Web Marketing

LinkedIn for business: come aumentare la propria visibilità sul web

Tra le piattaforme più sottovalutate del web (da molti, per fortuna non da tutti) LinkedIn rappresenta il social network ideale per quello che è un ambito ben preciso, ovvero quello professionale. Cosa fare però per mettere in atto una strategia adeguata che aumenti la nostra visibilità? Prima di parlare di questo è necessario un breve preambolo.

Il mondo del web cambia e si evolve continuamente, dando vita a nuovi metodi di comunicazione e di lavoro. Negli ultimi anni i social network hanno letteralmente portato una rivoluzione in essere che sta conquistando sempre più campi, mese dopo mese.

Nati come piattaforme dedicate allo svago, i social sono diventati ormai parte integrante non solo della nostra vita ma anche per quanto riguarda l’attività lavorativa. Un’azienda che vuole aumentare la propria visibilità, o un libero professionista che vuole mettersi in mostra per dimostrare le sue capacità e pubblicizzare il suo lavoro, non può fare a meno dei canali social.

I social network sono delle piattaforme che possono cambiare radicalmente il destino di una società, aumentando la visibilità della stessa a livelli impensabili; non solo, la parte più interessante di queste piattaforme e che attraverso esse possiamo rivolgerci a un target ben preciso, un pubblico che possa essere interessato a quanto abbiamo da offrire. Inutile dire che questo aspetto è di grandissima importanza per il nostro lavoro e può essere un sostegno notevole per quel che concerne l’indicizzazione del nostro sito, visto il grande traffico che possiamo raccogliere attraverso i social.

Detto questo, sappiamo bene che esistono diversi social network sul web, con il più famoso Facebook a farla da padrone e a seguire tutte le altre piattaforme (Twitter, Instagram, Pinterest, Tumblr ecc.), ma per quanto riguarda la sfera lavorativa esiste un social particolarmente indicato che può garantirci grande visibilità.

Stiamo parlando appunto di LinkedIn, il social dedicato proprio al business.

Come accennato in precedenza, si tratta di una vetrina ideale per un professionista che vuole mettersi in mostra e per un’azienda che vuole aumentare la propria visibilità in un ambito particolarmente preciso.

Trattasi dunque di una piattaforma di social job che, sfruttata in maniera adeguata, può darci notevole soddisfazioni.

Già, ma come sviluppare una buona strategia su LinkedIn? Diamo alcuni consigli in merito.

CURATE IL VOSTRO PROFILO

Per quanto possa apparire banale come consiglio, la prima cosa da fare per avere più possibilità di successo su LinkedIn è avere cura del proprio profilo personale (o di quello dell’azienda). Aggiornate le informazioni, inserite link delle vostre pubblicazioni e lavori o dei servizi che offre la società per cui lavorate. Completate il vostro profilo con informazioni sintetiche ma dettagliate, così facendo sarà più semplice rendervi “rintracciabili” per i professionisti che operano nel vostro stesso campo.

UTILIZZATE LE PAROLE CHIAVE

Aspetto di grande importanza, utilizzate le parole chiave perché coloro che si occupano del reclutamento attraverso il social utilizzano le keywords come filtri per cercare i candidati giusti da contattare. Utilizzate quindi le parole giuste per descrivere il vostro campo, la vostra professione, di cosa vi occupate ecc. specie nel summary. Rendetevi facilmente rintracciabili.

PUBBLICARE I CONTENUTI NEI MOMENTI GIUSTI

Così come accade su Facebook, con cui possiamo monitorare il comportamento degli utenti con Insights (puoi leggere in merito il nostro articolo sul sito di @ChiaraStorti), anche LinkedIn è soggetto a degli orari ben precisi in cui conviene postare i propri contenuti e momenti in cui è assolutamente sconsigliato farlo.

Trattandosi di un social dedicato al mondo del lavoro, scordatevi del fine settimana per postare qualcosa! La visibilità durante il weekend crolla letteralmente, per riprendere poi vigore all’inizio della settimana fino a giovedì. Per questo fate ben attenzione ed evitate di pubblicare qualcosa da venerdì in poi, ma concentrate i vostri sforzi soprattutto nei primi giorni della settimana con un picco raggiunto tra martedì e mercoledì, preferibilmente prima delle 9 del mattino oppure dopo le cinque di pomeriggio fino all’ora di cena.

INFLUENCER DI SPESSORE

Ecco un punto cruciale che può davvero farci fare il salto di qualità: scovare gli influencer del nostro settore, creare collegamenti con i professionisti più autorevoli del nostro campo. Essere in contatto con le persone ritenute più influenti di un determinato settore ci garantisce un aumento spasmodico delle interazioni e, di rimando, della visibilità del nostro lavoro con relativa crescita del nostro profilo o di quello dell’azienda di cui ci stiamo occupando.

Bisogna tenere sempre ben presente una cosa in particolare: stringere relazioni professionali è una delle basi su cui si poggia LinkedIn, perciò approfittiamone!

L’ELENCO DELLE COMPETENZE

Un buon modo per approcciarsi a questo particolare social è quello di considerarlo come un curriculum vitae condiviso con il web. Partendo da questo presupposto, appare chiaro come l’aggiornamento continuo delle proprie informazioni e l’essere dettagliati il più possibile per quello che sono le nostre competenze e le esperienze lavorative passate può darci un aspetto più professionale, perciò più “appetibili” dai reclutatori di cui abbiamo parlato prima.

LinkedIn inoltre ci da la possibilità di confermare le competenze dei nostri contatti, cosa da fare di continuo per essere così “ricambiati” in maniera consona, ovvero ottenendo la conferma delle nostre competenze che ci aiuterà a rendere più salda la nostra figura all’interno del social.

ISCRIZIONE AI GRUPPI 

Come su Facebook, anche su LinkedIn esistono dei gruppi creati appositamente per discutere di vari argomenti. Il segreto per avere maggiori possibilità di successo su LinkedIn è quello di non essere passivi ma di interagire spesso e volentieri con i professionisti del vostro stesso campo, così da ottenere scambi di opinioni, conferme di competenze e segnalazioni adeguate. Iscrivetevi ai gruppi in cui si trattano argomenti che siano inerenti a quello che è il vostro ambito lavorativo, ma non siate presenze invisibili: partecipate alle discussioni, createne di nuove, scambiate opinioni, commentate, ponete domande, create dibattiti… insomma, siate attivi il più possibile, fatevi conoscere e mettete in mostra le vostre capacità.

Seguendo questi semplici consigli, LinkedIn potrebbe diventare il trampolino di lancio ideale per voi stessi e per la vostra attività. Mettetevi alla prova!

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button