News

Google lancia "About me", lo strumento per gestire l'identità digitale

Un nuovo strumento che ci permetterà di prenderci cura e di gestire in miglior modo la nostra identità digitale. Questo, in estrema sintesi, il succo della notizia che sta rimbalzando sui vari siti di informazione tecnologica da un paio di giorni.

Google lancia il servizio “About me” che ci consentirà di gestire in maniera più appropriata e specifica il nostro livello di privacy, in modo da poter essere più sicuri e non andare incontro nel tempo a spiacevoli sorprese, con le solite minacce che girano sul web…

Ecco dunque qual è lo scopo di About me (Informazioni su di me); si tratta sostanzialmente di un vero e proprio pannello di controllo su cui potremo decidere cosa gli altri utenti possono vedere di noi quando siamo online. In tal modo, il colosso di Moutain View rimette nelle mani dell’utente tutto quello che concerne la propria identità digitale, dandoci la possibilità di occuparcene in prima persona e di decidere cosa mostrare e cosa invece vogliamo tenere nascosto agli occhi degli altri utenti.

Coloro che possiedono un account Google (elemento ormai di notevole importanza, specie per coloro che vogliono operare in campi come Web Marketing e Social Media) possono collegarsi con la pagina del servizio Google About me per poter utilizzare da subito questo nuovo servizio e decidere in totale autonomia quali informazioni personali si desideri condividere con il popolo del web e quali invece si vogliono tenere nascoste.

Basterà andare nella sezione “Controllo privacy” e decidere quali campi si vuol tenere nascosti, come per esempio la propria posizione geografica e tante altre opzioni.

google-about-me-identità-digitale

Si tratta sicuramente di un ottima iniziativa da parte di Big G, che rappresenta un mondo così vasto (basti pensare che a un account Google sono collegati diversi servizi come Gmail, YouTube e lo stesso Google Plus) che necessita per forza di cose di alcuni servizi che possano garantire un ottimo livello di sicurezza agli utenti per quel che riguarda il controllo e la gestione delle proprie informazioni private.

Altre informazioni sull’argomento le potete trovare nell’articolo pubblicato da Tom’s Hardware.

Un primo passo per garantire una maggiore sicurezza e per dare a noi utenti la possibilità di gestire in autonomia l’utilizzo dei nostri dati personali. Un ottimo inizio, che comunque non può bastare e che sicuramente darà il via a tante altre iniziative volte a garantire la massima sicurezza dei naviganti del web. O almeno è quello che ci auguriamo.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button