I racconti di Keli

Quando un blogger non fa ancora parte della “casta degli eletti”

Alcuni mesi fa ho scritto la breve storia di Amedeo, un giovane professionista che aspirava a far parte di quella che definivo la Cafè Society dei web specialist, prendendo chiaramente spunto dal film di Woody Allen. Una breve vicenda che, in realtà, rispecchia la vita professionale di molti blogger le cui aspirazioni vengono frustrate da un atteggiamento esterno.

crea il tuo blog wordpress

Freelance o al soldo di un’azienda, tu povero blogger…

Che si tratti di un freelance o di un impiegato (part-time) presso qualche azienda, la vita del blogger è spesso avara di serenità. Vivi sempre sul filo del rasoio, cercando nei numeri la maniera migliore di poter dire “Il mio è un vero lavoro, guardate quì quanto vale l’attività che svolgo quotidianamente”.

Essere giudicati solo per numeri e statistiche, brutta sensazione vero?! A parte quest’aspetto, il lavoro del blogger ti permette di esprimere parte della tua creatività e della tua conoscenza linguistica, a patto che tu sappia veicolare il tutto verso un interesse superiore.

Insomma, se proprio dovessi stilare una lista di professioni consigliate con ogni probabilità non inserirei il termine blogger. L’attività di Blogging è molto più complessa di quel che può apparire a un profano, ma le maggiori difficoltà non finiscono qui.

Oltre alle normali complessità del mestiere, un blogger deve anche combattere l’ostracismo dei colleghi.

Non far parte della casta, spazi limitati

Come accade per ogni singolo settore della nostra società odierna, le cose vengono organizzate e viste in ordine gerarchico: dal più importante a quello che conta menzo di zero. In questo quadro desolante possiamo trovare la maggiore difficoltà per un blogger professionista, ovvero l’essere tagliato fuodi da quella che viene giudicata la “casta degli eletti” o, se preferici, la Cafè Society in stile alleniano.

Sad Will Ferrell GIF - Find & Share on GIPHY

Mettiamo subito in chiaro una cosa: i membri di questo gruppo di élite hanno conquistato questo ruolo in primis per le proprie eccelse qualità, su questo non ci piove. Oltre a questo, però, emerge la classica simpatia personale che preclude ad alcuni un posto nell’Olimpo dei migliori.

Il povero blogger ostentato dai grandi nomi, sia per questioni di antipatia sia perché magari non ritenuto all’altezza, deve solo osservare la casta da fuori e disperarsi.

Come comportarsi se i “grandi” ti snobbano

Se ti trovi in tale situazione, sappi che il tuo lavoro non è così inutile come vogliono farti credere. La maniera migliore per comportarsi nei confronti dei super esperti che ti guardano dall’alto in basso è… andare avanti, abbozzare, pensare al proprio lavoro e cercare di migliorare sempre di più.

Inutile piangersi addosso e chiedersi cosa si abbia di sbagliato per non far parte di questa cerchia di amiconi che si condividono contenuti a vicenda, aumentando così la visibilità dei contenuti dei propri amici e schiantando ogni minima possibilità di chi resta fuori.

In un mondo ideale queste cose non sarebbero possibili, ma come sai meglio di me viviamo in un mondo altamente competitivo. Nel mondo dei blogger, poi, i cattivi pensieri e il risentimemento è sempre dietro l’angolo pronto a balzare fuori per afferrarti alla gola.

Testa bassa e pedalare

Dunque caro amico/collega, basta con i piagnistei e mettiti sotto. Studia per migliorare il tuo lavoro (ti consiglio di iniziare leggendo qualcuno dei 10 libri sul Content Marketing che ho messo in evidenza, prendi spunto da chi è più bravo di te e abbi pazienza. Prima o poi le cose cambieranno anche per te.

Sfrutta le opportunità di lavoro per specializzarti e per essere in grado di creare contenuti di qualità per qualsiasi settore, dal Web Marketing all’E-Commerce fino ad arrivare all’abbigliamento, alla cosmetica e alla riparazione auto. Se impari a gestire un blog WordPress (o di qualunque altro CMS tu utilizzi) sarai in grado di lavorare alla grande per qualsiasi progetto.

Chissà, magari tra un po di tempo (meno di quello che pensi) sarai tu a creare una tua nicchia che includerà solo coloro che stimi di più da un punto di vista professionale e umano.

Keli

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button