HostingTutorialWeb Marketing

Come velocizzare un sito WordPress

Quando facciamo riferimento alla navigazione web, e a un contesto professionale come quello che trattiamo nella maggior parte dei casi, è chiaro che la velocità di caricamento di un sito e delle sue pagine diventa un elemento di fondamentale importanza, soprattutto per quel che riguarda l’ambito SEO.

Cosa fare se il tuo blog aziendale è lento?

Beh, se ti trovi davvero a questo punto (con le pagine del tuo sito lentissime ad aprirsi) sappi che ti conviene correre subito ai ripari, per non rischiare di perdere un gran numero di visitatori esasperati dall’eccessiva lentezza del sito stesso. Per nostra fortuna, WordPress è un CMS molto semplice da usare e migliorabile grazie a poche, piccole accortezze.

Vediamo dunque cosa possiamo fare per migliorare le prestazioni del nostro sito e renderlo così più veloce, cosa che ci porterà dei grandi vantaggi e un notevole ritorno di immagine da parte dei nostri visitatori, cosa fondamentale soprattutto se si parla di un sito web aziendale.

INNANZITUTTO, IL SERVIZIO HOSTING IDEALE

Per poter funzionare in maniera corretta, WordPress necessita per forza di cose di risorse appropriate. Per questo, la prima cosa che dobbiamo fare è scegliere il servizio adatto che ci permette di sfruttare il CMS in maniera adeguata. Si tratta di una scelta fondamentale, in assoluto la più importante per assicurarci un buon funzionamento del nostro sito o blog aziendale, anche per quel che riguarda la velocità.

hosting-wordpress-cms

Dunque, puntiamo sul meglio che possiamo trovare per il nostro sito. Viste le risorse che WordPress richiede per un buon funzionamento, ci fa immaginare di dover puntare non su un normale servizio Web Hosting ma bensì su un piano che sia ottimizzato al meglio per il CMS. È dunque il momento di puntare senza indugio sul pacchetto Hosting WordPress che ci garantisce il livello di risorse necessario per il perfetto funzionamento del nostro sito e dell’attività che dobbiamo portare avanti sul web, senza disservizi e rallentamenti di sorta.

Oltre alla scelta dell’hosting, ripetiamo ancora elemento di maggiore importanza nel processo di ottimizzazione di un sito WordPress, ci sono altre cose che possiamo fare per prenderci cura del sito e per aumentare la velocità di caricamento delle pagine web.

LA SCELTA DEI PLUGIN ADATTI

Sono tantissimi i plugin disponibili per WordPress, di cui molti davvero utili per ampliare le potenzialità del CMS e permetterci così di fare tante cose interessanti e di completare il sito. Tra i tanti disponibili, in un nostro articolo vi consigliamo 5 plugin WordPress davvero interessanti.

Qual è il rischio in questo particolare frangente? Quello di farsi prendere la mano e andare a sovraccaricare il nostro sito con una miriade di plugin, molti dei quali magari non avranno mai un ruolo attivo per la nostra attività. Evitiamo quindi di ingolfare il sito con tanti (troppi) plugin, ma scarichiamo solo quelli davvero necessari a quella che dovrà essere la nostra attività online.

Una volta che ci rendiamo conto che alcuni plugin non ci servono e sono perciò non utilizzati, eliminiamoli immediatamente. Teniamo nel nostro sito web solo gli elementi indispensabili.

ELIMINARE COMMENTI SPAM

Per quel che riguarda l’attività online, specie in merito a un campo come il Web Marketing per la promozione della nostra azienda, l’interazione con gli utenti è un elemento non solo importante ma assolutamente necessario.

È proprio il rapporto diretto con gli utenti del web che potrà dare una crescita esponenziale del nostro sito web. Su WordPress, ovviamente, abbiamo una sezione dedicata proprio ai commenti dei nostri visitatori. Molto spesso però capita di ricevere molti commenti spam, commenti fasulli che non faranno altro che appesantire il nostro database e rallentare così il sito.

Massima attenzione dunque e opera di pulizia continua di tutto lo spam che riceviamo.

IMMAGINI E VIDEO

Prenderci cura del nostro sito e ottimizzare i contenuti. Attenzione però, non facciamo riferimento a quelli che sono i contenuti testuali dei nostri articoli (elementi essenziali soprattutto per quel che riguarda la SEO), ma a elementi come immagini e video, anch’essi importanti per la SEO ma fondamentali nel funzionamento generale del sito.

Cerchiamo quindi di ottimizzare tali elementi, di scegliere quelle che sono le giuste dimensioni, utilizzando poi alcuni strumenti web molto interessanti che ci consentono di diminuire quelle che sono le dimensioni delle immagini che abbiamo scelto di inserire nei nostri articoli. Consigliamo in tal senso di utilizzare TinyPNG.

Allo stesso modo con i video: il consiglio è quello di non salvarli direttamente nel nostro blog ma di affidarsi a elementi esterni, come per esempio YouTube. Non dovremo fare altro che inserire nel corpo del testo il link diretto del video.

PRENDERSI CURA DEL DATABASE

Insomma, quello che dobbiamo fare è prenderci cura del database di WordPress e impedire che venga appesantito da elementi inutili, come per esempio quelli che abbiamo citato in precedenza come commenti spam, plugin inutilizzati e anche articoli in revisione che non andremo mai a ritoccare.

Per ottimizzare il database MySQL, per ripulirlo da tutti gli elementi inutili che abbiamo appena ripetuto, e addirittura per poter effettuare questa opera di pulizia in maniera programmata settimana per settimana possiamo affidarci al plugin Wp-Optimize, le cui caratteristiche principali sono descritte in questo nostro articolo.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button

Hosting e Dominio incluso!
A partire da  €9.90/anno

Vai all'offerta