Verifica GRATIS la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.

Nel magico mondo di Alice… in marketing, quattro chiacchiere sulla comunicazione web

Questa settimana abbiamo fatto un salto in un mondo magico, una sorta di dimensione parallela in cui il marketing si tinge di vari colori, l’immagine stessa della creatività. Alice Doro è tutto questo, una professionista che si differenzia dai colleghi per il suo modo di approcciare al lavoro. Un misto di fantasia, creatività e competenza.

Siamo lieti quindi di accompagnarvi all’interno del mondo di Alice, all’insegna della comunicazione web con un pizzico di originalità.

  • Ciao Alice, benvenuta sul nostro blog. Iniziamo da chi sei e dai vari passaggi della tua formazione professionale, così per rompere un po’ il ghiaccio.

Ciao Vincenzo, grazie per avermi contattato, è davvero un piacere.

Mi chiamo Alice Doro e mi sono laureata nella facoltà di Scienze della comunicazione e ingegneria dell’informazione. La comunicazione è sempre stata la mia passione e man mano che proseguivo i miei studi la mia convinzione in questo campo cresceva sempre più. Ho sempre studiato per passione e oltre ai corsi della mia università mi sono sempre interessata a testi, blog e qualsiasi informazione riguardasse la comunicazione online e offline.

Al termine dei miei studi ho deciso di seguire ciò a cui mi sentivo più vicina, il marketing online e i social media. Ho così continuato a studiare da autodidatta e ho aperto un mio blog. Il mio lavoro consiste nell’aiutare le attività ad avere una crescita, locale e non, e nel curarne l’identità e l’immagine attraverso i social media, ormai un importante strumento nel campo della comunicazione.

Sono nata in Sardegna e ho sempre vissuto qui, adoro la mia isola e il mare stupendo, c’è un ambiente rilassante e depurativo che permette di staccare e vivere in relax. Amo stare a contatto con le persone ed interagire con loro, trasferisco così questa mia attitudine nel mio lavoro sui social; una delle frasi a cui tengo di più infatti è che “dobbiamo ricordare anche online che non sono utenti come spesso li vediamo, ma sono persone” e così ci si comporta e si interagisce con loro come se si fosse nella vita reale.

web hosting https

  • Cosa ne pensi di Keliweb e per quale motivo la consiglieresti ad amici e/o colleghi per realizzare un sito web?

Non ho ancora utilizzato in prima persona Keliweb, ma informandomi tramite il web e tramite conoscenze ho trovato che sia un servizio molto utile, professionale ed efficiente. Sappiamo tutti quanto sia importante avere un ottimo piano hosting per il proprio blog o sito web, soprattutto con un’assistenza disponibile e pronta ad accorrere in nostro aiuto in caso ci sia bisogno.

  • Una domanda che taglia la testa al toro e che risuona come base del tuo blog: perché i social sono così importanti? 

Ci sarebbe un mondo di cui parlare, ma tenterò di dare una risposta semplice ed esaustiva.  I social fanno ormai parte della nostra vita quotidiana e sono ogni anno sempre più utilizzati. Ormai le persone passano ore a pubblicare e a “scrollare” i contenuti delle varie piattaforme social, non solo per il proprio intrattenimento ma per ricercare tutto ciò che interessa loro, come eventi nella propria città o informazioni su locali e prodotti e molto spesso per dire la propria opinione sulla propria esperienza a riguardo.

Le aziende possono oggi grazie ai social aumentare nettamente la propria visibilità facendosi così conoscere e raggiungere il proprio target di riferimento,  quindi tutte le persone a cui potrebbe interessare tutto ciò che hanno da offrire.

Un altro aspetto che considero davvero rilevante è la possibilità di interagire con i propri clienti e cercare in tal senso di fidelizzarli, coinvolgerli in ciò che si fa e dare assistenza o risolvere problemi. Si potrebbe parlare quasi di una “full immersion” all’interno della propria azienda, le persone e i nostri clienti possono attraverso i social diventare nostri amici e dirci cosa ne pensano di chi siamo e di cosa facciamo. Dico spesso che i social sono il “customer service” del presente; questo perché le aziende hanno la possibilità di risolvere i disagi o i problemi riscontrati dai propri clienti in tempo reale e sostanzialmente a costo zero. Questa è una operazione che rappresenta uno dei punti vincenti delle strategie di comunicazione online, permettendo di migliorare la soddisfazione del cliente.

