Web Marketing

Twitter, ecco la funzione Connetti. Posso fare a meno del Social Media Manager?

Un aggiornamento che porta con sé una grande novità, un nuovo strumento che ci aiuta a trovare il pubblico adatto per i nostri post (o cinguettii, visto che parliamo di Twitter) che ci porta a porci una domanda ben precisa: posso fare a meno del Social Media Manager?

Diamo subito la risposta: NO! Assolutamente no. Per spiegare i motivi facciamo un’introduzione al nostro discorso.

Cercare di recuperare il terreno perduto? Difficile da dire se la cosa avrà l’effetto sperato, ma di certo se Twitter desidera recuperare quel ruolo centrale avuto nel settore del Social Media Marketing e ora perso a vantaggio di nuove realtà sempre più potenti (leggi Instagram e Snapchat) non c’è altro modo che proporre qualcosa di nuovo agli utenti.

Il team di sviluppatori del social dei cinguettii, dato per agonizzante da molti mesi a questa parte, ha pensato bene di proporre un aggiornamento un po’ particolare (forse sarebbe meglio usare il termine restyling che fa più cool) per la sua app, sia per iOS che per Android.

Twitter lancia funzione Connetti, suggerimenti per trovare chi seguire

Annunciata con un post sul blog ufficiale, la nuova funzione Connetti sembra essere l’elemento mancante ideale per far tornare Twitter in alto come gradimento degli utenti del web e dei professionisti che operano giornalmente su internet e in particolar modo sui Social Media, canali essenziali per aumentare la visibilità di un Brand e per trovare nuovi clienti.

Ma perché è così importante la funzione Connetti? Semplice, perché essa rappresenta l’elemento mancante per un funzionamento ancora più ottimizzato del social.

Sappiamo bene che Twitter è un social network molto particolare, diverso dalla concezione facebookiana e che punta tutto sul concetto di following. In ambito aziendale, sapere chi seguire è una componente di fondamentale importanza, il modo migliore per non fare in modo che i contenuti proposti vengano dispersi nel nulla, resi visibili a un pubblico potenzialmente non interessato a quello che vogliamo proporre loro.

Resa disponibile grazie a un aggiornamento lato server, la nuova funzione ci aiuterà quindi a trovare gli utenti giusti con cui interagire, garantendoci così una vetrina adatta per quelli che saranno i contenuti da proporre (a patto, ovviamente, di interagire con questi nuovi utenti).

Disponibile quindi solo nella versione mobile, l’applicazione di Twitter si arricchisce quindi di un tasto nell’header che rappresenta proprio la funzione che ci aiuterà a trovare gli utenti migliori per quelli che sono i nostri interessi. In questo modo, andremo a ottimizzare la nostra rete di contatti e a dare un valore molto più alto alle interazioni fatte sul social.

Sarà proprio Twitter, insomma, a fornirci validi suggerimenti su chi dobbiamo seguire e con quali utenti conviene interagire. Una ricerca fatta direttamente dal social che ci presenta una serie di account ritenuti validi, a seconda ovviamente di quelli che sono i nostri interessi.

Serve ancora uno specialista dei social per Twitter?

Torniamo quindi alla domanda, un po’ provocatoria, messa come titolo di questo articolo. Se la funzione Connetti ci permette di venire a contatto con gli utenti giusti, potenzialmente interessati ai contenuti che vogliamo proporre, a cosa serve ancora affidarsi a uno specialista del settore Social Media?

Per quanto la nuova funzione per la versione mobile di Twitter implementata con l’ultimo aggiornamento ci offre una funzione in più da poter utilizzare per il nostro lavoro sul social, è scontato dire che senza la figura di un professionista non si va ugualmente da nessuna parte.

Con la funzione Connetti abbiamo il pubblico adatto, è vero, ma se non sappiamo quando lanciare i nostri tweet, se non c’è uno specialista all’interno dell’azienda che sappia come strutturare i tweet stessi (con il giusto utilizzo degli hashtag), gli orari di maggior affluenza e soprattutto i tipi di contenuti da proporre tramite questo canale (indicato per un certo tipo di attività in particolare)… beh, allora non ci servirà a molto utilizzare Connetti.

Se si desidera che l’attività del canale aziendale porti i suoi frutti su Twitter, non si può assolutamente fare a meno di un Social Media Manager che sappia il fatto suo. Ecco perché la domanda dell’articolo è semplicemente un piccola provocazione, un modo per sottolineare ancora di più come senza le giuste competenze sia praticamente impossibile trarre dei risultati soddisfacenti.

Per darvi un’idea di come sia in realtà complesso l’intero universo del social, vi invitiamo ad approfondire l’argomento con una ottima guida su come fare marketing con Twitter.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button