Verifica la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.

Quando la scrittura è passione e lavoro, intervista a Emma Frignani

Quando una persona con la passione (e il talento) per la scrittura riesce a trasformare questa sua tendenza in un qualcosa professionale, ecco che ci troviamo dinnanzi a un professionista in grado di creare valore e di sviluppare contenuti di qualità.

La nostra ospite di questa settimana è Emma Frignani, una specialista del marketing digitale che fa della conoscenza linguistica il segreto per proporsi come una copywriter di grande livello.

hosting prestazioni sito web

  • Buongiorno Emma, innanzitutto benvenuta sul nostro blog. Come stai? Parlaci un po’ di te, di come hai cominciato il tuo lavoro online e i tuoi progetti per il futuro.

Buongiorno Vincenzo e grazie per l’ospitalità!

Negli ultimi anni, mi capita sempre più spesso di rispondere a questa domanda con un sonoro “Benissimo!”, fonte costante di sorpresa, anche per me.

Il mio lavoro è iniziato quando ho deciso di aiutare il mio compagno nell’attività aziendale. Tutto è nato da un bisogno. Di contribuire alla crescita dell’azienda del mio compagno da una parte, di aiutare me stessa a diventare la versione Emma 2.0 (the best version of me).

Dopo una laurea in filosofia e un master in giornalismo e comunicazione scientifica e istituzionale che intravedeva le potenzialità del web (è passato un po’ di tempo… Sigh!), la vita mi ha portata altrove. Ma, quando hai una passione, prima o poi deve uscire in qualche modo. E, dopo un brutto incidente che mi ha quasi fatta sparire dalla circolazione, ho capito che forse era il caso di assecondarla.

Ho ripreso la mia passione di sempre, la scrittura, e ho ricominciato a fare quello che amo fare da sempre: studiare. Perché non basta saper scrivere. Ma lo sappiamo già!

Per il futuro, ho in cantiere un blog tutto nuovo per Core41 Web Solutions e un romanzo per me. Ambizioso? Sì, grazie! Basta puntare in basso. Basta punirsi.

  • La citazione in latino che troviamo sul tuo blog ufficiale indica una spinta verso l’interiorità dell’essere umano. Una concezione intimista che può essere importantissima per definire il modo di esprimersi per la comunicazione aziendale.

Sì, siamo persone, anche se troppo spesso non ce lo ricordiamo. La citazione mi si è stampigliata nel cervello insieme a poche altre durante la mia formazione scolastica e non mi ha più lasciata. Da filosofa, confesso che ho sempre ritenuto la maieutica e le sue successive interpretazioni fondamentali per leggere il mondo e, in primo luogo, noi esseri umani.

Non è all’esterno che possiamo trovare le soluzioni al nostro problema; dobbiamo cercare in noi stessi. E questo vale sia a livello di individui che a livello di aziende.

  • Hai già sentito parlare di Keliweb? Vuoi sottolineare per i nostri lettori l’importanza di un servizio web hosting per l’attività online?

Sì, nelle mie costanti peregrinazioni su web, ho incrociato diverse volte Keliweb. Pur non essendo il web hosting il mio settore di competenza, posso senza dubbio sostenere che è il presupposto senza il quale un sito non potrebbe funzionare ed essere accessibile. No hosting, no party!

  • Ho trovato il tuo blog davvero molto interessante, con tantissimi articoli davvero ben scritti. Quali sono, secondo il tuo parere, i punti fermi da rispettare per scrivere un contenuto di valore?

I punti fermi per scrivere un contenuto di valore?

forma: rispetto della lingua in cui si scrive il testo. La forma è importante tanto quanto la sostanza, almeno per quanto mi riguarda. Non è spocchia, è un’esigenza che mi arriva dal cuore.

sostanza: va bene curare il pacchetto, ma anche il dono è centrale. Quando scrivo, regalo qualcosa al mio lettore. Voglio regalargli qualcosa che gli serva e che gli piaccia.

prospettiva: scrivere contenuti originali può sembrare un’impresa impossibile, soprattutto oggi. La rapida e capillare diffusione della rete ci pone di fronte a una quantità di informazioni mai vista prima. La superficialità è un rischio sempre più reale. Offrire la propria prospettiva riguardo a un determinato argomento può aprire in chi legge orizzonti inaspettati. Che sono sempre portatori di nuove opportunità.

  • Chi sono per te i migliori copywriter in circolazione? Facci i nomi dei professionisti da cui hai preso ispirazione.

Non seguo soltanto copy in senso stretto, ma persone che raccolgono in sé diverse competenze, tra le quali senza dubbio la scrittura ha un ruolo di primissimo piano: Daniele Imperi, Valentina Falcinelli, Riccardo Esposito, Francesco Mercadante, Francesco Ambrosino e Federico Simonetti, Riccardo Scandellari (Skande) e Rudy Bandiera, Laura Bottazzi, Beatrice Niciarelli, Alessandro Scuratti, Natalia Robusti, Monia Papa e potrei proseguire, ma mi fermo qui.

Seguo troppe cose e troppe persone, non posso metterli tutti qui dentro! Ho inserito i primi nomi cui ho fatto – e faccio tuttora – riferimento per aggiornarmi e migliorare la mia scrittura.

