ServerTutorial

Come creare una Newsletter di successo, alcuni consigli

Un paio di giorni fa abbiamo pubblicato un articolo che sottolineava l’importanza della Newsletter per quello che riguarda l’attività di Web Marketing di un’azienda, con tutta una serie di vantaggi che ti permetteranno di aumentare la visibilità della tua azienda, di aumentare il numero di nuovi clienti e per fidelizzare quelli che sono già nostri clienti.

Appare chiaro quindi che una buona strategia di E-Mail Marketing sia un elemento di cui tenere conto, nel modo più assoluto per quelli che sono gli obiettivi del nostro lavoro e per una buona attività di branding.

A tal proposito, l’utilizzo della posta elettronica per il nostro piano marketing si configura non solo come una valida opzione ma come una necessità che potrebbe garantirci un gran numero di vantaggi, in primis avere un contatto diretto con i nostri clienti che si sentiranno così chiamati in causa in maniera diretta.

Ecco dunque che entra in gioco il concetto di Newsletter, elemento essenziale per il nostro lavoro sul web. A questo punto occorre porci una domanda:

Come possiamo creare una Newsletter di successo?

Per rispondere a questa domanda, abbiamo deciso di proporre 5 consigli su come realizzare una Newsletter vincente che possa essere funzionale per le nostre esigenze.

  • Personalizzazione: ecco la prima cosa di cui bisogna tener conto per fare in modo che la nostra attività via mail si distingua dai nostri diretti competitor (che probabilmente metteranno in atto una strategia simile alla nostra) per colpire maggiormente l’attenzione dei clienti. Cerchiamo dunque di personalizzare il più possibile i nostri messaggi di posta elettronica, magari nominando il nome del singolo cliente invece di etichettarlo come un semplice utente del web, cosa che aumenterà la sensazione di vicinanza nella testa del cliente che si sentirà così più vicino a noi proprio perché trattato in maniera più confidenziale.
  • Conferma di sottoscrizione: puntando con forza su una strategia di E-Mail Marketing, si corre purtroppo il rischio di essere ben presto etichettati come spam se non prendiamo alcune “precauzioni” in merito. Un ottimo metodo per metterci al sicuro di tale problematica è quello di richiedere una conferma di iscrizione alla nostra Newsletter che il cliente dovrà confermare, in modo tale da essere consapevole del fatto che riceverà le nostre comunicazioni commerciali.
  • Uso sapiente delle immagini: la maggior parte dei servizi mail disponibili sul web sono dotati di un ottimo livello che difende la posta elettronica degli utenti da virus e spam, e dobbiamo trovare il modo di aggirare tali controlli che potrebbero scambiare i nostri messaggi commerciali per questo tipo di attività negative. Conviene dunque utilizzare delle immagini nel corpo della nostra mail, nel tentativo di personalizzare ancora di più i nostri messaggi, ma dobbiamo tenere conto che spesso le immagini spesso sono fermate perché potrebbero nascondere virus o link indesiderati. In tal senso, quindi, occorre fare un buon utilizzo delle immagini da utilizzare nei nostri messaggi.
  • Mantenere un andamento regolare: così come accade per quel che riguarda il calendario editoriale di un blog, allo stesso modo la Newsletter deve essere ben organizzata soprattutto per quel che riguarda le tempistiche di invio delle nostre comunicazioni aziendali agli utenti. Inviamo quindi le mail con precisione sempre agli stessi orari e nei giorni che abbiamo scelto per le nostre comunicazioni, cercando di mantenere fede al nostro “calendario” così da fare in modo che i clienti sappiano quando riceveranno comunicazioni da parte nostra. Essere puntuali con una cadenza regolare, elemento di fondamentale importanza.
  • Firma autorevole: così come si usava un tempo con le lettere, la firma è un elemento essenziale per concludere in maniera degna la nostra corrispondenza. In tal senso, perché non curare al massimo anche questo aspetto per quel che riguarda le nostre comunicazioni con gli utenti in ambito commerciale? Perciò, evitiamo di lesinare sui caratteri e di puntare su una firma scarna con solo il nome dell’azienda. Mettiamo invece la nostra firma con il nome di chi ha scritto materialmente il messaggio, il nome dell’azienda e del nostro sito web, e soprattutto un link diretto per la rimozione dalla nostra Newsletter. Dobbiamo dare la possibilità agli utenti di avere la possibilità di cancellarsi dalla nostra lista in piena libertà. Paradossalmente, dando all’utente questa grande possibilità, il più delle volte continuerà a far parte della lista proprio perché gli abbiamo dato prova di renderlo libero di scegliere se ricevere le nostre mail o no.

Questi sono i consigli che vogliamo quindi dare per iniziare a strutturare la nostra Newsletter. Come fatto nel nostro precedente articolo, sottolineiamo l’importanza e la convenienza del servizio Server Mail che ci permetterà di curare le comunicazioni commerciali della nostra azienda.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button