Web Marketing

Intervista alla regina di Pinterest, Cinzia Di Martino

Siete ormai abituati ai nostri consueti appuntamenti del martedì, giorno in cui sul nostro blog trova spazio un ospite particolare con cui discutiamo di vari aspetti del web, soprattutto per quanto riguarda la SEO. Dopo aver intervistato specialisti del calibro di Giorgio Taverniti e Danilo Petrozzi, per questa settimana abbiamo deciso di proporre un appuntamento un po diverso.

Si parla sempre più spesso delle potenzialità di Pinterest, specie in ottica business, perciò c’è sembrato giusto proporvi come ospite della settimana Cinzia Di Martino, conosciuta sul web come la regina del social in questione. Non solo, la nostra ospite è anche un’esperta di digital marketing, social media, web designer… insomma, tanta carne al fuoco.

  • Ciao Cinzia, solita domanda introduttiva (sono sicuro che te l’aspettavi): come e quando hai iniziato a occuparti di social media, web designer e quant’altro?

Ciao ragazzi ^_^ Dunque “in principio fu”… la passione per la fotografia, gli studi informatici e la curiosità per Photoshop, poi venne l’era del web design e infine i social media (che occupano ormai gran parte delle mie giornate tra approfondimenti, studi e pianificazioni varie).

In pratica, vivo al pc da venticinque anni ormai o.O

  • Sei considerata sul web la “regina di Pinterest”, un social network differente dai più gettonati Facebook e Twitter. Come nasce la tua passione per questa particolare piattaforma?

Il mio Amore per Pinterest è sempre frutto della mia passione nei confronti di fotografia e grafica. Davanti a Pinterest mi sento come un bambino in un negozio di caramelle: i miei occhi si sgranano e la mia mente si riempie di ispirazioni. Mi piace osservare con gli occhi della gente: mi permette di guardare le cose da prospettive che probabilmente non avrei mai preso in considerazione. E penso che questo approccio alla vita ci renda più umani, più sensibili e un po’ meno virtuali.

  • In un’ottica aziendale, come possiamo ottimizzare la nostra presenza su Pinterest?

Con tante condivisioni (autoprodotte e di altri) che siano (belle e) utili agli occhi dei (anche potenziali) follower. E quando si parla di grafiche autoprodotte, sempre meglio differenziarsi nello stile e personalizzare con logo o sito, in modo da veicolare il brand in giro per il web.

Il passaggio fondamentale è poi l’integrazione dei pulsanti di Pinterest nel sito/blog/ecommerce, per dare la possibilità ai lettori/visitatori/clienti di condividere la nostra professionalità e la qualità dei nostri prodotti/servizi.

E al tempo stesso, dare la possibilità di diventare nostri follower con un solo clic ;)

  • Parlando di social che puntano prevalentemente su contenuti visual, come Instagram e lo stesso Pinterest, quali pensi possano essere i vantaggi che possono garantire a un’azienda rispetto ai social in cui è presente anche la componente testuale?

Beh il vantaggio principale è la fruibilità dei contenuti di valore che da azienda garantiamo ai nostri follower/clienti: non è forse questo uno dei motivi per cui scelgono di tornare a cercarci e trovarci online? ^_^

La differenza principale sta nel fatto che i follower dei canali social visual apprezzano più le grafiche che il testo (probabilmente per motivi di tempo) e da azienda abbiamo la necessità di essere dove sono i clienti e di parlare la loro lingua preferita: ecco perché presentarsi su Instagram e Pinterest si parla attraverso immagini, su Facebook e Google Plus attraverso immagini e testo e su Twitter senza giri di parole ;)

  • Secondo quella che è la tua esperienza, come pensi stia evolvendo il Personal Branding?

Penso che (pre)occuparsi del proprio Personal Branding (online) potrebbe renderci persone migliori: perché implica comprendere che anche ciò che si scrive sui social ha un peso sulla reputazione e ci si mostra un po’ più attenti alle parole e al tono di voce con cui ci si esprime.

Di contro, purtroppo, vedo online parecchie persone cedere all’ira e alla rabbia, mostrando il lato peggiore di sé. Vorrei che si capisse che ciò che viene detto in piazza, viene sentito e/o riportato di bocca in bocca: a prescindere che la piazza sia virtuale o reale.

Si sia coscienti di prendersi la responsabilità di ciò che si dice.

  • A quale specifica tipologia di azienda consiglieresti l’utilizzo di Pinterest?

Potenzialmente Pinterest è un canale aperto a qualsiasi tipologia di azienda: è tutta questione di creare le giuste ispirazioni tramite le immagine o riuscire ad essere utili con le grafiche. Ad esempio, anche un termosifonista secondo me potrebbe stare su Pinterest, puntando sull’arredamento di interni in cui mostra soluzioni fashion per l’integrazione del riscaldamento in casa, puntando sul green e le fonti alternative che riscaldano e fanno anche risparmiare, puntando sul territorio per dare visibilità anche alle aziende che hanno usufruito dei suoi servizi, puntando sui colori per le soluzioni personalizzabili e via dicendo.

A me sembra sensato e a voi?

  • Il tuo raggio d’azione copre diverse discipline, come il Branding, il Marketing, Blogging, Web design e altro ancora… sei una vera stakanovista del web :) un tuo consiglio per chi volesse seguire un percorso simile al tuo?!

Ci vuole tempo e tanta passione: mai mollare, nemmeno per un attimo, e preferibilmente anche costanza (sia nello studio che nella pratica e nell’impegno), molta presenza e voglia di fare. Insomma se è il lavoro giusto per te, te ne accorgi subito :D

Un grande ringraziamento da parte di Keliweb a Cinzia Di Martino, professionista che si distingue per competenza e per una simpatia esplosiva. In bocca al lupo, Cinzia!

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button