GuideStartup & ImpreseTutorial

Fattura elettronica rifiutata: cause e soluzioni

Se la fatturazione elettronica ha causato tante preoccupazioni all’inizio, con il trascorrere delle settimane le cose sono migliorate grazie alla comparsa di software (come quelli forniti da Keliweb) che permettono di semplificare al massimo l’intera gestione delle fatture elettroniche. A volte però i titolari di partita Iva si trovano a dover far fronte a inaspettate problematiche, come quella che prevede il caso di una fattura elettronica rifiutata (o scartata). Perché questo avviene e, soprattutto, come risolvere il problema? Ne parliamo in questo articolo, continua con la lettura.

Fattura elettronica rifiutata: quali errori vengono commessi

Non bastavano le diverse sanzioni a mettere in difficoltà coloro che devono avere a che fare con le e-fatture (a proposito, scopri chi deve emettere fatture elettroniche). Può capitare infatti che, dopo aver risolto il fattore servizi, ci si trovi a dover affrontare un nuovo problema: fattura elettronica rifiutata, o scartata. Cosa fare?

Possono esserci diversi motivi per cui l’invio di una fattura elettronica non va a buon fine. Ricordiamo sempre che una e-fattura (caricata in formato XML), prima di giungere al destinatario, deve “passare” dal Sistema di Interscambio.

Lettura consigliata: tutto ciò che devi sapere su come funziona la fatturazione elettronica.

Fattura elettronica scartata dal Sistema di Interscambio

Giungere ad avere una fattura rifiutata è il risultato di alcune imprecisioni commesse da chi ha compilato la fattura stessa. A dire il vero, bisogna fare una prima distinzione tra fattura elettronica rifiutata e fattura elettronica scartata. In quest’ultimo caso, si parla di un “blocco” che viene fatto direttamente dallo SDI, quindi con la fattura che non arriva proprio al destinatario.

Ma perché il Sistema di Interscambio dovrebbe scartare la tua fattura elettronica? Possono esserci diverse motivazioni, nell’ordine:

  • Errore nel riportare i dati del destinatario (tipo codice fiscale, codice destinatario, partita Iva).
  • Certificato di firma non valido.
  • Presenza di fatture duplicate.

In pratica, se il Sistema di Interscambio rivela delle anomalie nella fattura allora la farà tornare indietro, inviando a chi l’ha emessa una notifica di scarto. Il file scartato viene considerato come non emesso.

Come risolvere il problema? Non ti resta che sistemare gli errori commessi e inviare nuovamente la fattura elettronica allo SDI. Si può rinviare, entro 5 giorni dalla notifica di scarto, la stessa fattura, oppure inviarne una nuova in cui sia specificato che si tratta di una rettifica della precedente scartata dallo SDI.

Fattura elettronica accettata dallo SDI ma rifiutata dalla PA

Mettiamo il caso che la e-fattura passi “indenne” i vari controlli del Sistema di Interscambio. Tutto risolto? Non proprio, perché la fattura elettronica può essere rifiutata dalla Pubblica amministrazione che deve riceverla. Mettiamo dunque il caso che dopo aver inviato la fattura elettronica, questa passi i controlli dello SDI ma venga rifiutata dalla PA che ha 15 giorni di tempo per comunicare il rifiuto allo SDI specificandone i motivi.

Ma come risolvere il problema in caso di rifiuto della fattura elettronica da parte della Pubblica amministrazione?

In realtà, da questo punto di vista le cose sono più semplici, perché sarà proprio la PA a rendersi conto dell’errore e a specificare le motivazioni del rifiuto entro 15 giorni, mettendosi in contatto col fornitore tramite telefono o PEC. Sarà quindi la Pubblica amministrazione a descrivere qual è stato il problema che ha causato il rifiuto specificando poi cosa fare per rinviare la fattura. In questo caso, ci sono due possibilità messe a disposizione di chi deve inviare la fattura:

  • Fare tutte le correzioni segnalate dalla PA e inviare nuovamente la fattura elettronica.
  • Emettere una nota di credito con fattura elettronica.

Keliweb e la fatturazione elettronica

La gestione delle fatture elettroniche ha comportato, fin dall’inizio dell’obbligo, una serie di enormi difficoltà per gli utenti. Visto che ormai non si torna più indietro, è necessario che un professionista individui nel minor tempo possibile il software adatto per gestire una componente così delicata del proprio lavoro.

Keliweb è l’azienda che ti permette di azzerare ogni difficoltà, grazie a un software con cui gestire le fatture elettroniche sarà davvero semplicissimo. Grazie al nostro servizio dedicato alla fatturazione elettronica non avrai più alcuna difficoltà nell’inviare e/o ricevere le e-fatture a privati e Pubblica amministrazione, per una gestione dell’intero ciclo attivo/passivo.

Scopri tutti i nostri piani per i titolari di partita Iva che devono inviare e ricevere fatture online. Valuta i nostri diversi pacchetti e scegli quello che meglio si adatta al tuo profilo professionale.

Per concludere

Se hai dunque a che fare con il caso di una fattura elettronica rifiutata, ora sei consapevole del fatto che c’è sicuramente un errore che è stato commesso. Nessun problema, basta eliminare l’errore (come descritto nell’articolo) e il gioco è fatto.

Per mandare avanti un business online senza ulteriori difficoltà non c’è altra soluzione che individuare servizi affidabili, forniti da un’azienda capace di garantirti non solo un’alta qualità dei servizi ma anche un supporto costante.

Keliweb è l’azienda che stai cercando. Non esitare a contattarci se vuoi ricevere specifiche indicazioni, un nostro account manager ti aiuterà a trovare la migliore soluzione per le tue necessità.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button