Web Marketing

Quale social network fa per te?

Vuoi far crescere il tuo progetto web tramite i social. Una buona idea, ma su quale puntare?

Riprendendo il dilemma più famoso della storia della letteratura, potremmo azzardare un “social o non social, questo è il problema”. A differenza del dramma shakespeariano, qui il dilemma è abbastanza semplice da sbrogliare: i social devono essere usati per fare marketing online. Il dubbio, semmai, sorge dinnanzi a un altro dilemma: “qual è il social network adatto per il mio lavoro?” ed è a questo che vogliamo dare un risposta.

L’epoca dei social network

Apparsi da circa un decennio sul web, nel corso di pochi i social network sono passati dall’essere strumenti ludici a piattaforme di inestimabile valore per l’attività di marketing sia di privati che di aziende. Tale trasformazione è avvenuta perché i professionisti hanno capito che le persone passano molte ore al giorno sui social, ed è proprio lì dunque che si bisogna raggiungerle con offerte e contenuti.

Per seguire e accompagnare questa tendenza, coloro che lavorano dietro le quinte dei social hanno organizzato le principali piattaforme (come Facebook e Instagram) con sofisticati algoritmi. Inoltre, sono stati sviluppati degli strumenti per poter creare delle campagne pubblicitarie a pagamento sempre più raffinate per conquistare uno spazio a discapito del mero traffico organico.

Ne consegue dunque che questa non è più l’epoca dell’uso dei social network, passata ormai da anni. Questo è il tempo del fare business sui social network, che tutta un’altra cosa.

Quale social usare per il tuo progetto web?

Abbiamo svelato il dilemma in apertura, ma in questi percorso iniziatico se ne presenta un altro: “quale social devo usare?” ed è qui che occorre trovare risposta. È facile dire che i social sono importanti e vanno usati, bisogna però poi passare ai fatti.

Visto che è impossibile (e controproducente) essere su tutti i social esistenti, occorre individuare solo quelli più in linea con un determinato progetto.

Vuoi sapere quale social devi usare? Bene, prendiamo in esame solo i più utilizzati e scopriamo come e perché fare una determinata scelta.

Quando (e perché) usare Facebook

Pensare ai social network significa, il 99% delle volte, pensare a Facebook. Ancora oggi, Facebook è il social numero 1 al mondo per numero di utenti attivi, indispensabile in una strategia di Social Media Marketing che punti a creare engagement con gli utenti.

Scelta dunque obbligata? Non sempre. In verità, nonostante l’importanza di cui sopra, Facebook è un social che permette di raggiungere determinati risultati, in particolar modo quando si punta a sviluppare una community intorno a un Brand.

L’utilizzo di questo social è dunque consigliato nei casi in cui si decida di optare per una comunicazione leggera, composta da un linguaggio molto diretto. Un modo di comunicare vicino agli utenti, che si sentiranno così partecipi dell’attività quotidiana dell’azienda. I casi di Ceres e di Taffo dimostrano come Facebook sia adatto per una comunicazione incentrata sulla creatività e distante da un aspetto troppo serioso e distaccato.

I motivi che ti portano a usare Instagram

Nato come una piccola applicazione su cui condividere di tanto in tanto qualche foto, nel corso del tempo Instagram è diventato un social potentissimo. Organizzato ora tramite un algoritmo simile al papà-padrone Facebook, ora il feed di Instagram è organizzato a seconda degli interessi degli iscritti.

Si tratta di un social che punta fortemente sul fattore visual, visto che i contenuti sono composti da foto e video. Dal 2015 in poi, Instagram ha conquistato sempre di più l’attenzione dei giovanissimi che stanno abbandonando Facebook, visto ormai come un social fatto solo per adulti che vogliono parlare di cose seriore come politica e lavoro.

Quando utilizzare Instagram? Il social in questione è consigliatissimo per gestire un’attività che vende prodotti fisici, che possono essere mostrati in foto. Inoltre, usare Instagram è necessario se il target è composto dai giovani. Attraverso la pubblicazione di immagini, di Stories e anche di video sulla recente Instagram TV si potrà raccontare la storia e l’attività quotidiana dell’azienda, il dietro le quinte ecc.

Uno Storytelling social in grado di far avvicinare ancora di più il pubblico facendolo sentire partecipe e vicino al Brand.

Twitter è ancora un’opzione valida?

Spesso dato per morto, Twitter è ancora qui vivo e vegeto con i suoi 8 milioni di utenti attivi. Parliamo quindi ancora di un colosso che, seppur non alla pari di Facebook, mantiene sempre una sua grande rilevanza.

L’utilizzo del social dei cinguettii (che, ricordiamo, di recente sono aumentati a 280 caratteri per tweet) è consigliato per stringere un rapporto diretto con le persone e magari offrire un’assistenza live. Grazie ai singoli cinguettii sarà possibile interagire con i propri clienti e anche con gli influencer del settore, creando così un movimento che abbia come fulcro centrale il tuo Brand.

Un taglio altamente professionale: ecco LinkedIn

Se dei potenziali clienti stanno cercano informazioni sulla tua azienda, stanne certo, ti cercheranno su LinkedIn. Essendo il social dedicato al business, è importante avere una pagina aziendale sul social per entrare in contatto con professionisti e figure interne al tuo campo di lavoro.

LinkedIn si caratterizza dunque come un’opzione essenziale per creare rapporti con altre aziende, tenersi in contatto con i professionisti (se essi rientrano nel target) e trovare nuovi candidati per lavorare in azienda e ampliare il team.

Una scelta obbligata se si vuole dare al proprio lavoro un’aria professionale, seria e istituzionale.

È il momento della messaggistica: Telegram e WhatsApp

Non si fa in tempo a registrare la crescita di un social che già si pensa alle nuove piattaforme che stravolgono il lavoro dei social marketer. Le applicazioni di messaggistica come Telegram e WhatsApp vanno ora per la maggiore, in particolar modo la prima.

Con l’utilizzo di Telegram, un’azienda può ampliare la propria strategia di Social Marketing attraverso uno strumento che permette di fare diverse cose: creare gruppi e super gruppi, costruire una community intorno al Brand, fornire assistenza diretta, fornire notizie e aggiornamenti sull’azienda e molto altro ancora.

keliweb canale telegram

Con il passare del tempo, Telegram è diventato uno strumento molto potente, fondamentale per rendere più completa la strategia social e per valorizzare le comunicazioni per gli obiettivi di business.

Approfondimento: come usare Telegram per il business.

Per concludere

Vuoi fare in modo che la tua presenza su internet non sia vuota ma che concretizzi gli investimenti fatti? Non c’è altro modo che costruire un rapporto con gli utenti, fidelizzandoli al Brand (aumentando così i guadagni). Come ottenere questo risultato? Con i social network.

In questo articolo ti abbiamo dato qualche consiglio per scegliere il social adatto per il tuo progetto web. Sta a te ora metterti in gioco e iniziare la tua avventura social.

Sei pronto?

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento