News

WhatsApp apre alle aziende, svolta nel Social Marketing?

WhatsApp cambia e apre, in un certo qual senso, al mondo aziendale.

Una notizia destinata a far riflettere in particolar modo gli esperti di Social Media Marketing, già pronti a sviluppare nuove strategie su come poter utilizzare la famosa chat per scopi aziendali.

Si tratta, in buona sostanza, di un’opera di coordinamento maggiore con Facebook, proprietario della chat da un paio d’anni. La modifica riguarda i termini di servizio e informativa sulla privacy.

Cosa comporterà tutto questo?

Semplicemente la possibilità di far interloquire utenti e aziende direttamente su WhatsApp come per esempio avviene già su Messenger.

Si tratta di una mossa astuta e con uno scopo ben preciso da parte del team di Mark Zuckerberg che cerca così di scavare un solco sempre più grande nei confronti di una concorrenza che per quanto in forte crescita, leggi soprattutto Instagram e Snapchat, non riesce assolutamente a reggere gli incredibili numeri di Facebook.

Questa scelta ha fatto nascere alcune polemiche, ma WhatsApp ha subito tentato di esprimere tutte le rassicurazioni del caso in un post ufficiale per far stare tranquilli gli utenti che utilizzano il servizio, preoccupati del fatto che le loro conversazioni possano essere lette da terze parti.

Questo nuova cooperazione tra Facebook e la “chat dei record”, ovvero WhatsApp, comporta in realtà un notevole miglioramento nell’esperienza del singolo utente che potrà avere non solo suggerimenti di amici d contattare ma anche inserzioni pubblicitarie che siano pertinenti con i propri interessi, aprendo in questo modo una nuova strada nel campo del Social Marketing.

Si è deciso insomma di iniziare a monetizzare sul serio su WhatsApp, permettendo alle aziende di contattare direttamente gli utenti al fine di inviare dei messaggi dedicati.

Nuove prospettiva quindi per le società che vogliono intraprendere nuove strade per trovare nuovi utenti?

Scatta immediato l’allarme per il rischio di trovarsi intasati da una marea di spam, ma su questo è proprio WhatsApp ad assicurare che “vogliamo esplorare dei modi per comunicare con le aziende in un modo che sia utile agli utenti, senza arrivare però a banner e spam”. Staremo a vedere se le cose saranno davvero così…

Esiste comunque la possibilità di rifiutare questa sorta di “inciucio” tra Facebook e WhatsApp, impedendo così ai due colossi di condividere le informazioni personali del singolo utente.

Per far questo non bisogna far altro che cliccare su Leggi invece che su Accetto e spuntare nel box dove si parla appunto della condivisione di informazioni tra l’account di WhatsApp e Facebook.

Puoi approfondire l’argomento leggendo anche questo articolo.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button