Web Marketing

Cosa pubblicare su un blog aziendale in estate

Interrompere le pubblicazioni del blog nei mesi estivi? Assolutamente no, ecco cosa puoi proporre ai lettori

Un’azienda che vuole aumentare i propri guadagni non può, al giorno d’oggi, lasciar fuori internet dalla comunicazione. Essere presenti sul web però non basta, occorre infatti mettere in atto una serie di “pratiche” in grado di creare engagement con gli utenti, avvicinandoli sempre di più al Brand. Questo tipo di operazione serve soprattutto per creare un rapporto di fiducia tra pubblico e azienda. Molte società commettono però un errore: rallentare la lavorazione in alcuni periodi dell’anno.

Il periodo estivo, in particolar modo, è quello in cui molti professionisti tendono a decelerare con il lavoro. Un lusso non accettabile per chi lavora nell’ambito del Blogging. Vediamo quindi come organizzare l’attività di un blog aziendale in estate.

Fermare il blog aziendale in estate?

Basta dare un’occhiata in giro per il web per rendersi conto che molti blog aziendali, specie nell’ambito tecnologico-informatico, tendono a diminuire la media di pubblicazioni. Basandosi sull’idea preconcetta che le persone siano tutte in vacanza, i professionisti tendono a lasciarsi andare, mollare un po’.

Questo allontanamento estivo porterà però a grossi svantaggi, con enormi benefici per una concorrenza che non ha invece nessuna idea di godersi le vacanze a discapito del proprio pubblico.

Summer GIF by eyedesyn - Find & Share on GIPHY

Chi gestisce un blog aziendale deve avere rispetto per il pubblico. Sono ormai lontani i tempi in cui le famiglie facevano due mesi di vacanza staccando totalmente dalla vita cittadina. Il web rappresenta appieno la realtà del mondo moderno, globalizzato e interconnesso, attivo 24 ore su 24 e restio a prendersi pause.

I cambiamenti della società ci portano dunque alla considerazione che luglio e agosto non sono mesi in cui mollare ma, semmai, spingere ancora di più. Chi si occupa di Blogging può anzi sfruttare questo periodo per proporre qualcosa di nuovo e conquistare altre fette di pubblico.

Nuove idee per un calendario estivo

Allontaniamo dunque l’idea di fermare il lavoro nel corso dell’estate e pensiamo a qualcosa di innovativo. Il pubblico ha fame di contenuti, la crescita della navigazione mobile ha fatto sì che anche da sotto l’ombrellone si possa connettersi a internet per le più svariate esigenze. Ecco perché un blog aziendale non può prendersi il lusso di fermare l’attività

Il lavoro di Blogging, nel corso dell’estate, non deve essere dunque rallentato ma diversificato. Vediamo nei prossimi paragrafi 5 idee per non far allontanare il pubblico nei mesi più caldi dell’anno.

#1. Nuove rubriche

Gestire un’attività di Blogging significa programmare tutto, definire un calendario editoriale che tenga conto delle tendenze del momento per proporre dei contenuti appositi. L’estate può essere il momento giusto per diversificare le pubblicazioni, magari puntando su nuove rubriche che possano mantenere alto il livello di attenzione del proprio pubblico.

Il blog aziendale è organizzato tramite diverse categorie, nei mesi estivi si potrebbe pensare alla creazione di un’altra categoria dedicata a una tipologia di contenuti da pubblicare solo nel periodo estivo. Magari alla fine dell’estate si potrebbe anche pensare di raccogliere tutti i contenuti di questa nuova rubrica in un ebook da scaricare gratuitamente.

#2. Più spazio alla creatività

I blogger professionisti si sentono spesso frustrati perché devono mettere da parte la propria creatività a vantaggio di un taglio più consono e dal sapore più “specializzato”. Questo soffocamento della fantasia può essere allentato nel corso dei mesi estivi, portando così una ventata d’aria fresca a una programmazione che altrimenti potrebbe risultare piatta e monocorde.

Quello che è possibile modificare non è tanto l’argomento scelto (bisogna sempre tener fede alle esigenze del pubblico), ma il formato. Si può infatti pensare di proporre i medesimi argomenti con un linguaggio diverso, più leggero, in linea con il periodo. Rendere ancora più piacevole e leggera la lettura, dando maggiore spazio alla sfera creativa prima di “rimetterla in gabbia” a partire dall’autunno.