In altre parole, tramite i social media possiamo comunicare in maniera diretta e bilaterale con il nostro pubblico di riferimento, dire ciò che abbiamo bisogno di comunicare al pubblico che selezioniamo, oserei dire che non possiamo ormai farne più a meno.

  • Quali sono i parametri che non possiamo assolutamente non osservare per definire una strategia efficace di Social Media Marketing?
  1. Per una strategia efficace il primo parametro da considerare è sicuramente la decisione di quali social sono più adatti alla nostra attività, a seconda del nostro target ed obiettivi. Non è necessario essere presenti in tutti i social, al contrario sarebbe bene avere una propria presenza in quelli che fanno al caso nostro. Se così non fosse, non solo potrebbe essere controproducente, ma anche una perdita di tempo e di importanti risorse.
  2. Un secondo aspetto è sapere COSA vogliamo comunicare e COME vogliamo farlo. Sicuramente dobbiamo offrire agli utenti contenuti utili, di qualità e dobbiamo farlo nel miglior modo possibile, coerentemente con la nostra identità aziendale.
  3. Consiglierei dunque di armarsi di un piano editoriale in cui si pianifica tutto ciò che dobbiamo comunicare nel dettaglio, con che frequenza e in quali canali. 
  4. Procurarsi belle foto e di qualità è altrettanto importante; è proprio vero che una bella immagine vale più di mille parole. Gli utenti sono attratti da foto accattivanti, che sono essenziale per una buona strategia marketing.
  5. Velocità e reattività ai commenti, ai messaggi e alle situazioni. Ciò che succede online necessita di una risposta completa, di qualità e sempre attenta a non sbagliare, per far sì che non sfoci in una crisi.
  6. In ultimo anche se non meno importante è l’analisi costante dei risultati ottenuti, per sapere se stiamo procedendo bene, se bisogna cambiare qualcosa nella nostra strategia e in caso sfruttare i feedback per migliorare sempre più.
  • Si parla tanto di Facebook advertising ma, spesso, sembra che la maggiore difficoltà sia quella di definire il target corretto. Come stabilire il pubblico adatto alle nostre inserzioni?

Bella domanda, non è sempre facile capire esattamente a che tipo di pubblico dobbiamo rivolgerci. E’ necessario un grande lavoro di analisi e di comprensione. La prima cosa da fare è pensare ai propri prodotti e servizi e chiedersi: a chi sono adatti? A chi interessano e per chi hanno una grande utilità? Capire chi è il nostro consumatore tipo è fondamentale.

Un altro modo, altrettanto utile, è parlare con le persone. Chiedere loro cosa ne pensano del nostro prodotto o servizio e a chi secondo loro è rivolto, in modo da avere un giudizio oggettivo; solitamente il modo più semplice per fare questo è attraverso i questionari.

Infine, è molto utile analizzare il traffico del nostro sito e dei nostri profili social aziendali, per vedere chi ci segue e chi è interessato a ciò che abbiamo da offrire.

  • L’utilizzo di Twitter è ancora conveniente in ottica aziendale? Se si, perché?

Twitter è un ottimo social e molte aziende hanno un proprio profilo. Questo social conta centinaia di milioni di utenti e oltre 500 milioni di Tweet inviati ogni giorno, un’azienda può dunque sfruttarlo per interagire con i propri clienti e trovarne di nuovi. È quindi un’ottima opportunità per raggiungere un pubblico globale di clienti nuovi ed esistenti.

Su Twitter vi è un flusso continuo di messaggi provenienti da tutto il mondo e si ha la possibilità di studiare analiticamente i contenuti e sfruttare i trend del momento per avere più visibilità e sapere cosa interessa alle persone. Come ogni social però, è bene fare una pianificazione degli obiettivi e delle strategie, per sapere se è il caso o meno di avere una presenza su Twitter per il nostro tipo di azienda, anche perché una volta aperto il proprio profilo sarebbe sconveniente non pubblicare contenuti in maniera costante. 

hosting per wordpress

  • Cosa non fare con i Social Media per non fare in modo di mandare il lavoro in crisi? 

