Tutorial

5 strumenti per fare analisi dei siti web

Un errore che viene commesso spesso dai giovani professionisti che si affacciano al panorama digitale è quello di pensare di poter fare tutto in autonomia, senza l’ausilio di “aiuti esterni”. Si tratta di una scelta che rischia di costare cara perché l’utilizzo degli strumenti SEO è indispensabile per valutare diversi aspetti di un sito, dalle sue prestazioni ai backlink, dall’individuazione degli errori fino alla delicata questione posizionamento motori di ricerca. Per fortuna, ci sono diverse possibilità per ovviare a questo errore. Sono tanti, infatti, gli strumenti per fare analisi dei siti web disponibili online.

I 5 strumenti che ti consigliamo per analizzare il tuo sito

Quanti strumenti esistono sul web con il quale poter analizzare dati e statistiche di un sito web? Tantissimi, forse anche troppi, nel senso che una scelta troppo vasta può creare confusione nella mente di un giovane professionista.

Proprio per questo, vogliamo darti una mano a sfoltire l’eccessiva disponibilità di tool e programmi miracolosi per fare web analytics, mettendo in evidenza quelli che (secondo il nostro parere) sono i migliori software in circolazione.

Pacchetto di Google (Search Console, Analytics e PageSpeed)

Se si parla di strumenti utilizzati da un consulente SEO, non si può non tener conto del comparto di soluzioni messo a disposizione (gratuitamente) da Google. Il trittico Analytics, Search Console e PageSpeed può essere considerato, nel suo insieme, come il primo indispensabile strumento da cui partire.

Con Analytics avrai a disposizione un quadro completo su tutte le statistiche del traffico web, anche in tempo reale (leggi la Google Analytics guida); con la Search Console puoi verificare l’andamento del sito nelle ricerche di Google e avere un quadro sui problemi presenti nelle varie pagine; Google PageSpeed, invece, permette di avere una valutazione oggettiva in merito alle performance del sito, parametro questo fondamentale per il posizionamento nei risultati di ricerca (per avere grandi prestazioni devi puntare su un servizio di hosting potente).

Se ancora non bastasse, Google mette a disposizione anche uno strumento dedicato al mobile: Test My Site. Scopri se il tuo sito funziona bene sui dispositivi mobile (la navigazione mobile ha ormai superato quella da desktop) e ottieni rapporti dettagliati per scoprire cosa non va.

Per utilizzare questi strumenti basta avere un account Google.

Piattaforme per gestire l’attività online: SEMrush & SEO Zoom

Se gli strumenti messi a disposizione da Google rappresentano la base di ogni professionista digitale, vi sono altre soluzioni che permettono di ampliare il raggio d’azione e di avere tutte le informazioni necessarie per migliorare il proprio lavoro online.

La prima delle piattaforme che vogliamo citare è SEMrush, uno strumento con il quale poter monitorare ogni singolo aspetto della propria attività online e dare anche una sbirciatina a quello che fanno i concorrenti. Innumerevoli sono gli strumenti inclusi nella piattaforma, ognuno di essi utilissimo per gestire alcuni parametri di un sito. Giusto per fare un paio di esempi, possiamo citare Social Media Poster (per gestire il lavoro di Social Media Marketing), Brand Monitoring (per scoprire chi parla di te online) e SEO Writing Assistant (valido aiuto per migliorare i propri contenuti).

Per saperne di più sulla piattaforma, leggi la nostra intervista a Valentina Pacitti, colei che gestisce il blog di SEMrush Italia.

Doverosa la citazione di un’altra Suite SEO, completamente italiana, di nome SEO Zoom. I tanti strumenti inclusi la rendono una piattaforma utilissima per valutare i diversi aspetti di un sito per migliorare la visibilità online. Tutti coloro che si occupano di attività di Web Marketing possono prenderla in considerazione per avere informazioni sulla gestione dei siti internet.

Screaming Frog SEO Spider

Non sarebbe una cosa utile avere un proprio spider personale, in grado di scandagliare il sito web ed evidenziare ogni eventuale problematica? Per fortuna di tutti i SEO, esiste uno strumento che può far questo: stiamo parlando di Screaming Frog SEO Spider.

Si tratta di un software a pagamento (si possono controllare gratuitamente i primi 500 url) che si occupa di scansionare un sito internet. Tante sono le informazioni fornite, in merito a: tag title, presenza del codice HTTP nelle pagine, presenza (o meno) delle meta descriptions, tag H1 e tag H2, velocità delle pagine, lunghezza dei contenuti e molto altro ancora.

Insomma, uno strumento che proprio non puà mancare nella tua “valigetta degli attrezzi”.

SEO Tester Online

Altro strumento di ottimo livello con il quale poter tenere sotto controllo diversi aspetti di un sito, sia per quel che riguarda l’aspetto tecnico che dei contenuti, è SEO Tester Online.

Un software in grado di aiutarti per il più completo controllo sito web online, oltre che fornire informazioni per quel che riguarda l’attività di marketing. Semplice da usare e con dei costi tutto sommati non elevati (disponibili in tre diversi pacchetti, a partire da 29 € al mese).

Per saperne di più, ti consigliamo di approfondire come funziona SEO Tester Online.

Ricerca delle parole chiave: Answer the public, Ubersuggest e il keyword planner di Google

Per conquistare un buon posizionamento sul motore di ricerca, non serve solo sistemare gli errori e garantire tempi di carimento bassi. Un’attività imprescindibile riguarda infatti la creazione di contenuti, con il quale poter scalare le SERP in merito a determinate query di ricerca inserite dagli utenti.

Per scoprire su che tipo di contenuti puntare, consigliamo di utilizzare Answer the public. Si tratta di uno strumento gratuto che permette di avere un quadro preciso delle ricerche effettuate intorno a un argomento. Il modo migliore per avere un’idea chiara su quale tipo di contenuto realizzare (in particolar modo su un blog aziendale).

Per sapere quali keywords inserire all’interno dei contenuti, consigliamo di usare le soluzioni online più in voga tra i copywriter, ovvero Ubersuggest o lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Big G, entrambi eccezionali nell’indicare quali sono le parole più cercate su google, parametro essenziale per costruire contenuti efficaci.

Senza gli strumenti per fare analisi dei siti web… c’è solo caos

Tutti i grandi professionisti, anche il migliore esperto SEO, utilizza un proprio kit di strumenti.

Con i software consigliati in questo articolo potrai tenere sotto controllo ogni aspetto della tua attività web. Avere quanti più dettagli possibile sia sulla parte tecnica che contenutistica è davvero importante. Di grande valore anche il poter dare un’occhiata al lavoro dei competitor. Tutti aspetti da monitorare per avere spunti interessanti su cui costruire una strategia di Digital Marketing originale ed efficace.

Senza l’utilizzo di strumenti come quelli elencati, sarà difficile (per non dire impossibile) poter fare un lavoro preciso e calzante in merito agli obiettivi prefissati.

Per concludere

Dopo aver passato in rassegna i nostri consigli, devi capire quale Tools SEO è più indicato per le tue esigenze.

Noi, da par nostro, speriamo di averti dato delle dritte utili.

Ci sono altri strumenti web che vuoi consigliare, in modo da aggiungerli a quelli da noi nominati? Scrivici nei commenti e aiutaci a rendere il contenuto ancora più completo. :-)

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button