#3. Rendi più partecipi gli utenti

Cosa fare per attirare l’attenzione di un pubblico che, per quanto presente, sarà meno attento del solito? Una buona idea per ovviare questo problema è creare una tipologia di contenuto ancora più incentrata sul lettore, renderlo maggiormente partecipe. Spingerlo in un certo senso a interagire, magari ponendo contenuti in grado di dar vita a una discussione.

Le interazioni rappresentano un tesoro inestimabile per chi si occupa di Blogging. È attraverso l’engagement che si può tastare la bontà del lavoro svolto e della scaletta editoriale definita in fase di analisi. Se luglio e agosto sono mesi in cui il traffico web cala, tu cerca di invertire la tendenza mantenendo ben attivi coloro che non smettono di seguirti nemmeno in spiaggia. Fai in modo che il lettore percepisca il suo essere importante per il tuo lavoro.

#4. Racconta una storia

Come abbiamo detto in precedenza, un pubblico abituato a una certa tipologia di contenuto dovrà essere colpito in modo originale per non far calare il blog aziendale in estate. Se pensiamo dunque a soluzioni originali, cosa può esserci di meglio dell’utilizzo dello Storytelling?

Pensare al proprio piano editoriale estivo come un racconto, un concept che sia in grado di suggerire determinati messaggi all’interno della storia narrata. Attraverso lo Storytelling si potenzia il legame emotivo tra l’azienda e il suo pubblico, andando così a creare le basi per un rapporto incentrato sull’empatia e sul concetto di fiducia. Optare per una forma narrativa garantisce al blog aziendale un cambio di direzione in grado di coinvolgere il pubblico e non portarlo al di fuori del “proprio circuito”.

#5. Anticipa le soluzioni

Un bravo blogger conosce il proprio pubblico, sa quali sono le sue esigenze e il modo migliore per rispondere a questi bisogni. Perché quindi non anticipare i tempi, andando a proporre le soluzioni a quelle necessità che dovranno trovare soddisfacimento all’inizio dell’anno professionale (nel periodo che va da settembre a ottobre).

Nel corso dell’estate alterna il tipo di proposta editoriale, passando da un contenuto più leggero a uno in cui siano elencati servizi e/o soluzioni per soddisfare le esigenze del tuo pubblico. L’importante, come sempre, è la forma con la quale andrai a proporre questi contenuti. Essendo un periodo estivo, cerca di fornire i consigli professionali al tuo target in maniera più easy e meno schematica.

Perché non puoi interrompere le pubblicazioni

Lavorare come copywriter significa che non esistono pause, in nessun momento dell’anno. Anche l’estate, quindi, deve essere considerato un periodo da sfruttare al meglio dal punto di vista professionale. Partendo dalla consapevolezza che in estate il traffico tende a calare, bisogna mettere in atto una serie di operazioni affinché il calo sia minimo.

blog aziendale estate

Decidere di rallentare le pubblicazioni di un blog aziendale in estate potrebbe causarti dei problemi di non poco conto, a tutto vantaggio di una concorrenza che potrebbe riempire il buco lasciato dalla tua assenza. Ecco perché è necessario non allentare la presa e anzi cercare di dare il meglio di se stessi, modificando le forme della comunicazione, per non far allontanare gli utenti a vantaggio di qualcun altro.

Battere la concorrenza

L’obiettivo di ogni professionista che si occupa della creazione di contenuti è sempre lo stesso: battere la concorrenza! Come riuscire nell’impresa? Proponendo una contenutistica differente rispetto ai competitor che, inutile negarlo, cercheranno di controbattere nello stesso modo. Si tratta di una vera e propria battaglia da combattere ad armi pari, con la qualità del blogger che farà da elemento cardine in grado di fare la differenza.

Non abbandonare gli utenti è la scelta migliore per non fare in modo che qualcun altro, ovvero la concorrenza, possa approfittarsene e portarseli via. Sconfiggere i competitor è l’obiettivo dei blogger che, lavorando per le aziende, vogliono dimostrare  di essere elementi imprescindibili per il successo delle stesse.

Per concludere

Se sei un blogger e stai pensando di rallentare le pubblicazioni del blog aziendale in estate, è il caso di fermarti un attimo e di riflettere sulla tua strategia. Una pausa nei momenti apparentemente più calmi potrebbe causare delle perdite di traffico notevoli, inficiando così l’intero anno professionale a vantaggio della concorrenza.

Dai al blog una sterzata nel segno della creatività e fai in modo che il tuo pubblico non cerchi da altre parti le soluzioni alle proprie necessità. Sii sempre presente e non abbandonare mai gli utenti che, puoi considerarla una certezza assoluta, ti ripagheranno con fiducia, stima e… conversioni.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button