Verifica la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.
Home » SEO/Web Marketing/Social Media » SEO e Bing: come posizionare i tuoi contenuti sul motore di ricerca di Microsoft
seo bing

SEO e Bing: come posizionare i tuoi contenuti sul motore di ricerca di Microsoft

Inutile prenderci in giro e fare finta di nulla, quando parliamo di SEO tutti noi pensiamo immediatamente a Google. Il motore di ricerca di Mountain View ha raggiunto un livello così alto che ormai definisce in toto un ambito, arrivando a conquistare la vetta della Brand Awareness quando solo pensiamo al posizionamento SEO dei contenuti.

Questo atteggiamento (che ci accomuna tutti) è in realtà sbagliato in essenza, perché Big G non è l’unica alternativa disponibile su quel grande e vasto universo che è internet. Hai mai sentito parlare di Bing? Il motore di ricerca targato Microsoft non è solo una pallida imitazione di Google, tutt’altro.

scegli il tuo spazio hosting

Fare attività SEO su Bing

Pensiamo sempre a Google e commettiamo un grande errore. Bing è un motore di ricerca su cui è possibile posizionare i propri contenuti, cosa molto vantaggiosa visto che la “creatura” di Microsoft è in forte crescita. Già qualche mese fa si parlava di una grande crescita di Bing a discapito di Big G.

Anche se la maggior parte degli utenti che arrivano sul tuo sito web arrivano dalle ricerche effettuate su Google, oltre che dai tuoi canali social, un numero sempre più alto di persone arriva proprio da Bing. Ti basta dare un’occhiata al tuo Analytics per renderti conto che tra le sorgenti di traffico è presente anche il motore di ricerca di Microsoft.

Anche se parliamo di percentuali basse, non ti sembra forse il caso di sfruttare a dovere questa fonte di traffico così da farla crescere sempre di più? In questo modo, cresceranno notevolmente gli utenti in arrivo sul tuo sito web, cosa che porterà a una grande crescita del tuo business online.

Come posizionare i tuoi contenuti sul motore di ricerca di Microsoft

Ti sei reso conto dell’esistenza di Bing, della sua influenza sul tuo traffico web e della necessità di sfruttare al meglio questa risorsa troppo spesso sottovalutata. Bene, allora possiamo metterci al lavoro e indicare alcune cose che puoi fare per posizionare ottimamente i tuoi contenuti su questo motore di ricerca in forte crescita che non puoi non sfruttare.

Come ti accorgerai leggendo i nostri consigli, non è che ci sia poi così tanta differenza tra il fare SEO su Google e su Bing. I fattori di posizionamento sono bene o male sempre gli stessi, anche se per il motore di ricerca di Microsoft alcuni di essi hanno una maggiore importanza.

#.Nome del tuo dominio web

Il nome del tuo sito web è un fattore importante per il posizionamento su Bing, anche se bisogna fare una differenziazione. Se parliamo di Brand importanti e già molto conosciuti, è chiaro che queste realtà dovranno puntare sul nome stesso dell’azienda per il dominio web.

Per quel che riguarda invece i normali siti web (come può essere il tuo), la cosa migliore da fare è acquistare un dominio che sia composto da una delle principali parole chiave che determina il tuo ambito professionale. Questo è un fattore molto influente per Bing, cerca quindi di tenerne conto quando sei all’inizio del tuo progetto.

#.Link in entrata

Si dice che Bing, non essendo nato con le stesse caratteristiche di Google, non dà ai link lo stesso livello di importanza come invece fa il motore di ricerca di Mountain View. In realtà, anche per Bing sono decisivi i link che arrivano sul tuo sito web per determinare il posizionamento.

È chiaro che se riesci a ricevere link in entrata provenienti da siti web di un certo spessore allora questo influenzerà in maniera estremamente positiva sul posizionamento. Cerca quindi di creare contenuti che possano essere poi citati da fonti di grande livello, vedrai i risultati che arriverai a ottenere.

#.Performance del sito

Così come accade per Google, la qualità e il livello delle prestazioni del tuo sito web determineranno in gran parte il destino (e la posizione) del tuo lavoro nei risultati di ricerca. Occorre quindi che i tempi di caricamento delle pagine del sito devono essere molto bassi per fare in modo che l’utente si trovi bene nella navigazione web.

Ecco perché è importantissimo per te individuare il servizio hosting web in grado di garantirti queste performance di alto livello che influenzeranno in maniera decisiva il posizionamento su Bing. Quello che devi fare dunque è costruire un sito reattivo, veloce, affidabile. Insomma, hai bisogno di un servizio web degno di tal nome.

#.Contenuti di qualità

Attenzione, attenzione! Così come per Google (ma guarda un po’), anche per Bing risulta essere decisiva la qualità dei contenuti che vai a pubblicare sul tuo sito/blog. Devi quindi inserire contenuti di spessore in tutte le pagine che compongono il tuo sito web, cercando di ben distribuire le tue keywords.

Una volta strutturati i tuoi contenuti, non dovrai poi scordarti di aggiornarli sovente, così da dimostrare al motore di ricerca la tua capacità di stare sempre sul pezzo e di essere sempre pronto ad aggiornare il tutto, così da fornire ai visitatori dei testi ben realizzati. Bing tiene in grande considerazione la tua capacità di soddisfare le esigenze delle persone.

#.Formattazione testi

Abbiamo appena parlato della qualità dei contenuti, cosa che mette in evidenza la necessità di realizzare dei testi in un certo modo. Così come accade per Google (aridaje), anche per Bing è decisiva la tua capacità di rendere i contenuti testuali leggibili e perfettamente fruibili dagli utenti.

Seguendo quelle che sono le regole del SEO Copywriting, devi necessariamente imparare a effettuare una perfetta formattazione del testo. Bing apprezza moltissimo i grassetti sulle parole chiave e i termini più importanti, il corsivo così come la suddivisione del contenuto in brevi paragrafi che aiutano la lettura.

Per approfondire questo punto puoi leggere la nostra guida su come utilizzare i tag H1, H2 e H3.

programma di affiliazione

Guardare oltre i confini di Google

Possiamo dire quello che vogliamo ma è innegabile il fatto che Google mantenga sempre un ruolo predominante per la navigazione delle persone. Quando analizziamo altre possibilità, come Bing, facciamo sempre riferimento a soluzioni alternative.

Una volta appurata la necessità di utilizzare Google, indispensabile per il tuo traffico web, è normale guardarsi attorno e valutare l’uso di altri servizi che possono darti una mano e far crescere il tuo lavoro. Utilizzando Bing in maniera corretta farai crescere il traffico verso il tuo sito, tanti utenti potenzialmente interessati a ciò che hai da proporre.

Target qualificato in arrivo sul tuo sito web, non è forse questo l’obiettivo di ogni strategia SEO che si rispetti?! Una volta riconosciuta l’importanza di Big G non fermarti e valuta anche altre opzioni, ci sono grandi opportunità anche al di fuori dei confini di Google.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

  1. Assolutamente – se poi il nostro business si rivolge ad una data area geografica, ottimizzare per il motore di ricerca giusto è ancora più importante: se ad esempio il nostro mercato di elezione è la Russia, guai a trascurare Yandex!

Rispondi