I racconti di Keli

Scrivere… la mia passione, la mia ossessione

In una società come quella odierna in cui sembra che l’informatica domini senza nessuna pietà la vita di ognuno di noi, restare al passo coi tempi diventa fondamentale per non sentirsi tagliati fuori rispetto al resto del mondo ed entrare così a far parte di quel grande ingranaggio che porta avanti la mostruosa macchina del capitalismo.

Entrando in questa ottica, non avere delle competenze informatiche può essere una cosa che porta a un futuro oscuro fatto di lavoretti a nero e di poco interesse.

Fuggire via da questo tipo di tragico destino era il sogno di Amedeo e di tanti altri giovani trentenni che non volevano assolutamente arrendersi all’idea di passare la propria vita dentro un call center.

Utilizzare la propria passione per costruire un lavoro

Amedeo aveva una fortuna che nessun altro suo amico poteva vantare: la passione (e una certa predisposizione naturale) alla scrittura. Non che la cosa gli avesse mai portato chissà quali vantaggi, ma era comunque un elemento distintivo della sua persona.

Come trovare lavoro basandosi su questo talento naturale?

Il protagonista di questa breve storia aveva provato con la strada del giornalismo ma si era reso conto che, prima di raggiungere una posizione quanto meno dignitosa, avrebbe dovuto sgobbare come un pazzo per anni senza l’ombra di un centesimo bucato.

Aveva poi pensato di proporsi al mondo come scrittore di romanzi gialli ed era pure riuscito a pubblicare un paio di libri, ma le scarse possibilità economiche non gli aveva permesso di investire in pubblicità e oggigiorno senza poter una buona campagna di marketing non si va da nessuna parte.

Cosa fare quindi per mettere in risalto la passione per la scrittura cercando di guadagnare? L’opportunità di riscossa di Amedeo capitò per puro caso.

Blogging, scrivere contenuti per il web

Prendendo spunto dall’esempio di molti suoi conoscenti che seguiva ogni giorno su Facebook, Amedeo arrivò alla considerazione che questo era il momento adatto per lanciare un suo blog personale per proporsi come freelance alla mercé del miglior offerente.

In molti ci guadagnavano bene con questo lavoro chiamato Blogging, quindi perché non provarci?

Non aveva la minima idea di come creare e gestire un blog, non aveva mai sentito parlare di SEO e di indicizzazione quindi cercò di farsi dare una mano da un suo cugino che masticava cose di questo genere. Ci pensò lui a creare il blog con il piano hosting web adatto, impostare il tema e scaricare i plugin necessari.

Dopo tutto il lavoro svolto dal cugino, che gli aveva anche spiegato con tanta pazienza come e soprattutto perché usare WordPress per il blog, finalmente Amedeo aveva il suo blog con cui lanciarsi nel magico mondo freelance.

I primi mesi furono difficili visto che Amedeo doveva imparare tutta una serie di nozioni e di trucchetti per impostare come si deve un web content, cosa completamente diversa dallo scrivere un testo a mano libera e senza scopi commerciali.

Piano piano cominciò a prendere sempre maggiore confidenza con il web writing, dopo un po’ di tempo le visite aumentarono vertiginosamente visto che comunque era in grado di proporre contenuti di un certo spessore grazie a un sapiente uso della dialettica mescolata alla semplicità richiesta dal web (cosa che aveva imparato a sue spese dopo tanti commenti negativi sui suoi primi articoli).

Ecco che dopo sei mesi iniziarono ad arrivare le prime richieste di collaborazione e le prime offerte di lavoro da parte di alcune aziende.

Qualche articolo per una, qualche altro per un’altra azienda, un altro paio per un’altra società ancora. Nel giro di un paio d’anni Amedeo arrivò a dover scrivere un numero cospicuo di articoli da scrivere per diverse aziende, cosa che gli permise di guadagnare mensilmente delle cifre interessanti.

Viste le difficoltà di trovare un’occupazione degna di questo nome, Amedeo aveva deciso di puntare su se stesso e di costruirsi una carriera professionale basandosi sulle sue tendenze naturali. In questo modo la scrittura era diventata la chiave di volta per il suo “successo”.

Questa è la storia di Amedeo e del modo in cui egli ha iniziato a lavorare come blogger freelance, una storia che senza ombra di dubbio rispecchia il percorso professionale di tanti blogger che hanno dovuto faticare non poco per raggiungere un certo livello.

E tu come hai iniziato il tuo lavoro come blogger? Ti va di raccontarci la tua esperienza? Scrivici nei commenti.

Keli

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button

Domini internet con gestione DNS inclusa

Registra ora