Verifica GRATIS la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.

I migliori strumenti per misurare la velocità di un sito web

Nonostante l’informatica faccia passi da gigante ormai ogni giorno, per far sì che un sito web abbia successo in Rete esistono una serie di parametri fondamentali che ancora oggi devono essere valutati con attenzione e, nel caso i risultati non dovessero essere soddisfacenti, intervenire al più presto.

Uno dei fattori di maggiore importanza per il destino di un sito è la velocità.

I tempi di caricamento di un sito web, e delle pagine che lo compongono, è ancora oggi un elemento di importanza primaria per quello che può essere il successo del vostro sito. Il perché è facile da intuire: se digitate un indirizzo web e prima che il sito si apra passa un quantitativo di tempo davvero troppo lungo… è chiaro che il visitatore, sconfortato dall’attesa e dalla noia, abbandonerà il sito per visitarne qualcun altro.

Per evitare quindi che il nostro visitatore ci “abbandoni” e si rivolga alla concorrenza (soprattutto se facciamo riferimento a un ambito professionale, in cui l’abbandono dell’utente a vantaggio di un competitor può essere un disastro) dobbiamo fare in modo di testare la velocità di caricamento del sito stesso.

Ecco dunque 5 strumenti utili grazie al quale possiamo misurare la velocità di un sito web:

  • PageSpeed Insights: non potevamo non cominciare dal tool messo a disposizione direttamente da Sua Maestà Google, con ogni probabilità il miglior strumento a cui possiamo far affidamento per trovare il parametro che ci interessa. Grazie a questo strumento possiamo conoscere una serie di dati utilissimi, come per esempio il rendimento di una pagina web sia per i dispositivi mobile che desktop. Il tool ci permette di analizzare il sito, individuando le problematiche e fornendo alcune indicazioni su come ottimizzare i tempi di caricamento di una pagina web. A tal proposito vi consigliamo di leggere la nostra guida su come utilizzare il PageSpeed di Google.
  • PingDom: altro tool molto interessante che ci consente di effettuare un buon test per la velocità del sito, avendo così a disposizione una serie di dati utilissimi, come per esempio la possibilità di analizzare le risorse esterne che possono rallentare il caricamento del sito.
  • Web Page Test: strumento con la quale potremo attuare la nostra analisi da “varie zone del mondo”. Web Page Test è infatti uno strumento disponibile sul web grazie al quale possiamo testare la velocità del nostro sito nei vari browser, con la possibilità di poter decidere da quale località in giro per il mondo condurre il test. Inoltre, possiamo anche emulare un browser mobile per testare la velocità di caricamento del sito in versione mobile.
  • Load Impact: tool gratuito che ci fornisce diversi dati, soprattutto in riferimento alle capacità del nostro sito di gestire il traffico web. Inoltre, grazie a una serie di grafici, avremo dei dati completi su quelli che sono i tempi di caricamento e le perfomance del sito. Per sapere come utilizzare Load Impact in maniera più approfondita vi rimandiamo direttamente alla lettura di questo articolo.
  • Web Site Optimization: chiudiamo la nostra lista di strumenti con il più semplice di tutti che comunque riesce a fornirci una panoramica completa di tutti i dati che ci servono per conoscere lo stato del nostro sito e la sua velocità.

Questi sono alcuni degli strumenti online grazie al quale possiamo avere tutte le informazioni necessarie per valutare quelle che sono le prestazioni del nostro sito. Per quel che riguarda il come migliorare la velocità di un sito vi sono alcune cose che possiamo fare, come per esempio ottimizzare i contenuti ed eliminare quelli che sono gli elementi non utilizzati.

Per garantire però un buon funzionamento del nostri sito, soprattutto in termini di velocità, è chiaro che l’elemento fondamentale è la scelta dei migliori servizi hosting ottimizzati per CMS, come per esempio Hosting WordPress, Hosting Joomla e Hosting PrestaShop che garantiscono un alto livello di performance grazie alle varie ottimizzazioni cache e moduli. Per i siti più grandi (che devono cioè far fronte a un traffico notevole) il cliente può puntare senza ulteriori indugi all’acquisto di soluzioni ancora più performanti come la VPS SSD o di una intera macchina fisica, ovvero il Server Dedicato.

Vota per primo questo articolo!
Votazione in corso...
Mi piace
Mi piace Love Ahah Wow! Triste Grr!!

Lascia un commento

scroll to top