Web Marketing

La differenza tra SEO e SEM specialist

Due figure professionali che possono farti fare il salto di qualità... ma di chi hai davvero bisogno?

Portare un progetto web al successo non è un’impresa facile, serve una strategia di marketing ben congegnata e che preveda lo sviluppo del Brand nel corso dei mesi. Ci vuole tempo per far crescere un determinato business. Tempo sì, ma soprattutto competenza. Ecco perché sono così richieste quelle figure professionali in grado di definire un piano d’azione incisivo e ben strutturato: SEO e SEM specialist.

SEO e SEM specialist: figure chiave della comunicazione

Se non si hanno delle conoscenze specifiche, conquistare grandi risultati online sarà impresa ardua, se non impossibile. Per questo motivo le aziende decidono di contattare figure professionali come il SEO specialist e il SEM specialist, individui in grado di aumentare il traffico in entrata sul sito web.

Anche se spesso vengono confuse e “aggregate” in un unico soggetto, in realtà tra SEO e SEM vi sono differenze sostanziali. L’obiettivo è il medesimo: migliorare la visibilità di un marchio sul panorama digitale.

Se il fine è lo stesso, sono i mezzi per raggiungerlo che cambiano e che definiscono il lavoro di uno e quello dell’altro.

Differenze tra SEO e SEM specialist

Anche se si è portati a pensare che SEO e SEM facciano le stesse cose, gettando tutto in un “unico calderone”, bisogna dividere le discipline.

Tra le due discipline vi sono delle sostanziali differenze. Si tratta di attività che possono (dovrebbero) coesistere, possibilità però di difficile compimento nelle prime fasi di un progetto.

Vediamo dunque in cosa si distinguono SEO e SEM specialist, per giungere poi alla conclusione su quale delle due figure possa essere la più adatta per farti crescere sul web.

Cosa fa un SEO specialist

Chi si occupa di SEO è, il più delle volte, un vero e proprio conoscitore dell’informatica. Un SEO specialist lavora infatti per migliorare il posizionamento dei contenuti sul motore di ricerca, e per farlo lavora in team con figure come il copywriter, anche se a volte si occupa anche della produzione (e della relativa ottimizzazione) dei contenuti.

Per piazzare i propri contenuti nelle prime pagine di Google è necessario fare un lungo lavoro di ottimizzazione, sia per quel che riguarda l’aspetto “esterno” del sito che per quel che riguarda “l’interno”.

Se per quel che riguarda i contenuti testuali bisogna creare contenuti seguendo le regole del SEO Copywriting, il discorso cambia quando si ragiona per il “dietro le quinte” di un progetto. Ecco perché abbiamo detto che un SEO è, soprattutto, un informatico. Tra le tante attività comprese nel suo lavoro quotidiano possiamo citare:

  • Mettere mano al codice HTML e CSS
  • Curare la struttura delle pagine del sito
  • Tenere sotto controllo i risultati tramite Analytics
  • Verificare e correggere gli errori segnalati dalla Search Console
  • Ottimizzazione dei contenuti presenti sul sito
  • Trovare link di qualità in entrata
  • Monitorare l’andamento del traffico tramite gli opportuni strumenti, come SEMrush
  • Ricerca delle parole chiave su cui puntare
  • Migliorare la user experience sul sito

Insomma, il SEO specialist non è solo uno stratega in cerca di una strategia efficace per piazzare i contenuti del sito in cima alle SERP. Il SEO è anche un professionista che conosce gli aspetti tecnici dell’informatica che sa lavorare con il codice, che sa come strutturare le pagine del sito affinché esse portino risultati concreti.

Cosa fa un SEM specialist

Se tutte le attività svolte dal SEO non richiede l’investimento di budget, per quel che riguarda la figura del SEM specialist le cose cambiano. Quando parliamo di SEM (Search Engine Marketing) facciamo riferimento a tutta quella serie di attività di marketing necessarie per portare traffico qualificato su un sito web.