Possiamo definire una crisi come “una molteplicità di situazioni negative o problematicità che si riversano su un’attività imprenditoriale”. Nel caso dei social, una crisi si riversa quando gli utenti si lamentano e attaccano l’azienda nei suoi profili, o perché hanno subito un’offesa e vogliono far sentire la propria voce. Come bisogna comportarsi in questo caso? Ci sono delle cose che è bene non fare mai, eccone alcune:

– mai stare in silenzio

– rispondere sempre alle lamentele e cercare di risolvere il problema

– mai rispondere in modo sgarbato

– ammettere le proprie colpe

– mai negare l’esistenza della crisi, fornire informazioni solo parziali, incomplete o addirittura non veritiere 

Una comunicazione onesta e trasparente viene sicuramente apprezzata.

  • Per quel che riguarda il Branding, quanto contano le performance di un sito oltre ai contenuti? Quant’è importante usufruire di un piano hosting veloce?

Sicuramente i contenuti sono importanti ma è altrettanto essenziale avere un sito ottimizzato per il mobile ed avere un buon piano hosting che contenga la quantità di dati necessari e che li carichi velocemente.

Possiamo avere un sito perfetto dal punto di vista dei contenuti, con interfaccia molto coinvolgente e di massima qualità, ma se poi il sito va lento e non consente una buona navigazione, i nostri sforzi risultano inutili. Un utente che non riesce a navigare facilmente nel nostro sito tenderà a non voler continuare a visionare i nostri contenuti.

  • Come si costruisce un’infografica chiara da inserire nei post di un blog?

Prima di tutto dobbiamo avere le idee chiare su ciò che vogliamo comunicare e avere già con sè dei dati affidabili e semplici da capire. Una volta che abbiamo con noi tutti i dati dobbiamo capire a chi si rivolgono, per capire che tipo di tema usare ( un tema per imprenditori quindi molto serio, o un tema più leggero e simpatico)
Scelto il tema, dobbiamo inserire le nostre informazioni. I dati devono essere semplici e avere un ordine logico. Solitamente si ha una struttura tripartita: introduzione, corpo e conclusione.

Un aspetto importante e a volte sottovalutato è la scelta del font; questo deve essere infatti adeguato al nostro tema e a ciò di cui stiamo parlando. Generalmente i font Times New Roman ed Helvetica sono quelli più seri, ricordiamo però di non combinare tra loro più di 3 font diversi. Per quanto riguarda i colori, non bisogna usare mai più di 4 colori ed evitare di riempire gli spazi di troppe informazioni.

È utile identificare i dati più importanti e che quindi vogliamo mettere in risalto rispetto ad altri, ed inserire intorno a questi degli spazi bianchi, come se volessimo “isolarli” dal resto dei contenuti. Non resta che utilizzare un software per la creazione ed ecco qui realizzata la nostra infografica.

  • I tuoi progetti futuri? Come immagini il tuo settore tra qualche anno?

Il mio lavoro è sempre in costante evoluzione, perciò desidero fare dei buoni corsi di aggiornamento e specializzarmi sempre più nel mio campo, in modo da migliorare in maniera costante. Il mio sogno sarebbe un giorno aprire una mia attività di successo, così da aiutare le aziende a lavorare nel migliore dei modi e dare loro più visibilità.

Non è sempre semplice avere a che fare con questo lavoro, soprattutto perché in Italia vi è ancora poca consapevolezza dell’utilità del marketing online e della potenzialità dei social media, ma sono positiva!

  • Un consiglio da parte tua rivolto a chi desidera intraprendere un percorso professionale simile al tuo?

Ogni percorso lavorativo è a se, ma mi sento di dire a chi si affaccia nel mio campo di avere tanta pazienza, passione e voglia di fare, perché anche se tutti sanno utilizzare i social network, farci del marketing è completamente diverso, richiede dedizione, studio e professionalità. Se ci si impegna costantemente si riusciranno ad avere tantissime soddisfazioni! Vi lascio con un mio pensiero:

“Social media marketing non è pubblicare due foto su Facebook, non è creare una pagina e amministrarla a caso, né tantomeno una vetrina in cui spammare i prodotti che vogliamo vendere, ma passione e dedizione”.

Ringraziamo Alice Doro per il suo tempo e per la grande cortesia dimostrata, con la speranza di poter collaborare nuovamente insieme.

Vota per primo questo articolo!
Votazione in corso...
Mi piace
Mi piace Love Ahah Wow! Triste Grr!!
1

Lascia un commento

scroll to top