Web Marketing

Qual è la differenza tra Content Marketing e Copywriting

Spesso si mettono nello stesso calderone le figure del content writer e del copywriter; analizziamo invece le differenze

Scrivere contenuti in grado di attirare l’interesse delle persone, un lavoro duro e di basilare importanza per le aziende che operano sul web. In merito a questo, si tende spesso a fare confusione tra le figure professionali che si occupano di quest’attività. Per sbrogliare la matassa, e fare maggiore chiarezza, abbiamo deciso di evidenziare la sostanziale differenza tra Content Marketing e Copywriting.

Nomi diversi che sembra vogliano identificare lo stesso lavoro, ma non è così.

Differenza tra Content Marketing e Copywriting

Quante volte si ha una convinzione che però, con un minimo di approfondimento, risulta essere errata? Capita spesso, un po’ a tutti, ed è proprio per tale motivo che vogliamo evidenziare la reale differenza che esiste tra Content Marketing e Copywriting.

Entrambe le discipline hanno a che fare con il linguaggio e con la creazione di contenuti, ma andando oltre le apparenze si possono individuare delle difformità nette.

Per quanto si pensi il contrario, il content writer e il copywriter sono due figure professionali diverse tra loro. Entrambe importantissime per un approccio Inbound Marketing adottato degli ultimi anni dalle aziende, ovvero quel tipo di comunicazione che punta alla creazione di contenuti di valore per attirare nuovi utenti, portando così alla trasformazione dei visitatori in acquirenti.

Che cos’è il Content Marketing

Possiamo dare una definizione di Content Marketing dicendo che tale disciplina riguarda la creazione di contenuti sviluppati per informare gli utenti. Chi si occupa di Content Marketing ha l’obiettivo di raggiungere, e conquistare, l’interesse delle persone. Bisogna prestare la massima attenzione su questo punto: il content writer non ha come obiettivo principale quello di vendere; chi scrive contenuti, lo fa per ampliare il bacino d’utenza di un’azienda e migliorarne la reputazione.

Rientra nell’ambito del Content Marketing la realizzazione di contenuti, come per esempio gli articoli pubblicati su un blog aziendale. L’obiettivo del content writer è quello di mantenere alta l’attenzione del pubblico, ma non solo. I testi creati devono seguire le regole della SEO, così da riuscire a conquistare un buon posizionamento sul motore di ricerca. Avere delle importanti chiavi di ricerca ben posizionate permette di aumentare il traffico in entrata, e facciamo conto che stiamo parlando di un traffico altamente targettizzato (visto che arriva sui contenuti tramite ricerche effettuate in autonomia).

Possiamo quindi definire un professionista del Content Marketing come un creatore di contenuti SEO, sviluppati per aumentare la popolarità di un Brand online.

Che cos’è il Copywriting

Rispetto al content writer, il copywriter ha a che fare maggiormente con il concetto di creatività!

A differenza di chi si occupa di Content Marketing, in cui bisogna tenere in considerazione (come detto in precedenza) le prerogative della SEO, chi si occupa di Copywriting può lavorare maggiormente a briglie sciolte, dando così libero sfogo alla propria fantasia linguistica.

Facciamo un esempio pratico: mentre il content writer lavora nella creazione di contenuti lunghi, come gli articoli di un blog, il copy mette le proprie capacità a disposizione di contenuti più brevi, come gli annunci pubblicitari o i testi per le pagine di un sito web, o anche per le Landing Page. Ecco quindi emergere la netta differenza di impostazione professionale tra content writer e copywriter. Mentre il primo ha un compito prettamente informativo, il secondo lavora per colpire il lato emotivo delle persone e spingerle a compiere un’azione.

Chi è quindi il professionista del Copywriting? Si tratta di uno specialista del linguaggio, in grado di utilizzare le parole per creare annunci in grado di influenzare le scelte e le azioni degli utenti.

Al di là delle differenze, come legare le tue discipline

Come abbiamo visto, pensare che il copywriter e il content writer siano la stessa cosa è un errore. Ci sono delle differenze, abbastanza nette, che determinano l’importanza di entrambi. Molto spesso, chi si occupa della stesura dei testi per conto di un’azienda tende a dedicarsi sia al Copywriting che al Content Marketing.

Possono camminare insieme queste due discipline? Se a occuparsene è una persona sola, allora questa dovrà avere notevoli capacità di linguaggio, unita a una particolare attitudine a elaborare slogan e concetti semplici ma di grande impatto emotivo.

Capita poi che, nelle grandi aziende, siano presenti all’interno del team sia il copywriter che il content writer. Queste due figure possono (devono) coordinare i propri sforzi per raggiungere il miglior risultato possibile. Mentre il content writer si occuperà della scrittura di articoli e approfondimenti, il copywriter darà (grazie alla sua fantasia) quel tocco in più necessario per rendere i contenuti ancora più efficaci.

Il Content Marketing è un lavoro di costanza, precisione, approfondimento; il Copywriting, invece, è una professione che fa della creatività e della capacità di immaginare cosa vogliono le persone i propri punti di forza.

Unire entrambe le discipline (che lo faccia una persona sola o due professionisti fa poca differenza) porta una serie di grandi benefici per le aziende.

L’uso del linguaggio nella comunicazione 2.0

Fino a questo momento abbiamo parlato della differenza tra Content Marketing e Copywriting, due diverse tipologie di lavoro che hanno un punto di partenza comune: il linguaggio!

Un buon utilizzo del linguaggio è una prerogativa indispensabile anche (e soprattutto) in questa epoca dominata dall’evoluzione digitale. Un’azienda che comprende l’importanza dell’essere presenti online, deve lavorare su diversi aspetti per assicurarsi che tutto funzioni per il meglio. A partire dalle prestazioni e dal livello di sicurezza per i dati dei clienti sul sito web, garantite da un piano hosting di qualità, fino ad arrivare all’assistenza fornita agli utenti.

Basi di partenza fondamentali ma che, da sole, non bastano.

Per poter essere conosciuta e ampliare così il proprio pubblico, un’azienda deve essere in grado di comunicare in maniera efficace. La comunicazione deve essere una commistione tra immagini di qualità (di cui si occuperà il Web Designer) e contenuti utili scritti dal content writer, resi maggiormente accattivanti grazie al lavoro del copy.

Puntare su un approccio totalmente voltato alla vendita non funziona; oggigiorno bisogna conquistare la fiducia del pubblico tramite il proprio lavoro. In questo quadro d’insieme, la contenutistica riveste un ruolo di primaria importanza all’interno del quadro aziendale.

Per concludere

Al di là di come si decida di definire le professioni, ciò che conta è che per ottenere buoni risultati nel Web Marketing è necessario unire diverse attitudini, come la costanza, la creatività e la capacità di ascolto delle reali esigenze dei clienti. Il content writer e il copywriter sono, insieme al social media manager e al digital advertiser, le figure chiave che devono essere presenti all’interno di un team aziendale.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento