GuideTutorial

Web Design: come definire lo stile di una call to action

Basta fare un giro su tutti i siti in cui è possibile comprare qualcosa su internet, come il sito di Keliweb, per vederne tante. Senza questi elementi, sarà davvero difficile che un utente possa compiere un’azione su un sito. Parliamo delle cosiddette call to action, che possiamo italianizzare con la dicitura chiamate all’azione. Che si tratti di un negozio e-commerce, di quello di una web agency di un sito di consulenza aziendale o di una startup, le call to action devono essere sempre presenti. Da questo concetto non si scappa. Ora possiamo ragionare sul perché e, soprattutto, su come definire lo stile di una call to action, per fare in modo che essa possa accompagnare i visitatori del sito a compiere una determinata azione (che rappresenta poi il tuo obiettivo o parte di esso). Continua a leggere per saperne di più.

Che cos’è una call to action

Prima di vedere come impostare lo stile di una call to action, facciamo una piccola introduzione specificando di cosa si parla in dettaglio in merito alle call to action.

Si tratta di pratica di elementi, che possono essere per esempio bottoni, scritte, una frase ecc, che spingono l’utente a compiere un’azione. Esse rappresentano il punto di arrivo di una strategia di marketing digitale: una volta intercettato il tuo potenziale cliente su internet (sui social o su Google) e averlo portato sulla pagina del sito, la call to action farà in modo che esso compia quell’ultimo passaggio. Per esempio, la call to action Acquista ora o Compra subito possono essere usate per avviare la procedura di acquisto di un prodotto su un sito e-commerce. Così facendo, l’utente passa dallo stato di potenziale a cliente effettivo.

Ma le call to action non devono essere per forza legate a un processo di vendita. Possono esserci call to action per iscriversi a una newsletter, per scaricare un ebook, per scaricare un PDF e molto altro ancora. Tutto dipende dall’obiettivo prefissato.

5 consigli per curare lo stile di una call to action

Per poter funzionare, e portare l’utente a compiere quell’azione che vogliamo fargli fare, la CTA dev’essere costruita in un certo modo. Non parliamo tanto di quel che riguarda il linguaggio utilizzato o la pertinenza con la sezione del sito in cui bisogna inserirla (argomenti questi trattati nel nostro articolo come creare una call to action).

In questa circostanza vogliamo invece concentrarci sullo stile da dare alla chiamata all’azione, su come essa debba apparire graficamente all’interno del sito. Ci affacciamo, in pratica, a osservare nei meandri di una disciplina molto importante nel settore informatico e in chi deve costruire un sito funzionale: il Web Design.

# Bottone ben visibile

Il primo consiglio sullo stile di una call to action riguarda la sua visibilità. La CTA deve vedersi, bene. Essa dev’essere inserita in un punto strategico del sito (o della landing page), per catturare l’occhio dell’utente. Per poter essere efficace, la CTA non può rimanere nascosta o relegata in un punto remoto della pagina web. Essa abbisogna di spazio e di visibilità, con tutti gli elementi presenti nella pagina (immagini, testi e struttura della pagina stessa) che devono trovare il proprio compimento “naturale” nel pulsante della CTA. Oltre alla posizione all’interno nel sito, può essere di grande aiuto inserire una linea bianca che faccia da contorno al pulsante. Questo lo aiuterà a risaltare tra gli elementi presenti, e a specificare la sua unicità.

# Uso del colore

Trattandosi il più delle volte di un elemento grafico, come un bottone, la CTA necessita di qualche fattore che l’aiuti a emergere rispetto agli altri presenti nella pagina. Oltre al bordo bianco che va a contornare il bottone, occorre infatti pensare a un colore che metta in risalto la chiamata all’azione. Qui tutto sta alla bravura e all’esperienza del web designer che andrà a costruire il bottone. Sarà compito suo, infatti, scegliere un colore che faccia calamitare lo sguardo dell’utente sul bottone. Vengono spesso utilizzati colori accesi che, in un certo senso, segnano una rottura con gli altri elementi presenti nella pagina, questo per mettere in risalto il bottone e fare in modo che il visitatore lo visualizzi nel minor tempo possibile.

web hosting linux

# Continuità con lo stile aziendale

Per quel che riguarda l’aspetto, abbiamo appena terminato di dire che la CTA deve rappresentare in un certo senso una rottura con gli altri elementi della pagina. Un concetto chiaro che però potrebbe portare a delle scelte estreme, che avranno un effetto contrario a quello sperato. Il bottone della CTA dovrà sì essere un elemento distintivo, che sarà posizionato nella parte superiore della pagina (l’utente dovrà vederla subito, senza aver bisogno di scrollare verso il basso per trovarla), ma allo stesso tempo bisognerà pure mantenere una certa continuità con lo stile del sito. Questo aspetto è molto importante, specie nel caso di un sito aziendale il cui stile segue quello definito dall’azienda stessa. La CTA sarà ben visibile e facilmente individuabile, ma al tempo stesso non dovrà apparire come un elemento “alieno” o del tutto sballato. Un web designer professionista sarà in grado di prendere la scelta giusta in merito al grado di originalità del bottone.

