Verifica la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.
Home » Tutorial » Cos’è un infografica e come crearne una di successo

Cos’è un infografica e come crearne una di successo

Un’infografica è la trasformazione di una grande quantità di dati e informazioni in una grafica accattivante, piacevole e che sintetizzi questa grande mole di analisi di dati in un’unica immagine.

In questi ultimi anni le infografiche vengono sempre più utilizzate, soprattutto quando si opera nel campo del marketing, del Blogging e dei Social Media.

Come creare un’infografica, avere le idee chiare

Fare una buona infografica non è sempre facile, ma seguendo dei semplici punti ci possiamo riuscire senza troppe difficoltà.

acquista un dominio

Per prima cosa dobbiamo dotarci di una sintesi di tutte le informazioni e dati che abbiamo intenzione di trasmettere al nostro pubblico. È importante avere le idee chiare su quello che vogliamo comunicare e costruire una storia da raccontare, usando grafici e statistiche. Abbiamo quindi con noi dei dati affidabili e semplici da capire.

La scelta del tema

Ora dobbiamo capire a chi questi dati si rivolgono, per mettere a punto lo scheletro della nostra infografica e scegliere che tipo di tema usare (un tema per imprenditori quindi molto serio, o un tema più leggero e simpatico).

Un tema molto scuro e dai tratti molto pesanti non è adatto ad un argomento soft, che intende trattenere il nostro pubblico, viceversa non possiamo utilizzare linee curve, sinuose ed eleganti per parlare di un tema economico o politico.

Ad ogni situazione il suo vestito!

Inserimento delle informazioni

Scelto il tema, dobbiamo inserire le nostre informazioni. I dati devono essere semplici e avere un ordine logico, dobbiamo inserirli nella nostra infografica come se noi fossimo una persona esterna che non sa assolutamente ciò di cui stiamo trattando.

Solitamente si ha una struttura tripartita:

  • Un’introduzione per spiegare ciò di cui parleremo a breve.
  • Un corpo per esporre i dati e le informazioni che ci hanno motivato a costruire la nostra infografica.
  • Una conclusione in cui sintetizziamo e traiamo una “morale” di tutti i dati analizzati precedentemente.

La scelta del font e dei colori da utilizzare

Un aspetto importante e a volte sottovalutato è la scelta del font; questo deve essere infatti adeguato al nostro tema e a ciò di cui stiamo parlando.

I font Times New Roman ed Helvetica sono quelli più seri, quindi più adatti se stiamo parlando di temi particolari e seri come il business. Un font più leggero e piacevole è invece il famoso Pacifico, adatto a temi più creative e di intrattenimento.

web hosting https

Ricordiamoci però di non combinare tra loro più di 3 font diversi, si creerebbe caos inutile e confusion della grafica e della logica della nostra infografica.

Per quanto riguarda i colori, non bisogna usare mai più di 4 colori ma sceglierne due principali, solitamente in base all’argomento di cui stiamo parlando; parliamo di vacanze e mare? Il colore giallo e azzurro sarebbero perfetti!

Per concludere, informazioni e software da utilizzare

Evitiamo di riempire gli spazi di troppe informazioni; diamo al nostro pubblico informazioni essenziali e semplici.

È utile identificare i dati più importanti e che quindi vogliamo mettere in risalto rispetto ad altri, inserendo intorno a questi degli spazi bianchi, come se volessimo “isolarli” dal resto dei contenuti.

Daranno così più all’occhio e verranno notati più facilmente.

come creare infografiche

Non resta che utilizzare un software per la creazione fisica dei punti appena sopra elencati; nel web disponiamo di molti programmi intuitive e molto utili proprio per il nostro scopo: quelli che io utilizzo di più e che mi sento di consigliare sono Piktochart e Canva; sono semplici da usare e ci danno molto aiuto anche nella fantasia!

Ecco qui realizzata la nostra infografica. Spero di esservi stata utile e vi auguro di creare tante infografiche di successo!

Alice Doro

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 commenti

  1. Anche se siamo nell’era del Video, le buone vecchie infografiche danno ancora delle belle soddisfazioni – concordo su Canva e Piktochart: due strumenti molto utili!

Rispondi