NewsWeb Marketing

Twitter sperimenta nuova funzione per porre sondaggi ai follower

Un paio di mesi fa abbiamo riportato la notizia del lancio, da parte di Facebook, del servizio Instant Articles. L’idea di fondo di questo servizio è quella di portare una rivoluzione in essere per quel che riguarda la fruizione di contenuti online. In tal senso, appare molto interessante la notizia riportata anche dal sito itcbusiness in merito a un progetto di Google e Twitter per sfidare Facebook in merito alla fruizione delle news e dei contenuti.

Non solo però il progetto in comune con Google per la sfida al social di Zuckerberg, Twitter sembra essere in procinto di sperimentare una novità molto particolare che potrebbe portare a degli utilizzi differenti del social dei cinguettii, portando magari alcuni cambiamenti di strategia per quel che riguarda il Social Media Marketing e il modo di sfruttare il social stesso. I sondaggi sono un elemento di notevole importanza nelle campagne delle aziende che vogliono pubblicizzare il proprio marchio sul web.

twitter-social-media

Secondo un giornalista del New York Times, il progetto a cui starebbe lavorando Twitter riguarderebbe una nuova funzione, un’opzione “Poll” che consentirebbe agli utenti di creare sondaggi diretti ai propri follower senza usufruire di applicazioni esterne. Si tratta dunque di sondaggi nativi da porre agli utenti del social.

Porre sondaggi su un social network, per alimentare così discussioni con i propri follower, consente a un canale di una determinata azienda di aumentare il numero di interazioni, di far sentire gli utenti partecipi delle attività del canale aziendale, un modo per tentare di fidelizzare più persone possibili per usufruire poi dei vantaggi che questo può comportare in termini di visualizzazioni e di vendite, nel caso specifico di un e-commerce.

Ecco dunque la nuova iniziativa di Twitter, su cui attualmente è possibile creare dei sondaggi da porre ai follower ma possiamo farlo solo tramite applicazioni esterne, mentre con la nuova funzione in fase di sperimentazione avremo a che fare con dei sondaggi nativi creati, per l’appunto, senza l’ausilio di tali applicazioni.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button