Web Marketing

Instagram, addio ordine cronologico. Arriva l’algoritmo in stile Facebook

Alla fine il grande (è temuto) cambiamento è arrivato, cosa comunque già abbastanza preventivabile nel momento stesso in cui Facebook decise di mettere mano a una semplice applicazione in cui pochi utenti si divertivano a condividere foto.

Vista la grande e incredibile crescita di Instagram negli ultimi mesi, si è pensato bene di trasformare la simpatica applicazione in una piattaforma da sfruttare a ogni costo per quella che è l’attività marketing di un’azienda.

Ecco quindi che, negli ultimi tempi, Instagram è diventato uno strumento essenziale all’interno di una strategia di Social Media Marketing che possa garantire degli ottimi risultati, un canale da sfruttare senza indugio per non perdere un bacino di utenti sempre più numeroso.

Tante sono le novità che hanno contribuito ad arricchire l’app e a farla diventare un formidabile strumento pubblicitario, pensiamo per esempio al multi-account o alla possibilità di inserire il carosello, un modo per pubblicare una serie di immagini che possano trasmettere all’utente qualcosa in più su un eventuale post, che si tratti di un evento o della promozione di un determinato prodotto.

Novità che sono state molto apprezzate dagli utenti e dai professionisti del settore, felici di poter contare soprattutto sulla gestione multi-account che consente di gestire in maniera più semplice e rapida il lavoro di condivisione dei vari contenuti.

Tutto perfetto quindi? Sembrerebbe proprio di no, visto che l’ultima novità in arrivo su Instagram sembra non aver soddisfatto per niente i Social Media Manager in giro per il web, che anzi lamentano di un qualcosa che porta l’app a snaturare se stessa perdendo il suo senso di… genuinità (passateci il termine).

INSTAGRAM, ARRIVA L’ALGORITMO IN STILE FACEBOOK

Se ne parla di continuo da un paio di giorni a questa parte, ovvero del prossimo addio all’ordine cronologico dei feed e l’arrivo di un algoritmo che, proprio come accade su Facebook, deciderà quali immagini mostrare in cima in base ad alcuni parametri.

Una notizia che ha generato diverse polemiche e un malcontento generale, con l’accusa diretta nei confronti di Facebook di voler plasmare Instagram a sua immagine e somiglianza snaturandone così la natura stessa.

facebook instagram zuckerberg

L’ombra della società di Mark Zuckerberg si staglia quindi alle spalle di Instagram, una realtà sempre più grande su cui il leader dei social network ha pensato bene di allungare le mani e di fare in modo di guadagnarci quanto più possibile tramutando la piccola applicazione in un micidiale strumento per guadagnare.

È stata proprio la società di Instagram ha dare la notizia con un post sul blog ufficiale.

Molto presto quindi avremo a che fare con il nuovo algoritmo che cambierà completamente quella che è l’esperienza dell’utente.

In cima alla nostra home non vedremo più apparire le immagini secondo l’ordine cronologico, ma semplicemente saremo costretti a seguire l’ordine imposto da questo algoritmo.

Negli ultimi due giorni abbiamo potuto leggere diversi pareri sull’argomento, alcuni di questi scritti dai migliori professionisti della Rete che senza indugio hanno espresso tutte le loro perplessità in merito.

Con l’arrivo dell’algoritmo, che dovrebbe essere rilasciato in maniera graduale nei prossimi mesi, avranno maggior spazio quei profili che hanno un alto tasso di engagement e di like sulle immagini postate, cosa che porterà inevitabilmente a dare la maggiore visibilità possibile ai grandi marchi.

Tutto questo non farà altro che andare a discapito delle piccole aziende o dei singoli professionisti che non potranno mai raggiungere la visibilità di questi colossi che si muovono come predatori lasciando agli altri solo le briciole (molto spesso anche con la compravendita di follower).

Questo cambiamento in atto che trasformerà Instagram era comunque nell’aria da diverso tempo, visto che sappiamo bene come Facebook punti fortemente al ritorno degli investimenti e come desideri uniformare sotto il suo modello quante più realtà esistenti sul web.

Certo, se il tuo profilo aziendale ha un tasso di interazione molto alto, allora non dovresti incontrare dei problemi… ma resta il fatto che la decisione abbia provocato un forte malcontento e tanti dubbi.

Se a prima vista possiamo dire che il nuovo algoritmo permetterà di stabilire un modus operandi più meritocratico, dando così maggiore visibilità a coloro che ottengono maggiori risultati, d’altra parte non possiamo non mettere in evidenza come tale funzione diminuisca le possibilità delle piccole aziende di poter raggiungere un minimo di visibilità.

Che si tratti di un clamoroso autogoal di Instagram, visto che migliaia di utenti potranno decidere di abbandonare l’app viste le scarse possibilità di fronteggiare una concorrenza troppo forte?

Scrivici nei commenti la tua opinione in merito sul prossimo cambiamento di Instagram.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button