Verifica GRATIS la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.

Come creare una campagna AdWords da zero

Sei alle prime armi con Google AdWords? Vorresti apprendere le basi per realizzare la tua prima campagna di inserzioni? Bene sei nel posto giusto, ma prima una brevissima presentazione di me.

Sono Pietro Leoni e mi occupo di Strategie Digitali all’interno della mia azienda Bencini informatica. AdWords è uno strumento che utilizziamo tutti i giorni e sappi che ci sono molti aspetti da curare quando si creano le fondamenta delle campagne.

Partiamo.

#1. Da dove parto? Analisi

Saltiamo la parte in cui ti sei registrato al sito web e concentriamoci sul 1° step in assoluto ovvero l’analisi. Per analisi intendo uno studio approfondito sui propri obiettivi. Ricordati che tutti i canali di marketing che andiamo ad utilizzare servono per uno scopo di business e non vanno utilizzati senza un motivo.

Google AdWords è uno strumento potentissimo e offre la possibilità di raggiungere molti utenti.

registra dominio

Ora il punto è questo? Il tuo target chi è? Dov’è? Come lo intercetto? Se non sai rispondere a queste domande fermati e ragiona, proverò ad aiutarti, prendi carta e penna.

Prima di tutto rispondi a queste semplici domande:

  • Il tuo prodotto/servizio è nuovo sul mercato oppure no?
  • Esistono competitor che già sono presenti online?
  • I tuoi potenziali clienti con quali “termini” potrebbero trovare il tuo prodotto / servizio?

Note bene: voglio che tu sappia che non devi prendere sotto gamba questo passaggio perché è fondamentale. La creazione del proprio funnel, ovvero il processo di acquisto dei tuoi clienti determina la strategia. Non staremo ad approfondire l’argomento in questo articolo però tieni a mente questo consiglio ;)

#2. Come mi faccio trovare dai clienti?

All’interno di Google AdWords esiste uno strumento molto utile per ricercare i volumi delle parole chiave. Per accedere allo strumento dovete cliccare la voce “Strumento di pianificazione delle parole chiave” sotto il menù “Strumenti”.

tutorial adwords step 1

A questo punto abbiamo 2 possibilità: cercare idee per nuove parole chiave oppure visualizzare i dati del volume di ricerca di parole chiave già in possesso.

Prendiamo per esempio i servizi offerti da Keliweb.

Apriamo lo strumento “Visualizza i dati e le tendenze del volume di ricerca” e andiamo ad inserire le nostre parole chiave una sotto l’altra. E poi selezioniamo “Mostra volumi di ricerca”.

tutorial adwords step 2

A questo punto Google AdWords ci mostra una tabella dove inserisce:

  • Media delle ricerche mensili
  • Concorrenza
  • Offerta consigliata

tutorial adwords step 3

Da questa prima analisi possiamo già farci un’idea di come potranno performare le nostre keywords all’interno della nostra strategia.

Nota bene: Google AdWords mostra questi volumi solo se all’interno dell’account è attiva almeno una campagna, in caso contrario mostrerà dei valori non precisi.

#3. Creazione della prima campagna

Una volta selezionate le nostre parole chiavi dobbiamo suddividerle in gruppi di correlazione. E’ importante che tu sappia che per ottenere una maggior qualità su AdWords bisogna creare gruppi di annunci con parole chiave estremamente correlate tra loro.

Guardando il nostro esempio potremmo suddividere tutte le nostre parole chiavi in almeno 4 gruppi di annunci:

1° Gruppo “Hosting parole chiave: “Hosting” e “Web Hosting” (chiaramente potremmo inserirne altre correlate, ma dovrai prima analizzare i volumi)

2° Gruppo “WordPress” parole chiave: “Hosting WordPress” + correlazioni

3° Gruppo “VPS” parole chiave: “Server VPS” + correlazioni

4° Gruppo “Dedicati” parole chiave: “Server Dedicati” + correlazioni

E’ possibile inoltre selezionare vari tipi di corrispondenza parole chiavi per ottimizzare le nostre i nostri gruppi di annuncio.

Solitamente io non inserisco più di 10 keywords per gruppo di annuncio. Bisogna chiaramente valutare anche il budget che abbiamo a disposizione, se è basso capite bene che dobbiamo lavorare molto sull’ottimizzazione, mentre se abbiamo un budget elevato possiamo estendere di più il nostro progetto.

Selezionate le nostre parole chiave dobbiamo creare la campagna e i nostri gruppi di annuncio.

Nella sezione “Campagne” andiamo a selezionare il bottone rosso “+CAMPAGNA”, apparirà un menù a tendina con alcune voci da selezionare:

  • Rete di ricerca con selezione display: questa campagna crea annunci di testo per le rete di ricerca e selezione display regolando il budget tra le due.
  • Solo rete di ricerca: questa campagna crea annunci di testo solo per le rete di ricerca di google e partner di ricerca.
  • Solo rete display: questa campagna crea annunci display da pubblicare nella rete dei siti partener google che ospitano inserzioni.

A me piace lavorare sempre separando gli obiettivi, questo vuol dire che in genere creo 2 campagne: una con solo rete di ricerca e l’altra con selezione display. In questo modo posso valutare il budget da dedicare, strategia d’offerta ecc.

Nota bene: voglio citare una guida di Unbounce su come scrivere i migliori annunci AdWords di sempre.

cloud

#4. Monitoraggio

Quando le nostre campagne saranno attive non crediate che sia tutto finito! È proprio adesso che inizia il vero lavoro.

Dobbiamo tenere sotto controllo le parole chiavi, il CTR degli annunci, le conversioni, il punteggio di qualità e moltissimi altri fattori che ci aiutano a capire se la nostra campagna sta funzionando o se possiamo intervenire in qualche modo per migliorarla.

Seguiranno altri articoli specifici su questi argomenti.

Pietro Leoni

Vota per primo questo articolo!
Votazione in corso...
Mi piace
Mi piace Love Ahah Wow! Triste Grr!!

Lascia un commento

scroll to top