I racconti di Keli

Devo costruire una Landing Page efficace… già, ma come?

Ne aveva fatta di strada il buon Amedeo. Dal primo giorno in cui mise piede nell’azienda, il protagonista di questa breve storia aveva saltato a grandi passi ogni possibile step, passando da un aspirante blogger a super esperto in Copywriting, ottimizzazione SEO, Social Media Manager (o Strategist, non era ancora sicuro di aver ben compreso la differenza) e inoltre creatore di testi e contenuti per le varie campagne di marketing dell’azienda.

Insomma, ne aveva di lavoro da fare… tutta una serie di “specializzazioni” che, se vogliamo, lo avrebbero portato molto presto a sviluppare un curriculum professionale di un certo spessore, e poi chissà.

Se in principio la timidezza e il carattere introverso lo facevano sentire un pesce fuor d’acqua, anche se in ufficio gli volevano tutti bene e lo trattavano in maniera degna, Amedeo prese man mano coraggio e cominciò a farsi sentire tirando fuori una personalità che i più non sospettavano.

Era il momento giusto per pigiare sull’acceleratore e conquistare quella fetta di “gloria personale” che sentiva di meritare fino in fondo, vista la grande mole di lavoro svolta tutti i giorni senza battere ciglio, anche quando il tempo non bastava per coprire tutti gli impegni.

Amedeo però ci riusciva sempre, in un modo o nell’altro riusciva ogni giorno a completare al meglio i suoi impegni.

Questi notevoli miglioramenti portarono il capo di tutta la baracca a riflettere su un punto in particolare: se Amedeo sta dimostrando di saper maneggiare anche una delicata materia come il Web Marketing, se dimostra con i contenuti proposti ogni giorno di essere a conoscenza delle tecniche giuste per ottenere ottimi risultati… perché allora non affidare a lui la realizzazione delle Landing Page delle singole offerte dei servizi hosting web?

Il buon Amedeo, consapevole delle sue immense qualità di WebSocialMediaManagerStrategistEccEcc, accettò immediatamente l’incarico e iniziò a lavorare senza indugio alla realizzazione della nuova Landing per la nuova offerta che sarebbe stata lanciata da lì a qualche giorno e su cui l’azienda puntava tantissimo.

Inutile sottolineare come la scelta di affidare a lui il lavoro fosse in realtà un vero e proprio esame, una prova che i suoi datori di lavoro volevano da lui per vedere se in effetti avesse assimilato per bene tutte le tecniche e le competenze degne di un vero professionista.

Tronfio e deciso Amedeo iniziò a lavorare ma… dopo pochi minuti, con sommo rammarico, si rese conto di aver fatto il passo più lungo della gamba. Detto in soldoni: non aveva la benché minima idea di come realizzare una Landing che potesse sul serio attirare il target e spingerlo a compiere un’azione.

Compiere un’azione, nel gergo dei professionisti del marketing, equivale a realizzare una conversione. Vendere. Fare soldi. Aumentare il profitto. Arricchirsi. Vendere il più possibile. Senza indugio. Subito. ORA!

Un elemento indispensabile per poter andare avanti nel proprio lavoro è sapersi fermare, guardare in faccia e ammettere a se stessi di non essere in grado di sviluppare qualcosa.

Abbattersi? No di certo, anzi la cosa deve essere uno stimolo per cercare di migliorare e di imparare il più possibile. Amedeo sapeva che avrebbe dovuto impegnarsi più di altri per poter sul serio realizzare quello che i datori di lavoro volevano e, soprattutto, con i risultati che loro si aspettavano.

La cosa migliore che poteva fare era impegnarsi e trovare guide, tutorial e articoli utili per acquisire quante più conoscenze fosse in grado di assimilare.

Per sua fortuna, in uno dei blog più seguiti del settore (spazio personale di una professionista di eccelso valore) Amedeo trovò quello che stava cercando, una perfetta e curatissima guida su come costruire una Landing Page.

Amedeo la lesse con attenzione più e più volte, corroborò con altre letture e alla fine sì, riuscì nel suo intento, realizzò (con l’aiuto del grafico che seguiva ogni sua richiesta) una Landing che si dimostrò davvero efficace.

Grazie a questo suo lavoro e alla sua voglia di migliorarsi, Amedeo riuscì a dare un contributo eccelso per fare in modo che l’offerta riscontrò dei numeri eccezionali.

Un passo in avanti per un giovane professionista sempre pronto a migliorarsi e capace di riconoscere i propri limiti.

Keli

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button