E-Commerce

E-Commerce per artigiani: come farsi trovare online

L’emergenza Coronavirus ha messo in luce il ruolo fondamentale degli ecommerce nella nostra vita quotidiana. Il lockdown ha reso palese, anche agli occhi dei più scettici, come il commercio online sia la nuova frontiera degli acquisti in un momento storico tanto delicato per le piccole e medie attività commerciali. Ecco perché oggi, nel nostro articolo, vogliamo dedicarci al tema della creazione di e-commerce per artigiani.

Perché vendere artigianato online

A differenza dei prodotti industriali creati in serie, quelli artigianali godono di specificità uniche. Si parla infatti di vere e proprie opere d’arte, figlie dell’ingegno e dell’abilità dell’artigiano, capace col suo talento di creare un prodotto unico nel suo genere e dotato di caratteristiche che non si riscontrano in altri.

Perché dunque mettere a rischio un attività di artigianato? L’unica soluzione per non farsi schiacciare dalla crisi portata dalla pandemia è portare il lavoro online e vendere direttamente sul web.

Come creare il tuo e-commerce

Il primo passo da compiere è sviluppare il negozio virtuale.

Vogliamo darti una mano elencando punto per punto il percorso da seguire per lanciare un sito e-commerce e vendere prodotti artigianali online.

#Dominio

La prima cosa da fare è dare un indirizzo al negozio virtuale, per dare agli utenti del web la possibilità di raggiungerlo senza difficoltà. Esattamente come avviene per l’indirizzo di un negozio tradizionale, il dominio rappresenta l’indirizzo per raggiungere lo shop online. A tal proposito, si consiglia di scegliere un nome dominio che rispecchi la natura del Brand e che possa in qualche modo mettere in risalto la particolarità dei prodotti.

Lettura consigliata: i nostri consigli sulle estensioni dominio per e-commerce.

#Hosting

Solo il dominio però non basta. Bisogna infatti che a un indirizzo corrisponda effettivamente il negozio, che necessita di un locale dove mettere i prodotti. Sul web funziona allo stesso modo. Lo spazio adibito a ospitare il negozio virtuale, con tutti i suoi file, immagini e prodotti, si chiama hosting (dall’inglese to host, ospitare). È grazie all’hosting che il sito sarà raggiungibile online. Keliweb mette a disposizione diverse soluzioni per il commercio elettronico, tra cui servizi adatti all’attività di un piccolo artigiano come il servizio hosting WooCommerce e anche il piano hosting PrestaShop (disponibile col 25% di sconto fino al 31 maggio 2020).

#Struttura

Messa a punto la parte software, occorre ora pensare alla creazione materiale del sito. Per quel che riguarda un sito di artigianato, l’idea migliore è quella di puntare su una struttura semplice e uno stile minimal. Poche pagine con le informazioni necessarie (chi sei, cosa vendi, come contattarti ecc) e una homepage ben organizzata. Se non si è pratici di queste cose, conviene affidarsi alla competenza di un webmaster e di un web designer.

#Vetrina

La pagina più importante per un commerciante che vende online è, senza dubbio, la vetrina prodotti. Questa è la pagina in cui gli utenti possono visionare le tue creazioni e decidere quali acquistare. Si consiglia una struttura semplice, l’utilizzo di foto di qualità (con possibilità di fare lo zoom), una descrizione di ogni singolo prodotto e soprattutto i prodotti correlati per ognuno di essi, in modo tale da dare al visitatore maggiori opzioni tra cui scegliere. Più tempo riesci a tenere l’utente sul sito, più saranno elevate le possibilità che esso acquisti prodotti.

#SEO

Le pagine del sito contengono vari elementi, tra file visivi (immagini) e testi. Qui è essenziale fare un accurato lavoro sulla SEO, ovvero l’ottimizzazione dei contenuti per farli indicizzare (e ben posizionare) sul motore di ricerca. Conquistare un buon posizionamento è importantissimo, perché più i contenuti saranno tra i primi risultati a seconda di una determinata ricerca degli utenti, più ci sarà traffico in entrata sul sito, con conseguente aumento degli acquisti dei prodotti.

Approfondimento: tutto quello che devi sapere sulla ottimizzazione SEO di un e-commerce.

#Social

Dopo aver completato il sito in ogni sua componente, è il momento di creare delle piccole vetrine parallele che possono aiutarti a far conoscere i tuoi prodotti. In tal senso, i social network rappresentino le migliori opportunità in circolazione. Insieme al sito quindi crea una pagina Facebook aziendale, grazie al quale potrai farti conoscere da un numero elevato di persone pubblicizzando il tuo lavoro. Consigliamo anche la creazione di un profilo Instagram, il social dove puoi pubblicare le foto dei tuoi prodotti e agganciare così migliaia di utenti tramite l’utilizzo di hashtag.

#Advertising

Va bene utilizzare i social, ma pensare di raggiungere milioni di utenti solo con post organici è pura utopia (anche se puoi sempre pubblicare offerte su Facebook senza pagare). Per come funzionano adesso le cose, per portare i tuoi prodotti alla visione di tanti nuovi utenti bisogna puntare sulle sponsorizzazioni. Anche un piccolo artigiano deve quindi mettere in conto un budget da investire, mese per mese, in campagne pubblicitarie sia su Facebook Instagram (tramite lo strumento Business Manager) che su Google, su cui puoi creare annunci sponsorizzati (tramite Google Ads) che compariranno in cima ai risultati di ricerca.

#Contenutistica

Un buon modo per attirare utenti e farli interessare ai tuoi prodotti artigianali può essere quello di pubblicare articoli di approfondimento. Questi contenuti serviranno non solo per descrivere i prodotti ma soprattutto per dare notizie in merito al tuo settore di appartenenza. In questo modo, tanti utenti che cercano semplici informazioni potranno incrociare (sia su Google che sui canali social) i tuoi articoli, in cui andrai a inserire link che rimandano direttamente alle singole schede prodotto. Ecco perché affiancare un blog aziendale al sito e-commerce può essere la migliore soluzione per ampliare gli orizzonti del tuo commercio online.

Lettura di approfondimento: scopri come scrivere un articolo per un blog aziendale.

#Recensioni

Come avviene per un’azienda di grandi dimensioni, anche il piccolo commerciante può farsi pubblicità tramite le opinioni dei clienti che hanno acquistato i prodotti. Le persone tendono infatti a fidarsi delle opinioni degli altri clienti, un po’ come avviene quando si valuta un ristorante tramite le recensioni di chi ci ha mangiato. Anche per un artigiano che vende online possono esserci enormi vantaggi da questo punto di vista.

Da leggere: quanto contano le recensioni dei clienti per il tuo business.

Sopravvivere all’emergenza

Gli artigiani rappresentano un valore aggiunto della nostra Nazione, fautori di quel marchio Made in Italy che caratterizza la qualità dei prodotti italiani.

C’è ancora tanta richiesta di prodotti genuini fatti da artigiani, soprattutto da un pubblico desideroso di qualità e non solo di mera convenienza economica. Non farti trovare impreparato: puoi anche decidere di affiancare lo shop online al negozio tradizionale, così da avere due canali e una doppia possibilità di registrare vendite.

Per concludere

Con la fine del lockdown i clienti torneranno nel tuo negozio, ma perché aspettare che le persone riprendano “coraggio”? Per un po’ di tempo, infatti, le entrate nei negozi saranno contingentate o comunque sottoposte a regole ferree dal punto di vista sanitario. Con il commercio elettronico, invece, non ci sarà più alcun limite per i tuoi affari.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button