Sono partita seguendo GTMasterClub, Web House, My Social Web, Penna Blu, Calamo Scrittorio, Pennamontata e leggendo tutto quello che potevo riguardo a scrittura per il web, gestione dei canali social e digital marketing. Ho fatto le mie primissime esperienze grazie a Palestra Writer.

Annamaria Testa e Luisa Carrada costituiscono la mia base sempre presente. Ma, soprattutto, servono tanta pratica e letture variegate. Il vasto universo della rete ospita blogger di grande levatura magari meno conosciuti, ma dotati di grandi capacità espressive e originalità.

Ho voluto circoscrivere il discorso al panorama italiano per questioni di brevità e perché la mia lingua madre è l’italiano.

crea il tuo blog wordpress

  • Per gestire il tuo blog utilizzi WordPress? Secondo te è il miglior CMS in circolazione (se sì, perché), oppure ritieni esistano software migliori per amministrare il lavoro di Blogging?

Utilizzo WordPress al momento, ma ho in programma un CMS dedicato e fatto su misura per me da Core41 Web Solutions, l’azienda con cui collaboro. Non amo occuparmi della gestione dei plugin e delle varie funzionalità di WordPress. Io amo scrivere. E amo tutti gli strumenti che mi facilitano nell’impresa.

WordPress presenta ai miei occhi alcuni problemi, ad esempio di sincronizzazione, per cui la programmazione dei post diventa impossibile. Inoltre, l’app per mobile presenta alcune criticità. Ma è un CMS sicuro – se configurato correttamente – e molto diffuso perché abbastanza intuitivo. Sto lavorando ai fianchi il mio compagno – nonché titolare di Core41 Web Solutions – perché mi costruisca uno spazio dedicato personalizzabile e sicuro. E di cui non mi debba occupare personalmente in caso di problemi ;)

  • Un po di tempo fa abbiamo pubblicato un articolo in cui consigliavamo come superare il blocco dello scrittore, vuoi aggiungere qualche consiglio anche tu?

I cinque consigli offerti nel vostro articolo sono sempre validi. A questi, aggiungerei un suggerimento tratto dalla mia esperienza: chiudi tutto e fatti un giro :D

Per quanto mi riguarda, accanirmi contro il candore del foglio non fa altro che cementare il mio blocco. In questi casi, meglio lasciar andare e spegnere l’ansia da prestazione con una bella passeggiata. Anche disegnare mi aiuta a recuperare la giusta prospettiva. Ho parlato di due attività che amo fare da sempre: questo, per sottolineare come sia possibile aiutarci sfruttando le nostre abitudini. Così, sarà più facile uscire dall’impasse.

  • Come impostare una strategia comunicativa che possa funzionare? Per ottenere risultati (visite e conversioni), come deve essere strutturato il blog e i relativi contenuti?

Come avrai potuto notare, il mio blog è piuttosto essenziale e non ha un seguito importante, perché non ho mai cercato di attirare le persone a me.

Ho notato però che gli articoli che ricevono più visite e condivisioni sono quelli nati dalle interazioni, da battute, domande e desideri di persone che condividono con me l’appartenenza a un gruppo, nella fattispecie l’attivissimo #adotta1blogger creato dalla instancabile Paola Chiesa, o gli stessi interessi.

Ho alcuni fan affezionati ai miei racconti, che però faccio uscire senza alcuna regolarità. Come per altre cose, anche in questo caso è dal confronto che nascono i post più letti e più condivisi.

  • Cosa ne pensi dei Social Media? Li ritieni canali davvero così importanti per il marketing digitale, oppure pensi che si tratti di una sorta di “falso mito”?

Li ritengo importantissimi. E anche piuttosto scivolosi, sia in termini di time consuming sia in termini di fraintendimenti. Come il mondo reale, anche il mondo dei social è popolato dalle figure più diverse. Ognuna con il proprio carattere e con il proprio intento.

I canali social sono fondamentali per raggiungere le persone e instaurare un dialogo. Questa è la mia esperienza.

  • Un consiglio da parte tua rivolto a quelle persone che vogliono iniziare un percorso professionale simile al tuo.

Studiare, studiare, studiare. Non farsi abbattere e cercare strade che si adattino alla vostra vita: inserite la scrittura nella vostra routine. Le abitudini che si radicano più profondamente sono quelle che si incuneano in maniera naturale nella nostra vita quotidiana senza stravolgerla.

Grazie per questa bella occasione!

Attraverso l’intervista, mi hai dato la possibiltà di riflettere e fare una sorta di storico della mia vita professionale. Sempre utile per aggiustare il tiro, per capire i miei punti di forza, le criticità e gli obiettivi raggiunti.

Buon lavoro a tutte e a tutti. E ricordatevi sempre di divertirvi facendo quello che fate! Lo farete meglio, vi sentirete soddisfatti e sempre motivati a migliorare.

Ringraziamo Emma Frignani per la disponibilità avuta nei nostri confronti.

Vota per primo questo articolo!
Votazione in corso...
Mi piace
Mi piace Love Ahah Wow! Triste Grr!!

Lascia un commento

scroll to top