News

Facebook: arriva il tasto "Non mi piace", c'è la conferma di Zuckerberg

Se ne sta parlando ormai da anni, in pratica sin dalla sua grande diffusione e dell’abitudine diffusa a macchia d’olio del suo utilizzo. Stiamo parlando del pulsante “Non mi piace” su Facebook, argomento di poco conto ma che in realtà continua a persistere nonostante il trascorrere degli anni. Appare chiaro come gli utenti, che possono esprimere il proprio gradimento su un relativo post con il famoso “Mi piace”, vogliano avere la possibilità di esprimere in maniera completa il proprio parere, e quindi anche il proprio diniego e opinione negative su un particolare argomento.

Quasi un anno fa, veniva messa la parola fine a questa discussione con l’annuncio che non ci sarebbe mai stato il Non mi piace su Facebook. A distanza di 11 mesi, invece, tutto cambia ed è lo stesso Mark Zuckerberg a dare la notizia rendendola così ufficiale. Il pulsante Non mi piace arriverà su Facebook, voluto proprio da Zuckerberg che durante l’ultima sessione di Q&A ha rivelato che l’azienda sta lavorando proprio alla nuova funzione.

“I nostri iscritti chiedono da tempo di inserire il pulsante Non mi piace e stiamo lavorando per accontentarli”

facebook-dislike

Le parole del CEO di Facebook sono chiare in tal senso. Nonostante si tratti di una cosa di poco conto, gli utenti continuano a spingere (e lo hanno fatto per anni) per l’implementazione di questa funzione che, una volta giunta sul social network, riscuoterà un grande successo e sarà utilizzata in maniera costante, su questo non ci sono dubbi. Lo sa bene Zuckerberg, che ha deciso così di dare ascolto agli utenti e di dare il via alla lavorazione per lo sviluppo di questa novità.

Il pulsante con il pollice verso è già presente da un po di tempo su YouTube, necessario per esprimere un giudizio negativo su un determinato video. Per quel che riguarda Facebook, invece, le cose saranno un po diverse almeno nelle intenzioni. Il tasto Dislike, infatti, non nascerà come opportunità di esprimere un giudizio negativo in senso assoluto, ma rappresenterà un modo per esprimere empatia e vicinanza per notizie tristi e per eventi infausti.

Per fare un esempio pratico, quando leggiamo una notizia di un evento tragico abbiamo l’abitudine di cliccare su Mi piace non per esprimere piacere per la notizia, ovviamente, ma tutt’al più per segnalare che abbiamo notato e letto la notizia. Appare chiaro comunque che il Mi piace possa risultare inappropriato in queste particolari situazioni, ed è proprio per questo che Zuckerberg ha deciso di realizzare il Non mi piace. Non si hanno ancora informazioni circa le tempistiche, ma siamo certi che non ci vorrà molto tempo prima di vedere il tanto atteso pollice verso sul leader dei social.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button