Web Marketing

Quali sono i vantaggi della SEO copywriting per un’azienda?

Quando mi chiedono quali sono i vantaggi della SEO copywriting per un’azienda rispondo utilizzare il web per aumentare il proprio fatturato.

Prima mi piacerebbe partire da un’altra domanda: quante aziende hanno compreso l’importanza di comunicare sul web?

A mio avviso, in Italia, ce n’è di strada da fare.
Si pensa che tutti possano essere online, avere un sitarello e lasciarlo lì, per poi lamentarsi di non avere contatti dal sito. Basta! Passiamo oltre!

Persino da grosse realtà mi sono sentita chiedere di “fare magie per posizionarli in prima posizione nei motori di ricerca” e quando navigo trovo siti aggiornati al 2012 con codici a cui mancano i fondamentali e nessuno ad occuparsi di raccontare la storia aziendale.

Trovo superato anche il concetto di SEO copywriting.
Google ci chiede di lavorare i contenuti seguendo delle regole di buonsenso per piacere agli utenti.
Noi parliamo di SEO copywriting per indicare la scrittura che piace al motore di ricerca ma, realmente, lui cerca di premiare chi scrive bene per l’utente finale.

SEO copywriting, per me, è solo seguire il buon senso di Google e quindi scrivere bene per chi si vuole informare, formare ed entusiasmare.

SEO copywriting è scrivere per chi vogliamo conquistare

Partiamo dal concetto di familiarità che nei contenuti è fondamentale.
Imparare a costruire un testo con elementi che ci facciano sentire al sicuro è vincente.

Quando consegno il cloud di parole chiave e gli intenti di ricerca spiegando come ricercare altre parole utili al testo spesso vedo strabuzzare gli occhi.

Bene, facciamo subito un esempio.
Poniamo di dover trovare uno che fa il mio mestiere.

Che probabilità c’è di vedere digitata sulla stringa di ricerca la query seo specialist padova? Non poca, ma la realtà è che verrò ricercata, almeno attualmente, da altri esperti di settore.

Se voglio che il mio cliente finale, senza agenzia di mezzo mi trovi, devo concentrarmi su altri concetti: web marketing, costruzione siti web forse ottimizzazione siti web.

Ne manca ancora di proselitismo per essere contattata per la parola che definisce il mio mestiere.

E allora se scriviamo per acquisire contatti e fare affari, sapendo che il pubblico da intercettare non è esperto dobbiamo usare le parole a lui familiari, concetti che sente propri e farlo sentire a suo agio.

E vale anche il contrario. Apriamo un blog informativo per medici. Non diremo “apriamo la trachea” ma “eseguiamo una tracheotomia”.
Il termine non è da tutti ma ci faremo trovare dal nostro fruitore finale.

Le parole di ricerca sono l’effettivo vocabolario di chi vogliamo conquistare. Imparare la SEO copywriting significa imparare a conoscere nel profondo l’essere umano e sapergli parlare.

SEO copywriting nelle aziende significa comunicare concretezza

Siamo in troppi per poterci permettere di non essere competitivi online.

Dobbiamo diventare sempre più bravi a comunicare i nostri prodotti e servizi senza fuffa, concetti ridondanti e vizi di forma, retaggio del nostro passato sui banchi di scuola.

A scuola ci hanno insegnato a riempire almeno 4 colonne per il compito di italiano.
Un esercizio di stile che ci portiamo come bagaglio di conoscenze. Non ci siamo.

Studiare la SEO per i contenuti mi ha insegnato a essere concreta nella scrittura di un testo e portare alla conversione.

Le aziende hanno ancora un “chi sono” farcito di “esperti del settore” “processi efficaci ed efficienti” “personale pre” e avanti così.

Mi chiedo tutte le volte come sia possibile che Amministratori Delegati in grado di guadagnare attraverso la produzione tangibile di un prodotto/servizio accettino di avere testi farciti di fesserie. E scusatemi per il termine forte.

Provate a digitare “leader mondiali nella produzione di” e ditemi cosa riuscite a trovare. Ma se siamo tutti lì in alto c’è da chiedersi il perché della crisi economica dell’ultimo lustro, no?

SEO copywriting nelle aziende deve essere la norma

Come pensiamo di posizionarci bene in Google se non abbiamo contenuti da proporre?

Possiamo anche preparare la più bella strategia di link building, il sito con foto scattate apposta per noi da Newton e i video direttamente girati da Ron Howard, la newsletter disegnata da Van Gogh e una strategia social da paura.

E se non abbiamo nulla da dire che senso ha?

Tremate quando vi dicono che non serve cimentarsi nella SEO copywriting: puzza di truffa.

Per la ricerca attualmente inseriamo delle parole nella stringa di ricerca o eventualmente le dettiamo al nostro dispositivo.

Non c’è tanta scelta: devono essere scritte nel nostro sito per avere speranza di apparire nella prima pagina.

Un’ultima cosa prima di lasciarci: ho sentito dire che Google non ritiene importante il numero di parole per posizionare, non serve scrivere molto.

Ci tengo a rivedere il concetto. Sappiamo che gli algoritmi prediligono contenuti pertinenti all’intento di ricerca. Se scriviamo tanto, girando attorno al concetto pensando che tanto testo uguale alto posizionamento, stiamo prendendo un granchio.

Quando dovete creare una strategia di content marketing per la vostra azienda pensate a:

  • strutturare un’alberatura di contenuti che definiscano le ricerche che gli utenti fanno;
  • imparate la SEO copywriting per scrivere come chi vi cerca;
  • non sprecatevi in parole utili e abbandonate i testi riempitivi.

Non rinunciate alla SEO copywriting, aziende care ma abituatevi a farla diventare quotidianità. E finalmente i vostri form contatti verranno compilati.

Giulia Bezzi

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button