Domini

Registrazione del dominio, il primo passo per avviare un progetto web

Una volta passato il Ferragosto, ci si rimette in moto per riflettere sul nuovo anno lavorativo che inizierà a breve. Il mese di agosto può essere quindi l’occasione per porre le basi di un nuovo progetto, definendo non solo le idee ma anche la loro realizzazione concreta sul web. Come abbiamo sottolineato in più occasioni, il lancio di un sito internet deve passare inevitabilmente da una serie di servizi web, indispensabili per fare in modo che il sito sia raggiungibile in rete. La registrazione del dominio è il primo passo da cui partire.

Registrazione del dominio, il primo passo

Effettuando la registrazione dominio non si blocca solo un nome sul web, si fa infatti molto di più. Si fissa una proprietà, mettendo le basi per l’esistenza di un Brand online. Il nome dominio sarà l’indirizzo attraverso cui il sito sarà raggiungibile in rete, ma non solo. Attraverso un dominio si definisce l’identità stessa di una piattaforma web.

Tutti questi aspetti determinano l’importanza del dominio, punto essenziale per l’avvio di un progetto.

Come registrare un dominio internet

Prima di avviare la tua nuova attività online, occorre però passare materialmente alla registrazione del dominio. Si parte da una profonda riflessione che va fatta su quale possa essere il nome che meglio rappresenta la vetrina digitale.

Per avere qualche spunto in merito, ti consigliamo di leggere il nostro articolo su come scegliere un nome dominio.

Una volta individuato il nome giusto, devi verificare che quel nome dominio sia effettivamente disponibile. E se il nome che hai scelto risultasse già occupato? A questo punto o cambi il nome da registrare e riprovi oppure, se proprio non vuoi modificare il nome dominio che hai scelto, prova con una diversa estensione per creare il tuo sito.

Su quale estensione puntare

Grazie alle estensioni di dominio non sarà solo possibile ampliare le possibilità di registrare il nome scelto, ma si potrà lavorare in termini di riconoscibilità online con un nome evocativo e facile da ricordare.

Oltre alle estensioni classiche, come per esempio il .IT, il .COM e il .NET, sono disponibili da alcuni anni i cosiddetti nuovi gTLD. Più di 700 nuove estensioni disponibili per gli utenti che possono avere una soluzione che rispecchi appieno la propria identità web.

Vuoi lanciare un negozio online per vendere prodotti in rete? Puoi optare per un’estensione come il .BOUTIQUE o il .STORE, per dare un’idea di shop. Vuoi lanciare il sito di un ristorante? Che ne pensi di un sito con estensione .FOOD? Vuoi avviare il sito della tua nuova Web Agency? Sarebbe il caso quindi di puntare sul .AGENCY per dare agli utenti un’indicazione chiara e precisa.

Nuove opportunità su cui tantissimi professionisti e aziende stanno puntando. Scopri quali sono i nuovi gTLD più registrati.

Com’è strutturato un dominio

Prima di mettere in pratica la concretizzazione della tua idea, parti dal presupposto che un dominio web è strutturato in diverse sezioni che possiamo anche considerare “indipendenti”. Di seguito le tre parti in cui è suddiviso un dominio, prendendo come esempio il nome dominio del nostro blog.

  • Dominio di primo livello: questa sezione definita primo livello riguarda proprio l’estensione del dominio, la parte finale che viene dopo il punto. Per intenderci= blog.keliweb.it
  • Dominio di secondo livello: il secondo livello rappresenta forse la sezione più importante, visto che corrisponde al nome dominio, ovvero la parte che andrà poi a rispecchiare il Brand. Per capirci= blog.keliweb.it
  • Dominio di terzo livello: il terzo livello viene utilizzato per aprire delle sottosezioni (non per altro viene definito anche sottodominio) di approfondimento del sito principale. Una soluzione adatta per l’apertura di blog o forum. L’esempio adatto= blog.keliweb.it

Blindare il proprio dominio

Un aspetto essenziale da prendere in considerazione è la “messa in sicurezza del dominio”, per dimostrare con i fatti di essere una fonte affidabile.

Grazie al certificato digitale fornito da Keliweb (scopri le nostre soluzioni di Certificato SSL) è possibile accertare l’affidabilità del dominio, facendo in modo che su Chrome compaia la dicitura sicuro nella barra degli indirizzi.

La connessione tra sito web e browser avviene tramite una connessione in chiaro, cosa che mette a rischio di intromissioni esterne i dati personali degli utenti. Con la certificazione del dominio, sarà impossibile per terzi effettuare interventi “poco chiari” grazie alla crittografia dei dati.

Avere il lucchetto verde darà al tuo dominio (e al tuo sito web) un’aria più affidabile, con benefici per la reputazione del Brand.

Per concludere

L’inizio del nuovo anno lavorativo è ormai alle porte, è il momento di fare le cose sul serio e prepararsi per avviare un sito internet. Partendo dalla registrazione del dominio potrai sviluppare, tramite poi la scelta del servizio di hosting, la tua nuova piattaforma online.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button