# Dare risalto alla “parolina magica”

Come descritto nell’articolo linkato in precedenza (dove puoi trovare tanti consigli per costruire call to action efficaci dal punto di vista del linguaggio), all’interno di una CTA sono di solito presenti un paio di parole. Qui si concentra l’azione che vogliamo suggerire all’utente di fare, un invito chiaro ed esplicito che fa da apripista al raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Al di dà dei termini inseriti all’interno del pulsante, quello che ci interessa stabilire in quest’occasione è lo stile dei vari elementi. Da un punto di vista grafico, possiamo dire che le parole devono esser ben leggibili anche a uno sguardo disattento e frettoloso. Potrebbe essere una buona idea l’uso del bold, così come importante è la scelta del carattere, del colore del testo, della sua dimensione all’interno del pulsante.

# Le giuste dimensioni

Nell’esempio che stiamo presentando in questo articolo, la CTA da costruire è un bottone. Preso atto di questo, e di tutti i consigli fin qui descritti, resta da definire l’aspetto dimensionale della questione. Quanto dev’essere grande una CTA? Piccole dimensioni, con il posizionamento a far sì che lo sguardo dell’utente sia attratto, o un pulsantone enorme che proprio è impossibile non vedere? Non c’è una ricetta giusta, se non quella del non esagerare con scelte estreme. Diciamo che, così come gli altri elementi presenti sulla pagina, la CTA dovrà risultare congrua con essi, sia come stile che appunto come dimensioni. Più che la sua grandezza, sarà l’aspetto a rendere la CTA ben visibile. Si può ragionare sulla forma dei suoi bordi (spigolosi o tondeggianti), ma la scelta finale sarà presa solo dopo aver valutato che la CTA sia sì originale rispetto al resto, ma che al tempo stessa mantenga una continuità sia come identità visiva che come dimensioni.

Web Design, perché è così importante

Com’è strutturato un sito internet? Chi se ne occupa? Chi decide dove piazzare i vari elementi, tra CTA, tabelle comparative e contenuto testuale? Il Web Design è una disciplina che riguarda la costruzione/progettazione di siti web, soprattutto per quel che riguarda l’aspetto frontend, ovvero ciò che l’utente si trova davanti quando si collega sul sito.

Mentre il web developer lavora “nell’ombra” tra codici e linguaggi di programmazione, il web designer ha l’arduo compito di definire l’aspetto del sito, la sua struttura, il posizionamento dei vari elementi. Inoltre, il web designer dovrà rendere il sito responsive, ovvero ottimizzato per qualunque dispositivo, senza cui ormai è impensabile raggiungere i propri obiettivi visto che la maggior parte della navigazione web avviene tramite dispositivi mobile.

Da lettere: ti consigliamo alcuni strumenti essenziali per un web designer.

Come diventare web designer professionisti

Costruire CTA efficaci, insieme a tutte le altre cosette da fare, rendono il ruolo del web designer uno dei più importanti tra tutte le professioni di coloro che lavorano su internet.

Se il tuo intento è quello di diventare un web designer professionista, dovrai costruire il tuo bagaglio di conoscenze che, devi saperlo, dovrà essere molto ampio. Sarai infatti incaricato di strutturare il sito web, di definirne l’aspetto grafico, il funzionamento, la disposizione degli elementi (tra cui le CTA), l’adattabilità delle pagine sui vari dispositivi e molto altro ancora. Un lavoro duro ma estremamente affascinante, a metà strada tra il materialismo informatico e l’idealismo tipico dell’arte.

Lettura consigliata: scopri quali devono essere le competenze di un web designer.

Per concludere

Una call to action deve essere chiara, ben definita e posizionata, congrua rispetto agli altri elementi della pagina. Se riuscirai a costruire delle chiamate all’azione ben strutturate, a giovarne sarà l’intera strategia di Web Marketing costruita per portare gli utenti sul sito. La CTA sarà la molla che permetterà all’intero processo di arrivare a compimento, con il raggiungimento del risultato.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button