Tutorial

Che cos’è (e come creare) un tema child per WordPress

Hai mai sentito parlare dei temi child WordPress? Scommetto di no. Proprio per questo abbiamo deciso quest’oggi di analizzare questa funzionalità del CMS che permetterà, agli utenti, di effettuare delle modifiche senza far danni. Vediamo quindi cosa sono i Child Theme e, soprattutto, come crearli.

Prima di cominciare, facciamo una brevissima introduzione su WordPress.

WordPress, il software adatto a tutti

Quando si parla di CMS si pensa immediatamente a WordPress che però, occorre dirlo, non è l’unica opzione esistente. Su internet sono disponibili tantissimi programmi di grande qualità, come per esempio Joomla e Drupal. Dipende poi tutto dal tipo di sito web che si intende realizzare. Per quel che riguarda il commercio elettronico vi sono soluzioni professionali come PrestaShop, Zen Cart, Magento ecc.

Insomma, c’è una soluzione per qualsiasi tipo di attività.

wordpress hosting

Ciò che rende però WordPress la soluzione preferita dalla maggioranza degli utenti è la sua versatilità, unita a un’eccezionale semplicità di utilizzo. Chiunque può amministrare un sito con questo software, anche chi non ha mai saputo niente di informatica.

Con WordPress l’utente è in grado di creare e gestire qualunque tipologia di sito si voglia creare, partendo dal più semplice blog fino ad arrivare a un sito E-Commerce. Un’altra delle caratteristiche del CMS è l’incredibile disponibilità di plugin e strumenti che puoi utilizzare gratuitamente per ampliare le funzionalità del software.

Che cosa sono i Child Theme

Quando l’utente inizia a utilizzare WordPress deve, chiaramente, prendere confidenza con il software. Migliorando di giorno in giorno, si arriva al punto in cui egli sarà in grado di fare delle modifiche. Ogni aggiornamento del tema rischia di farti perdere le personalizzazioni salvate in precedenza, cosa che può metterti in grande difficoltà se eri abituato a gestire il tutto in un certo modo.

Per ovviare a questo tipo di problematica sono stati creati i temi child, che sono dei temi che ereditano le funzionalità di un tema definito genitore (parent theme). Il Child Theme eredita layout e funzionalità del template principale, così da poter effettuare delle modifiche dal punto di vista grafico senza il rischio di fare errori e di “rompere” qualcosa.

Utilizzando un tema child riuscirai quindi a effettuare delle personalizzazioni e delle modifiche per migliorare visivamente il tuo template, senza però andare a intaccare le funzionalità del tema principale. Annullato quindi qualsiasi pericolo di “manomettere” i file del tema genitore.

Come creare un tema child WordPress

Una volta che abbiamo definito che cosa sono i temi child WordPress, bisogna rispondere a una seconda domanda: come crearli? Inoltre, occorre sapere il perché utilizzare questo tipo di tema.

Detto in poche parole, i Child Themes sono importantissimi perché permettono all’utente poco esperto di poter effettuare delle modifiche. Se con il tuo lavoro ti sei reso conto che il tuo blog non è adatto, dal punto di vista visivo, al settore di riferimento, allora devi correre ai ripari e fare dei cambiamenti.

Un tema “figlio” eredita le funzionalità del suo genitore (il tema principale) permettendoti di effettuare quante più modifiche desideri senza per questo danneggiare qualche file.

Una volta visto il quando, vediamo il come. Ci sono due strade per creare un tema child per WordPress, che ti spieghiamo nei punti che seguono.

#1. Plugin adatto

Il primo metodo che ti indico per creare un tema child è quello che possiamo definire “percorso breve”.

Come abbiamo già accennato in precedenza, WordPress è un CMS che può essere migliorato con un’incredibile numero di programmi. In tal senso, ti conviene scoprire quali sono i migliori plugin per WordPress.

Anche per quel che riguarda i temi child esiste un plugin apposito, chiamato Child Theme Generator. Una volta installato e attivato il plugin, troverai la voce Child-Theme Gen nella sezione Impostazioni. Una volta entrato nella pagina del plugin, non devi fare altro che selezionare il parent theme da cui vuoi ereditare le funzionalità.

Fatto questo, vai poi a cliccare su Create new child theme, per poi andare a spuntare (nella pagina successiva) la “domanda” che il CMS ti fa, ovvero Activate child-theme. Una volta fatto questo, devi solo cliccare sul pulsante Finished ed ecco il tuo Child Theme pronto all’uso.

#2. Pannello di controllo del tuo piano web hosting

La seconda strada è quella più sicura, nel senso che non bisogna basarsi su programmi esterni ma lavori esclusivamente con le tue risorse a disposizione. Facciamo conto che il tuo blog utilizzi il template Modality, uno dei migliori in circolazione (che abbiamo consigliato nel nostro articolo sui migliori template gratuiti WordPress).

Quello che devi fare è entrare nel tuo spazio web hosting ed entrare, tramite FTP, nella cartella themes, in cui troverai i nomi dei temi che hai installato sul tuo sito/blog.

Crea una nuova cartella che chiamerai con il nome del Parent Theme aggiungendo la dicitura -child.

modality —> modality-child

Nella cartella del tema originale andiamo quindi a selezionare il file style.css, che rappresenta lo stile del tema. Fatto questo, crea un nuovo file css in cui andrai a definire il tema child e a definire qual è il foglio di stile del Parent Theme.

/*
Theme Name: Modality
Description: Child Theme del tema Modality
Author: Keliweb
Author URI: http://www.nometuosito.com/
Template: modality
Version: 0.1
*/

@import url(“../modality/style.css”);

Salviamo questo file style.css all’interno della cartella del tema child che abbiamo creato, in questo caso modality-child.

A questo punto, non devi fare altro che tornare nella pannello di amministrazione di WordPress in cui vedrai comparire, nella sezione Temi, il nuovo tema che hai appena creato tramite FTP.

Non devi fare altro che caricare un’immagine per l’anteprima del tema e attivare il tema child.

Perché è importante utilizzare i Child Theme

Abbiamo visto che cos’è un tema child, abbiamo descritto i vari passaggi per creare il tema “bambino” (attraverso due diversi percorsi). Sembra proprio che non manchi nulla, tranne una risposta a cui forse abbiamo già risposto in precedenza ma che conviene sottolineare.

La domanda è: perché dovrei utilizzare questi Child Theme sul mio blog WordPress?

L’utilizzo dei temi child WordPress è la soluzione migliore da utilizzare se ancora si è alle prime armi e non si ha ancora una perfetta gestione del software. Invece di metterti alla prova rischiando di fare danni e di perdere il lavoro già svolto, proprio perché se utilizzi solo il tema principale a ogni aggiornamento andrai a perdere le modifiche fatte in precedenza.

Non puoi certo gestire il tuo lavoro in questo modo, con la costante ansia che un qualsiasi aggiornamento del tema possa annullare quanto fatto in precedenza. Mettiti al riparo da possibili sorprese negative utilizzando i temi child, il modo migliore per utilizzare WordPress senza correre il rischio di perdere qualche pezzo per strada.

trasferimento domini

Utilizzare i temi child WordPress per essere certo di non rischiare di perdere parte del tuo lavoro grafico e tornare ogni volta al punto di partenza.

Sei pronto a utilizzare i Child Theme? 

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button