Domini

Come scegliere l’estensione dominio adatta per il tuo sito web

Scegliere l’estensione per il dominio internet rappresenta un passaggio di fondamentale importanza per iniziare in maniera adeguata un progetto sul web, difatti qualsiasi attività non può esimersi dall’iniziare da questo punto in particolare.

Una scelta che deve essere ben ponderata e non presa in maniera istintiva.

Con il termine estensione si intende il suffisso che viene posto alla fine di un nome dominio, un elemento distintivo che caratterizza non solo un determinato sito web ma che garantisce precise indicazioni su un intero ambito professionale.

Mettiamo subito le cose in chiaro, non esiste un modus operandi standard per scegliere un’estensione dominio in modo corretto, nel senso che un modo giusto non esiste.

Scelta del dominio web, alcune indicazioni utili

Il senso è questo: la scelta del nome dominio e relativa estensione è soggetta a diversi fattori, a partire dalla tipologia di sito web che deve essere lanciato online.

Detto che non ci sono delle regole fisse e delle teorie certe per prendere una decisione di questo tipo, è chiaro che non si può andare avanti alla cieca e non avere nessuna informazione in merito.

scelta del dominio internet

A questo punto, la cosa da fare è dare alcune indicazioni utili per chi desidera iniziare il suo lavoro sul web non avendo però le conoscenze necessarie.

Nome del dominio, puntare sul marchio o su una keyword?

Prima di arrivare a riflettere su quale estensione puntare per arrivare alla registrazione dominio, bisogna partire da una valutazione fondamentale.

Quando desideri acquistare un dominio internet devi avere ben chiaro il nome che intendi registrare per il tuo sito web. Trattandosi, in questo particolare contesto, di un ambito prettamente aziendale non puoi esimerti dall’effettuare una scelta di base: meglio puntare sul nome dell’azienda o su una specifica parola chiave?

Su questo punto occorre la tua massima sincerità ed essere ben consapevole del tuo ruolo e del tuo marchio. Se il tuo brand è già abbastanza conosciuto, allora non dovrai scervellarti più di tanto, come nome dominio potrai mettere direttamente il nome della tua azienda visto che gli utenti sanno già chi sei.

Se invece il tuo brand non è molto conosciuto, se magari sei all’inizio del tuo percorso professionale e la tua azienda ha appena iniziato la sua attività, è chiaro che inserire il nome dell’azienda come nome dominio non ti garantirà nessun vantaggio in termini di riconoscibilità.

In questo caso allora ti conviene inserire nel nome del tuo dominio una keyword che faccia intendere, in maniera chiara e inequivocabile, il tuo ambito di riferimento. Così facendo, gli utenti avranno le idee chiare sul tipo di lavoro della tua azienda.

Giusto per fare un esempio: la tua azienda vende merce di abbigliamento? Allora forse ti converrebbe inserire nel tuo nome dominio termini come moda, vestiti, abbigliamento e cose del genere, abbinando il termine magari al nome dell’azienda.

Perché questo? Semplice, il motore di ricerca tiene molto in considerazione il nome dominio in merito all’indicizzazione. Proprio per questo devi inserire nel nome del sito una keyword molto utilizzata dagli utenti per determinate ricerche effettuate su Google.

È il momento di scegliere l’estensione per il dominio

Una volta scelto il nome del tuo sito aziendale, arriva finalmente il momento in cui riflettere per scegliere su quale tipo di estensione dominio puntare, mettendo in campo una serie di riflessioni che devono necessariamente tenere conto, come al solito, del tipo di attività dell’azienda stessa.

Negli ultimi anni si è puntato con estrema decisione sulle estensioni più famose come per esempio il .IT, il .NET, il .ORG fino ad arrivare a quella che viene considerata l’estensione TLD migliore soprattutto per quel che riguarda l’ambito commerciale, ovvero il .COM.

È opinione largamente diffusa che queste determinate estensioni rappresentino, ancora oggi, la scelta migliore per dare un aspetto professionale al proprio sito dando così agli utenti un motivo in più per scegliere il tuo sito come soluzione per le proprie esigenze personali.

Ecco quindi i due punti base da cui partire per registrare il tuo dominio web:

  1. Scegliere un nome (sempre che non venga inserito il nome di un brand già conosciuto) breve, semplice da ricordare e che contenga una parola chiave che descriva il tuo lavoro.
  2. Puntare su un’estensione dominio che caratterizzi il tuo ambito professionale.

Partendo da questi due considerazioni principali, potrai effettuare una scelta corretta per fare in modo che gli utenti del web riescano a trovarti senza difficoltà, sia sul motore di ricerca che ricordando il nome del sito stesso.

A questo punto occorre però fare un’altra considerazione che riguarda proprio le estensioni domini.

Visto che l’utilizzo di internet per le aziende è una realtà già ben definita da alcuni anni, è chiaro un numero spropositato di aziende e di privati hanno già registrato (e in un certo senso occupato) il nome dominio con le estensioni classiche.

Se da una parte dunque un’estensione classica ti conferisce un’aria più professionale, dall’altra parte potrebbe farti finire in una sorta di calderone che racchiude un numero spropositato di utenti. Perché non dare spazio a un qualcosa di più originale?

Definisci il tuo ambito con originalità: ecco i nuovi gTLD

Da un po’ di tempo a questa parte è avvenuta una vera e propria rivoluzione nell’ambito del web e dei domini internet in particolare: l’arrivo dei nuovi gTLD.

Si tratta di una possibilità eccezionale che devi valutare per dare un tocco di originalità al tuo lavoro e distinguerti dai tuoi diretti competitor, cosa che ti porterà a diventare con ogni probabilità un punto di riferimento del web in merito a un particolare ambito.

Ecco l’occasione giusta per trovare un nome libero per il tuo dominio senza per forza di cose dover rinunciare a registrare un nome di un certo spessore, con la possibilità di inserire una di queste nuove estensioni che caratterizzano al meglio la tua sfera di competenza.

Facciamo l’esempio di estensioni molto utili come il .SRL, ideale per un’azienda, o anche il .BUSINESS, il .BUZZ, il .TECH o anche il .COMMUNITY se il tuo proposito è quello di creare una tua personale comunità sul web.

In conclusione

Adesso hai gli elementi necessari per scegliere con calma ed estrema attenzione il nome del tuo dominio, così da iniziare il tuo lavoro sul web.

Dopo aver concluso l’acquisto del dominio, quello che dovrai fare è valutare con altrettanta perizia e attenzione quale tipo di servizio web hosting risponda al meglio al tipo di attività che vuoi iniziare, così da poter contare su un servizio ottimizzato esattamente per il tipo di lavoro che dovrai fare.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button

Domini internet con gestione DNS inclusa

Registra ora