oggi è possibile creare il proprio simbolo aziendale, anche senza conoscere programmi speciali. Le cose principali sono: rispettare le regole dello sviluppo, prevenire il plagio e seguire le tendenze.

Dmytro Leiba, web marketer della Logaster

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button