Web Marketing

Come fare SEO con Yandex, alla conquista del mercato russo

Quando si parla di attività SEO, non si può non pensare immediatamente al motore di ricerca, detto in soldoni il nucleo fondante dell’intera discussione. Diciamo che in media, quando si dice “motore di ricerca” si intende quasi sempre Google. Eppure non esiste solo Big G come sito su cui piazzare i contenuti. Oggi ho deciso di parlarti di Yandex.

Cos’è Yandex

Quando parliamo di Yandex non facciamo riferimento a una versione altra di Google, ma di un vero e proprio motore di ricerca autonomo. Se il motore di ricerca di Mountain View è il punto centrale di tutta la SEO del mondo occidentale (con alternative come Bing e Yahoo nettamente distaccate), Yandex rappresenta la soluzione ideale per conquistare il più vasto Paese asiatico (inteso come livello territoriale).

hosting economico

Yandex è insomma il motore di ricerca più utilizzato in Russia, con Google che segue con percentuali nettamente inferiori. Si tratta di una realtà dunque fortemente incentrata sul panorama russo, ma essa è ben presente anche in altre Nazioni come Turchia, Bulgaria e molte altre ancora. Inoltre, sul web è disponibile la versione di Yandex col .COM che lo rende fruibile e utilizzabile da chi (come noi occidentali) non utilizza il cirillico.

Quando (e perché) utilizzare Yandex

A questo punto del discorso potresti chiedermi “ma se io mi trovo tanto bene con Google perché mai dovrei utilizzare questo Yande?”. Un quesito legittimo a cui, però, possiamo dare una risposta immediata: dipende dal tuo lavoro online.

Dipende tutto dal tipo di mercato che vuoi conquistare. Poniamo il caso che i prodotti e/o i servizi che vuoi vendere trovino maggiore mercato in Occidente, è ovvio che in tal caso l’utilizzo di Google sarà più che sufficiente per fare attività SEO e SEM per raggiungere il target prefissato. Se invece la tua intenzione è quella di conquistare il mercato russo, allora utilizzare solo Google potrebbe essere un vicolo cieco.

In Russia, infatti, Google viene utilizzato solo da un misero 30% di utenti. La maggior parte dei russi utilizza Yandex come motore di ricerca. Se i tuoi interessi sono dunque in Russia, non puoi esimerti dall’utilizzo di Yandex e dal tentare di conquistare (attraverso l’ottimizzazione SEO) i primi risultati di ricerca.

Come fare SEO con Yandex, alcuni consigli

Lo scopo di Yandex è pari pari quello di Google (e di qualunque altro motore di ricerca), ovvero fornire agli utenti i migliori contenuti in base alla query di ricerca inserita. Ecco perché, in tal senso, il motore di ricerca russo si avvicina molto al suo collega americano. I contenuti e la loro attinenza con ciò che ricerca l’utente fa la differenza.

Il primo punto da cui partire, quando si parla di lavori di indicizzazione su Yandex, riguarda il dominio del sito in questione. Per ottenere ottimi risultati sul mercato russo è conveniente servirsi di un dominio con l’estensione .RU, per intenderci quella che rappresenta il Paese in questione (come accade con il .IT per il mercato italiano). Se poi proprio non vuoi utilizzare sul .RU, allora ti conviene puntare sul .COM.

Un altro punto fondamentale per Yandex, così come per Google, è assicurarsi che vengano utilizzate al meglio le parole chiave all’interno del testo. Inoltre, molta importanza viene data anche al settore mobile.

Se si vuole utilizzare il motore di ricerca Made in Russia bisogna ricordarsi di utilizzare sempre le parole chiave negli URL, un fattore che se per Google è importante per Yandex è basilare.

Un altro consiglio per ottimizzare al meglio un sito su Yandex è suddividere il testo in paragrafi utilizzando i tag H1, H2, H3. E ancora, utilizzare al meglio i Rich Snippet e inserire la Favicon nel sito web visto che Yandex ha deciso di inserirle direttamente nei risultati di ricerca.

Per quel che riguarda l’attività di Link Building (fondamentale per Google) su Yandex le cose sono un bel po’ diverse, visto che da qualche tempo a questa parte i backlink non sono più fattori di ranking.

Sono tutti accorgimenti che ti consentiranno di conquistare un buon posizionamento sul motore di ricerca russo, in modo da poter conquistare l’attenzione del mercato che rientra nei tuoi progetti di business.

L’algoritmo del motore di ricerca russo

Così come Google, anche Yandex scandaglia il web attraverso degli algoritmo che valutano (di volta in volta) l’effettiva qualità dei contenuti pubblicati sui vari siti. L’algoritmo principale del motore di ricerca russo si chiama MatrixNet, il cui funzionamento segue su per giù quello del collega a stelle e strisce.

L’algoritmo di Yandex osserva e valuta i contenuti che possono essere indicizzati attraverso 3 diversi fattori:

  • Statici: questi sono gli elementi che sono nel sito web, come i link, il contenuto, le parole chiave ecc.
  • Dinamici: in questo caso parliamo dell’effettiva corrispondenza tra il contenuto e la query di ricerca inserita.
  • Fattori di ricerca: fattori che mutano in base alla ricerca effettuata e da dove viene effettuata.

Yandex e Google: le differenze

Tutto quello che abbiamo detto fino a questo momento serve per dire che, in buona sostanza, Yandex somiglia molto a Google. Vi sono però alcune differenze di cui devi tener conto se vuoi davvero tentare di conquistare un tuo spazio sul mercato russo.

Questo motore di ricerca, infatti, si differenzia da Google soprattutto in merito alla qualità dei contenuti: se il motore di ricerca americano tende a premiare la qualità ma anche quei contenuti meno eccelsi trovano un loro posizionamento, per quel che riguarda Yandex le cose sono molto più nette. Se il contenuto non è di qualità, se non c’è precisa attinenza tra keywords utilizzate e query di ricerca, allora non sarà per niente indicizzato.

Discorso inverso, invece, per quel che riguarda il Link Building. Come accennato in precedenza, mentre per Google sono molto importanti i link esterni in entrata per Yandex lo sono meno, questo a causa di una vera e propria battaglia che il motore di ricerca russo ha fatto nei confronti dei link artificiali.

trasferimento dominio

In conclusione

Se il tuo mercato di riferimento fa parte della sfera occidentale, allora continua a utilizzare Google senza prendere in esame altre soluzioni (al massimo puoi tentare di fare SEO con Bing). Se invece il tuo target ti porta in territorio russo, allora l’utilizzo di Yandex diventa fondamentale per sperare di ottenere buoni risultati.

Non ti resta quindi che utilizzare Yandex Webmaster Tool e iniziare a monitorare i tuoi progressi.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento