News

Microsoft regista marchio Windows 365. Ipotesi abbonamento?

Alcuni mesi fa, il sito Neowin ha riportato alcune indiscrezioni in cui si faceva riferimento a Windows 365, descritto come “una versione alfa basata su Windows Core”. All’epoca, contattata da Neowin, la società di Redmond non aveva rilasciato commenti. Ora, le cose sembrano trovare una propria dimensione con i fatti reali.

Dopo il lancio di Windows 10 e l’annuncio di una versione gratuita per un anno del nuovo sistema operativo, Microsoft sembra guardare già avanti nel futuro. La società di Redmond ha infatti registrato il marchio Windows 365. Questa mossa del colosso hi-tech ha però fatto nascere alcune discussioni, vediamo quali.

Questa decisione presa da Microsoft, sembra che apra ad una nuova tipologia di servizio: si pensa dunque che la società di Redmond possa in futuro richiedere il pagamento di una sottoscrizione per usare il sistema operativo, con una logica simile a quella già usata per Office 365.

La registrazione del trademark, in ogni caso, potrebbe essere solo una tutela preventiva, un modo per evitare lo “scippo” del nome Windows, in declinazione “365”, da parte di eventuali furboni. Tutto questo appare assolutamente ragionevole visto che al momento in casa Microsoft c’è molta carne al fuoco per pensare a una nuova versione di Windows a pagamento.

La priorità, come più volte ricordato nei discorsi del Ceo, Satya Nadella, è quella di far apprezzare Windows 10 da parte degli utenti. La scelta di proporlo gratuitamente per un anno rappresenta sicuramente la via giusta.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button