A differenza del SEO, il SEM si trova a gestire dei budget stanziati dall’azienda di turno per poter effettuare investimenti in campagne pubblicitarie. Quest’attività promozionale ha lo scopo di trovare gli utenti che, per caratteristiche, rientrano appieno nella raffigurazione del cliente ideale su cui si basa il lavoro dell’azienda.

Se quindi il lavoro del SEO si basa anche sulle ricerche effettuate dagli utenti, il SEM specialist lavora per fare in modo che gli annunci raggiungano solo gli utenti potenzialmente interessati.

Sostanzialmente, il SEM si occupa di analizzare il mercato e di impostare, su uno strumento come Google Ads (fino a qualche settimana fa Google AdWords), gruppi di annunci in linea con gli obiettivi. La piattaforma di Big G, profondamente rinnovata, permette di impostare e monitorare in maniera molto più semplice e intuitiva le campagne.

Il compito del SEM è quello di definire la strategia di Web Marketing dell’azienda, utilizzando il budget messo a disposizione per la creazione delle campagne, che dovranno essere monitorare costantemente per valutare i risultati e, nel caso, agire in corso d’opera per “aggiustare il tiro”.

Punti in comune

Le due figure professionali che abbiamo evidenziato in questo articolo svolgono attività differenti, ma con lo stesso obiettivo: portare traffico qualificato dal motore di ricerca sul sito web. È grazie al loro lavoro che un’azienda potrà conquistare tanti nuovi clienti, migliorando così il volume d’affari e aumentando i guadagni.

Un obiettivo comune raggiungibile tramite attività differenti. Se il SEO lavora nel “dietro le quinte” del sito, il SEM si occuperà invece di scovare le persone giuste nei meandri della rete.

I punti in comune riguardano dunque l’obiettivo e la piattaforma su cui si basa l’intero lavoro, ovvero il motore di ricerca. Quando parliamo di motore di ricerca facciamo riferimento, nel 99% delle volte, a Google. Esistono però anche altre piattaforme che possono essere utilizzate per trovare nuovi clienti, come per esempio Bing o i motori di ricerca utilizzati in altre zone del mondo, tipo Yandex per conquistare il mercato russo,

Dunque, di chi hai bisogno?

La cosa migliore sarebbe avere nel proprio team entrambe le figure, su questo non ci sono dubbi. Come però abbiamo avuto modo di vedere, per fare attività di Search Engine Marketing è necessario investire soldi in attività di advertising. Se non si dispone di un budget da dedicare alle campagne pubblicitarie, sarà impossibile per il SEM specialist poter svolgere il proprio lavoro.

Detto che entrambe le figure sono importantissime, secondo il nostro parere tutto dipende dalle possibilità dell’azienda di turno.

Per i progetti nati da poco, che magari ancora non vogliono impegnarsi troppo con spese in campagne di Internet Marketing, meglio puntare sul SEO specialist. Tutte le sue attività non richiederanno spese ulteriori se non lo stipendio e l’abbonamento di qualche strumento per il monitoraggio del traffico.

Se invece si tratta di un progetto di grandi dimensioni, già sul mercato da un po’ di tempo, allora alla figura del SEO (indispensabile) si può aggiungere anche quella del SEM specialist. In questo modo i contenuti del tuo sito non saranno presenti nelle SERP solo in base alle ricerche degli utenti, ma appariranno direttamente alle persone che per caratteristiche rappresentano il cliente ideale. Gli annunci sponsorizzati, occorre ricordarlo, vengono posizionati prima dei risultati in organico.

Per concludere

SEO e SEM specialist, due facce della stessa medaglia, due professionisti che conoscono il motore di ricerca, il target di riferimento e che sanno come portare in alto il tuo progetto. Abbiamo definito i punti in comune e le differenze, ora sta a te decidere di quale delle due figure hai più bisogno per far decollare il tuo business online.

Noi, da par nostro, ti abbiamo fornito qualche consiglio.

Siamo comunque sempre qui per proporti servizi web hosting di qualità che possano mantenere altissime le performance del tuo sito, anche questo un aspetto decisivo per l’indicizzazione.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button